18 febbraio 2012

Un pasto volante per Microraptor

B. Choo (2011)
Il grado elevato di preservazione dei fossili dai letti ad elevata conservazione della Cina ci ha permesso di identificare l'ultimo pasto nella cavità addominale di vari theropodi. Sappiamo quindi che un Microraptor gui si nutrì di un mammifero, che un theropode di grado compsognathoide si nutrì di un mammifero, che un Yanornis si nutrì di pesce, e che un Sinocalliopteryx si nutrì di un microraptorino.
Grafico dello scheletro del microraptorino con all'intero le ossa dell'enantiornite (in blu). Da O'Connor et al. 2011.
O'Connor et al. (2011) descrivono un esemplare di microraptorino - probabilmente Microraptor gui - dalla Formazione Jiufotang che preserva all'interno della cavità addominale i resti del braccio e del piede di un piccolo theropode. Il piede nella cavità addominale del dromaeosauride presenta fusione prossimale dei metatarsi, quarto metatarsale sottile e faccetta articolare distale del secondo metatarsale più ampia di quella del terzo, combinazione di caratteri tipica degli enantiorniti. Questo fossile costituisce l'evidenza che questo dromaeosauridae si nutrisse di aviali derivati. Tuttavia, non è chiaro se si nutrì di una carcassa o se predò direttamente l'animale, né se la predazione avvenne a terra o sugli alberi (nonostante gli adattamenti arboricoli di sia predatore che preda).

Bibiografia:
O’Connor, Zhou & Xu. 2011. Additional specimen of Microraptor provides unique evidence of dinosaurs preying on birds. PNAS http://dx.doi.org/10.1073/pnas.1117727108.

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -