02 maggio 2015

Billy World - T.rex Geriatrics

Post con differenti livelli di lettura, non tutti immediati.

Come sicuramente ricorderete, specialmente quelli che allora nemmeno erano nati, nell'estate del 1993 un esemplare adulto di Tyrannosaurus rex salvò la vita a quattro persone. Dato che si trattava di un esemplare adulto di Tyrannosaurus rex, quell'animale doveva avere come minimo 20 anni, ma più plausibilmente 25 anni, dato che quello è l'intervallo di tempo minimo per ottenere un Tyrannosaurus di 6 tonnellate sano e vigoroso partendo da un uovo (clonato). Non si può sgarrare questo fatto, a meno di non dovere ammettere un collasso generale del sistema logico che fonda l'Universo di Billy, nel quale – lo ricordo per chi fingesse di ignorarlo – è ammesso solamente un insieme limitato di modifiche delle Leggi Naturali, quelle leggi che impedirebbero l'esistenza di un'isola con dinosauri mesozoici clonati da sangue di dinosauro mesozoico succhiato da zanzare mesozoiche conservate in ambra fossile mesozoica. Pertanto, favole da dinomaniaco ortodosso che credano di avere un Tyrannosaurus adulto in solo 5-10 anni accelerando artificialmente il naturale tasso di crescita di questi animali (già per loro natura dotati di tassi molto elevati per gli standard animali) implicano una sospensione dell'incredulità tanto grande da uscire totalmente dal sistema logico dell'Universo di Billy, per entrare a testa bassa nel Regno della Magia. Ed a quel punto, potremmo anche avere un Tyrannosaurus che vola, emette fiamme dagli orifizi, parla con accento scozzese e si accoppia con muli parlanti. Perché? Perché nel momento in cui si ammette ed accetta che ogni singolo dettaglio scientifico sui dinosauri può essere piegato alle logiche della “storia”, la “storia” diventa pura favola, che implica a sua volta che possiamo includere qualsiasi cosa, dai folletti, ai puffi, alle famiglie edulcorate del Mulino Bianco, senza più alcun vincolo. Anche se il dinomaniaco medio è incapace di elaborare questa semplice conclusione, nel momento in cui si può ammettere qualsiasi libera violazione delle leggi della Natura al fine di “salvare la storia di Billy”, è ammissibile anche ogni alternativa distorsione della realtà che possa a sua volta “distruggere la storia di Billy”. Se io vi concedessi i tassi di crescita accelerati, voi dovreste concedermi un tasso accelerato di degenerazione cellulare indotto dalla crescita accelerata, che ucciderebbe i vostri animali prima che possano diventare adulti. Perché dovete concedermelo? Perché senza alcun vincolo logico la mia versione è valida come la vostra. Nessuno potrebbe “rivendicare” una maggiore coerenza rispetto alle alternative. Ma se volete che ci sia un qualche “criterio” per discriminare versioni “valide” da “versioni non valide” occorre che tale criterio sia svincolato dalla soggettività di chi propone lo scenario. Ovvero, occorre un vincolo oggettivo. Tale vincolo oggettivo è dato dalla coerenza con la storia originale che funge da “fondamento” del sistema dell'Universo di Billy. Tanto più ci allontaniamo da tale criterio “assiomatico” tanto più soggettiva e anarchica diventa la vostra versione della storia. Ovvero, se vogliamo restare seriamente dentro Billy Universe (e la sua base minima di assiomi) e non in Fantasilandia (isola dove potreste incontrare i dinosauri [n.d.a.]), quell'esemplare deve essere nato nel 1968. Non c'è altro modo per avere un Tyrannosaurus adulto nel 1993 nell'Universo di Billy.
Quindi, nell'Universo di Billy attualmente esistente, anno 2015, detto anche “Billy World”, quanti anni avrebbe oggi un Tyrannosaurus nato nel 1968? Semplice: 47. Un'età del genere pone problemi di qualche tipo, rispetto alla serie ristretta di concessioni alle Leggi Naturali che fonda l'Universo di Billy? Sì, enormemente.

Come ricorderete, gli esemplari fossili più anziani di Tyrannosaurus noti erano morti tutti ad un'età inferiore a 30 anni. Il famoso esemplare “Sue” era morto a 28 anni e mostrava un grado massimo di ossificazione delle suture tra le ossa, numerosi segni di patologie dovute alla tarda età e una morfologia molto massiccia. In breve, “Sue” era un esemplare anziano. Sebbene non sia possibile stimare la longevità massima di questa specie, possiamo comunque fare delle analogie con un altro animale che popola l'isola di Billy, e del quale è molto ben conosciuto il ciclo vitale: Homo sapiens. Siccome si considera “anziano” un essere umano sopra i 65 anni, ipotizzare un Tyrannosaurus di 47 anni è simile all'ipotizzare un essere umano di più di 109 anni. Un'età del genere non è impossibile da raggiungere per gli Homo sapiens attuali, ma è estremamente molto rara e, sopratutto, caratterizzata da una quasi totale mancanza di “prestazioni funzionali”. Seguendo la medesima logica, un Tyrannosaurus di 47 anni sarebbe molto probabilmente un individuo talmente vecchio e malridotto, debole e acciaccato, da essere del tutto incapace di muoversi e nutrirsi autonomamente. Anche se si dimentica che anche i dinosauri erano animali e non super-eroi mitologici, anche i dinosauri, come ogni animale in natura, invecchiavano. E la vecchiaia porta indebolimento, perdita di “prestazioni” e una generale decadenza delle capacità. Un Tyrannosaurus ad uno stadio super-geriatrico, tenuto in piedi più per l'Operazione Nostalgia che per una reale esigenza logica, sarebbe un pessimo soggetto per qualsiasi scena finale.
Ciò che fu possibile nel 1993 in modo epico potrebbe quindi avvenire nel 2015 in modo patetico.

Nota per il dinomaniaco zelota: se il tuo Tyrannosaurus ha un tasso di crescita accelerata per poter essere adulto in soli 5 anni, proprio per effetto del tasso di accelerazione della sua crescita (4 volte quello naturale) invece di diventare anziano a 28 anni lo diventerebbe a 28/4=7 anni. Quindi, un Tyrannosaurus con tasso di crescita accelerata 4x ed adulto nel 1993, se fosse ancora vivo nel 2015 avrebbe le prestazioni comparabili a quelle di un essere umano di 188 anni (o, semplicemente, sarebbe morto di vecchiaia – accelerata – nel 1995).
Dalla padella alla brace.

53 commenti:

  1. Alessandro capriotti2/5/15 03:53

    Seguo questo blog da tempo...grazie ad un amico che me lo ha consigliato, amante anche lui dei dinosauri. Ho una forte stima verso tutti voi che ci aggiornate giorno dopo giorno con scoperte e riflessioni interessanti riguardanti le ultime scoperte nel campo. Ma voglio prendere due minuti per fare una piccola critica (forse sbagliata direte voi) dovuta a mio avviso. È da molto che sento critiche a questo jurassic world (nominato in maniera sarcastica Billy world).il film non è uscito e questo blog ha iniziato a screditare senza eguali. Io convengo che il film va contro le ultime scoperte...che ha molti errori che probabilmente per un paleontologo vedere una saga che ha fatto sognare portata a una trama con dinosauri ibridi quali l indominus è un offesa; ma non trovo ne corretto ne professionale andare avanti mesi cercando qualsiasi errore o punto di allontanamento dalla realtà per attaccarlo. Posso capire una critica iniziale e mi sta bene, perché siamo in un paese democratico ed è giusto. Ma sono mesi che seguo il blog e vedo solo critiche al film e prese in giro...credo sia ora di finirla...perché state dando troppa importanza al film e vi dico anche che la gente che segue tale blog non lo segue per sentir parlare giorno dopo giorno di jurassic world ma perché amante dei dinosauri e della ricerca. Perciò se un film decide di creare un dinosauro incrociato fra Bambi e l uomo ragno ben venga...me un film e c'è la libertà di non vederlo se lo si pensa stupido e senza fondamento.ma non trovo assolutamente professionale sprecare del tempo per criticare ciò invece di impegnarlo per il vero scopo del blog...ovvero portare a conoscenza le scoperte scientifiche riguardanti i dinosauri.percio basta con questi post....addirittura l ultimo sull età del t Rex. ..mi sembra assurdo criticare anche questo....la gente va a vedere spider man va a vedere barman flash The avengers e nessuno dice nulla o commenta i poteri che semplici esseri umani hanno...però ci soffermiamo sull età del t Rex. Assurdo no? Perciò per.davore regalateci emozioni e conoscenza...Perché è questo che noi vogliamo..ci interessa poco di post di accusa al mondo di Hollywood, perché come dite voi...sono fantascienza fatta per vendere un prodotto divertire ed emozionare...e non c'è scritto da nessuna parte che devono rispettare le scoperte scientifiche...e lo dico da amante dei dinosauri...ma l universo jurassic park è un prodotto non un documentario. ...un prodotto che deve vendersi bene! Tengo a dire che non voglio screditare nessuno ne offendere. Grazie ancora per le conoscenze che ci avete dato e vi prego. Concentratevi su quello...perché è ciò che vogliamo. Grazie. Capriotti Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste infatti la sospensione dell'incredulità. Il problema è che un film di Bambi e l'uomo ragno sarebbe ovviamente irreale come i muli parlanti di Shrek e nessuno prende sul serio i poteri dei supereroi (a parte qualche caso psichiatrico), mentre un film che si dà arie di realismo, crea idee sbagliate nel pubblico non preparato (e che poi non ha voglia di andarsi ad informare meglio) e quindi il film fa disinformazione, un po' come diversi film di fantascienza ambientati nello spazio. A parte ciò, mi piace che Andrea Cau lo usi come spunto per parlare di cose interessanti, come il tempi di crescita dei dinosauri. O almeno io la vedo così. Poi magari non ho capito niente e ora mi bastona :D

      Sue

      Elimina
  2. La mamma del dinomaniaco depone sempre molte uova...
    Caro Alessandro,
    il tuo commento riassume la summa del pensiero dinomaniacale sia nella forma che nel contenuto. Notare come con il progredire del commento, tu ti faccia prendere dall'emotività e dopo l'iniziale lucidità del pensiero, evidente dalla correttezza nella forma (punteggiatura, spazi, grammatica), tu finisca in un ansioso flusso di coscienza senza punteggiatura e con spaziature libere. Credo che tu viva questo film in modo troppo emotivo. E ciò è sbagliato. Io ci rido sopra e sopratutto uso quel brutto filmaccio pieno di mostri come pretesto per parlare di paleontologia a modo mio, cosa che altri lettori per fortuna colgono.
    In effetti, la frase con cui apro il post era una previsione di commenti come il tuo. Ormai sono abituato agli zeloti che vengono qui a stracciarsi inutilmente le vesti in difesa dell'indifendibile:

    1- è ridicolo che tu ti lamenti di quello che scrivo, di come lo scrivo e del tempo che dedico a parlare di un film. Dici che un film è libero di mostrare quello che vuole? Verissimo. Ma è anche vero che un blogger può scrivere quello che gli pare, come gli pare e quanto gli pare. Se non ti piace quello che è scritto nel blog, sei libero di non leggere, ma non puoi venire qui e dire cosa devo o non devo scrivere... mi pare abbastanza demenziale come pretesa, dato che non scrivo per far piacere a qualcuno, se non a me stesso. La tua frase " Concentratevi su quello...perché è ciò che vogliamo." mi ha fatto molto ridere. Ti assicuro che non scrivo in base al gusto di chi commenta o alle esigenze dei lettori (molti dei quali, comunque, apprezzano i post, dato che sono sempre molto seguiti). Quindi, se vuoi continuare a leggere questo blog, devi accettare quello che scrivo, me non pensare che io cambi tono, stile, registro e temi solo perché tu o altri si lamentano e piagnucolano per la mia blasfemia nei confronti della bellezza di Billy Wasteland. Ho spiegato molte volte in passato che questo blog non ha alcun obbligo verso i lettori, non è nato per fare solo divulgazione scientifica, ma per esprimere i miei pensieri di qualsiasi tipo, legati in vario modo alla paleontologia. Se non ti piace quello che scrivo, ci sono molti altri siti dove puoi lodare il film con persone che la pensano come te.

    2- trovo contraddittorio che uno che più volte nel commento dichiara di essere "amante dei dinosauri" poi difenda con tanta emozione un brutto filmaccio che propaganda una visione da B-Movie dei dinosauri in veste di mostri obsoleti. Il film è un insulto alla paleontologia vera. Solo perché nel film si usa la parola "dinosauro" non significa che sia un film meritevole di essere rispettato. Il film non mi piace, specialmente nella piega degenerata con cui ha abbandonato anche quel poco di positivo che c'era nel film originale. Non mi piace prima ancora che esca perché quello che si vede è stomachevole (cosa che si comprende solo se si "conoscono" i dinosauri, non soltanto "si amano"). In ogni caso, non temere: il film sarà visto in ogni caso da milioni di persone amanti del cinema d'azione e d'avventura, dei mostri e della CGI, quindi non capisco quale problema provochino le mie personali opinioni. Take it easy.

    3- temo che tu non legga veramente questo blog, ma sia qui solo per difendere il tuo giocattolone cinematografico. Come puoi scrivere "Ma sono mesi che seguo il blog e vedo solo critiche al film e prese in giro...credo sia ora di finirla...". Sul serio? Solo critiche e nessun post sulla ricerca paleontologica? E il resto della settimana dove sei stato, caro "amante dei dinosauri"? Negli ultimi 6 giorni ho scritto un post su Tataouinea, uno su Chilesaurus, uno su Yi, e solo uno su Billy World... eppure commenti solo per difendere i mostri di Billy? E tu saresti un "amante dei dinosauri"? :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alessandro2/5/15 21:05

      non ti rispondo nemmeno perchè capisco dalla risposta che elemento sei...io non ho ne difeso ne offeso nessuno. ho detto tutto. anche a me fai ridere...ma sai cosa ti dico...spero sia un grandissimo successo cosa ovvia e spero che ne nasca una nuova trilogia cosi gente come te che nella vita passa tempo prezioso a screditare possa impegnare ancora del tempo per scrivere. Senno cosa ti rimane da fare?distinti saluti

      Elimina
    2. Ti assicuro che ho molto altro da fare oltre a scrivere degli innocui post che però fanno scatenare la rabbia di persone evidentemente immature. Scrivere un post è un hobby divertente, peccato che ci siano persone che non solo non capiscono quello che scrivo, ma non si rendono conto che commentano del tutto fuori tema.
      Non capisco perché tu ti sia infervorato così tanto solo perché io non vedo la bellezza che tu invece evidentemente cogli nel film.
      In fondo, io non mi sono arrabbiato solo per il fatto che tu non abbia minimamente capito il post.
      Ripeto: take it easy.

      Elimina
  3. Una domanda, ma gli animali tenuti in cattività non durano molti più anni di quelli che vivono in libertà? Mi pare che tra mammiferi, rettili e uccelli esistano molti casi, ad esempio credo di ricordare pappagalli parecchio anziani. E' possibile che la tirannosaura del film venga mostrata come molto anziana e mi pare di aver letto in qualche intervista che nel film verrà detto qualcosa in proposito.
    Cristoforo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco un esempio di ciò che scrivo nel post. Io potrei citarti i molti animali incapaci di vivere in cattività, e chiederti: perché questi non potrebbero essere validi riferimenti al posto di quelli citati da te?

      Elimina
    2. Perchè non avrebbe senso per l'economia di un film su dei dinosauri clonati tenuti in un parco mostrare animali che non possono vivere in cattività.
      Cristoforo

      Elimina
    3. Vedo che non ti rendi conto di ciò che mi preme discutere qui.
      Non è ciò che fa comodo alla storia che conta, ma ciò che i fanboy di un film sono capaci di inventarsi pur di far stare in piedi il loro baraccone. Ho letto di tutto: dai dinosauri clonati adolescenti, ai tassi di crescita che prima sono accelerati poi bloccati, le penne che scompaiono nella crescita, il DNA di rospo che rende un animale piumato un animale con pelle di coccodrillo, ecc... Non c'è limite a ciò che un dinomaniaco è disposto ad inserire a forza dentro la stretta scatola di JP pur di trasformarlo in JW.

      Elimina
  4. Ma che centra? è un dinosauro replicante, E' stato creato come subadulto e poi la replicazione cellulare si è stabilizzata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo, ciò conferma le parole del post. Arrampicarsi sugli specchi, demolendo la struttura oggettiva di una storia originaria (JP romanzo e film), per salvare le sue degenerazioni (JW).

      Elimina
  5. Anzi...le cellule si moltiplicano a velocità accelerata se sottoposte a stress: ecco perchè i dinosauri di JP riescono a sfondare i muri etc, il corpo si rigenera cosi rapidamente che essi sembrano essere invulnerabili e capaci di prestazioni incredibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, e non dimenticare che vola, emette fiamme dagli orifizi, parla con accento scozzese e si accoppia con muli parlanti.

      Elimina
    2. francesco2/5/15 21:22

      anonimo. ti adoro...qualcuno con il cervello che finalmente capisce che si parla d un film. un ottimo film. un plauso da me e molti altri che seguono una persona che si sta rivelando per nulla professionale, con molta maleducazione piena di se e prepotente. un plauso da tutti noi. Francesco

      Elimina
    3. mi rendo perfettamente conto che Andrea non ha bisogno di difensori, ma, francamente, leggere certe cose con certi toni e con certo linguaggio irrita un po' troppo.
      si sta parlando di un film, appunto e Andrea sul film esprime il suo punto di vista (per la verità coglie l'occasione del film per parlare d'altro, ma questa evidentemente è una sottigliezza evidentemente).
      avrebbe comunque come chiunque il sacrosanto diritto di dire quello che pensa, ma per di più lo fa nel proprio blog, che è si uno spazio pubblico, ma è gestito da lui - in più non sta impedendo a nessuno di vederlo, di girarlo, di guadagnarci soldi, sta solo esprimendo un'opinione, per di più solidamente argomentata e, qualcuno invece di limitarsi ad esprimere la propria lo invita a non dire la sua a non esprimersi a passare ad altro...fino ad arrivare all'insulto ("si rivela poco professionale" e perchè? ma scherzi? la sua professionalità la si vede nel lavoro che svolge nel proprio ambito professionale... muovere delle critiche professionalmente motivate in che senso sarebbe poco professionale?).
      "un plauso da tutti noi" ma tutti noi chi? ma scherziamo? cos'è un momento comico involontario?

      vi rendete conto che state chiedendo una cosa assurda, che state letteralmente attaccando la libertà d'espressione? e che non è esattamente una cosa di poco conto soprattutto se lo fate inconsapevolmente o peggio, in nome della medesima libertà?

      in quanto al giudizio di merito i film della saga JP sono innanzitutto dei pessimi film (un ottimo film è un'altra cosa), ma delle ottime macchine per fare soldi (e che non hanno bisogno di essere difese da nessuno dato che sono espressione di un potere economico enorme), l'ultimo si annuncia ancora peggiore degli altri.
      si è liberi di guardarli e di divertirsi a guardarli (cosa che si può fare benissimo pur sapendo che sono delle vaccate sia cinematograficamente che scientificamente parlando) così come si è liberi di NON guardarli, NON apprezzarli e anche criticarli, dal punto di vista cinematografico e da quello scientifico.

      mi spiace perchè avevo da fare una domanda (ingenua) sulla crescita dei teropodi attuali e l'arroganza maleducata e pure ignorantella di qualcuno mi ha spinto ad intervenire su un argomento assolutamente collaterale al post, l blog, all'universo tutto.
      torno a vedere un (ottimo) film (Drowing by numbers - può non piacere, ma non è paccottiglia acchiappasoldi) e mi scuso con tutti per l'intervento un po' OT e un po' caldo.

      Emiliano

      Elimina
    4. Tanta tenerezza per te emiliano...non condivido a pieno con Alessandro Francesco e compagnia bella...ma dire che jp e un pessimo film mi fa capire che è inutile commentare..perché come detto mi fai tenerezza. Michele c.

      Elimina
  6. Domanda a Cau: come dovrebbe essere allora un "valido" film con dinosauri (mesozoici) secondo te?

    Andrea Pusceddu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplice: mostrare nel 2015 i dinosauri così come i paleontologi li conoscono nel 2015. Ovvero, un'utopia.

      Elimina
  7. Perché sarebbero poco appetibili,cinematograficamente parlando?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutt'altro. Ma vai tu a spiegarlo ai "geni" del cinema che hanno ideato Jurassic World e che pensano che i dinosauri siano quelli che si vedono nei libri per bambini degli anni '70-80...

      Elimina
    2. Mah, Billy ha smesso di darsi arie di realismo scientifico già dopo il primo e ora come ora non ha paventato nulla di lontanamente simile, anche la CG (che poi era il MAGGIORE significato di quel "dinosauri reali", affermazione poi travisata) è perfettamente normale per il nostro tempo, l'unica cosa "strombazzata" è che sarà un regalo per i fan, quindi personalmente non lo ritengo accusabile di farsi pubblicità a scapito della scienza,...insomma i genetisti allora cosa dovrebbero dire? come se la loro categoria non fosse già abbastanza diffamata nei film di fantascienza! XD
      Poi francamente...se nel 2015 la gente è così beota da prendere un dannato film (con ibridi artificiali sbattuti in faccia per giunta) come fonte per acculturarsi paleontologicamente...beh...a questo punto lasciamelo dire sono CAZ**CCI LORO!
      Qui sconfiniamo nel famoso territorio della presunta influenza negativa dei media sulla gente...videogames violenti, modelli di bellezza e vita poco salutari, pratiche pericolose, sette, cartomanti ecc.
      La mia personale risposta a tale discorso in toto è semplice: il problema non sono i media che danno cattivi esempi...ma la gente che non è capace (o non gli è stato insegnato) a connettere il cervello...e l'idea di evitare di produrre un media negando sano divertimento a chi ha stabilito il suddetto contatto solo per la cretineria di chi NON l'ha fatto, non risolve nulla e scontenta tutti...semmai è compito degli addetti ai lavori di INSEGNARE come stanno le cose...son li per QUELLO dopo tutto...certo dover sradicare certi preconcetti deve essere faticoso...ma, secondo me, sono meglio 10 da "riformare" che 2 da far su da zero.

      Questo mi porta a proporti un giochino: supponiamo che sei il generale di un esercito a leva 100% volontaria, quale di questi due video sceglieresti per incoraggiare potenziali nuove leve?

      A) https://www.youtube.com/watch?v=F49A3zS3no0
      (billy)

      B) https://www.youtube.com/watch?v=KztP7SKe0uk
      (la paleontologia nuda e cruda che ruota intorno al puro reperto osseo...e sono sicuro che all'individo
      medio l'effetto deve essere quello

      l'importante alla fine è che si rechino QUI: https://www.youtube.com/watch?v=YwjHhJdhY0I (museo, mostra, magari carriera di studi)

      A quel punto se son rose fioriranno...certo è che se non aggiungi un po di "concime" (dai,questa era bella XD) le possibilità che spunti qualcosa saranno minori.

      Tutta sto "giochino" per sottoporti l'idea che magari, pur senza fare tanto come l'1, Billy World revitalizzerà ugualmente l'interesse per la paleontologia...che al quel punto voi addetti prontamente fornirete in versione "sana"...per gradi però eh ;)

      Occorre poi fare una considerazione fantozzianamente TRAGICA: ci sono tante cose nel mondo dei media che sono di pessimo gusto...ma se ci sono è perchè la gente LE VUOLE...PAGA per averle...e loro gliele danno...non penso sia colpa dei billysauri se la gente li preferisce ai DINOsauri...libri, musei, scienza...sono tutti lì, che fan ciao con la manina...ma non è colpa della concorrenza se è preferita a loro...e no, non ritengo che ormai ci sia più alcuna concorrenza sleale attiva...ci mangiano su? certamente! si adoperano attivamente a favore di questo stato di cose? non direi...semmai da biasimare sono certi documentari che saltano sul barcone dei vincenti.
      Infine, ti anticipo: SI! l'ho capito il senso del post, ho imparato di più ciclo vitale di Tyrannosaurus e che questo è uno "stretch" molto più fuori dal mondo di quanto avessi sinceramente immaginato...ma sono un tiratore e appassionato di armi da fuoco...e NON HAI IDEA di che impossibilità fisiche mi tocca vedere "a ruota" nei film d'azione e videogiochi, quindi ormai alle stupidate ci ho fatto il callo :)

      Davide

      p.s. non hai certo bisogno che te lo si chieda, ma ti prego... NON CAMBIARE MAI! XD

      Elimina
  8. Visto che di cose irrealistiche nella saga ne abbiamo viste diverse per l'etá della T.rex non ci vedo nulla di scandaloso... Poi si ok l'assioma oggettivo blabla ecc.. Peccato che nell'universo di billy world non sappiamo nulla in merito all'età dei dinosauri, quindi mi sembra un'inutile arrampicata sugli specchi questa. Se vogliamo poi parlare di oggettivitá sulla base dell'universo, l'Indominus non dovrebbe essere una cosa giusta e azzeccata?

    Mauro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sappiamo che nascono dalle uova, non vengono creati allo stadio adulto. Quindi devono comunque crescere, e per farlo impiegano anni.

      Elimina
    2. Un ibrido alla mostro dell'Isola del Dott. Monroe assemblato da parti differenti di animali NON è un dinosauro mesozoico clonato. Quindi, L'Indominkius NON è riconducibile alla logica originaria di JP. Se poi i fanboy fedeli e devoti si bevono senza commenti qualunque cosa, è un problema loro.

      Elimina
    3. Si può anche ipotizzare per sviluppare la matrice genetica dei dinosauri abbiano impiegato un generatore temporale che, operando tramite particelle quantiche , faccia scorrere il tempo diversamente cosi che i dinosauri diventino adulti molto rapidamente rispetto al tempo reale.

      Elimina
    4. Come volevasi dimostrare.

      Elimina
    5. L'indominus invece si rifà proprio alla logica del libro di JP,dove si parla spesso di modificare geneticamente i dinosauri,di ibridarli ,di renderli più lenti e tante altre cose..... Ma invece che fare i fighi trovando gli errori scientifici in film di fantascienza ,soffermatevi di più su quelli fatti dai documentari....perchè quella sì che è divulgazione ! Io devo ancora vedere un documentario sui dinosauri ,post 2000 fatto bene ! Quello è grave ! Non un film tamarro senza pretese !
      Dario

      Elimina
    6. Ti sbagli, Dario: nel romanzo originale non si parla mai di ibridare i vari dinosauri per creare animali mai esistiti nel passato. Si parla di "addomesticarli" geneticamente alle esigenze del parco, ma ciò è ben diverso dal creare ex-novo una nuova specie come l'Indominkius. Quindi piantatela con la favola che questo ibrido sia "nello spirito" del romanzo originario, perché è una balla colossale che si vuole far credere per giustificare qualsiasi deviazione dalla storia originaria. Se un animale NON è un dinosauro mesozoico NON ha senso che sia in quel parco. E questo per chiarire cosa significa "coerenza con una storia originaria" che è ben diverso da "mi bevo qualsiasi cosa mi propongono perché sono un fanboy".

      Infine, e qui mi collego all'ultimo post, piantatela di dirmi quello che dovrei o non dovrei affrontare in questo blog. Questo blog non esiste per fare divulgazione paleontologica, come ho spiegato qui: http://theropoda.blogspot.it/p/gli-obiettivi-del-blog.html

      Elimina
    7. hai mai scopato ?

      Elimina
    8. Conservo questo commento perché è la dimostrazione di quanto patetiche siano le persone online. Volgari e nascoste dietro l'anonimato.

      Elimina
    9. PS: anonimo volgare, sei per caso Dario? Vedo che entrambi avete l'abitudine di mettere uno spazio prima dei punti esclamativi e interrogativi...

      Elimina
    10. Nein.... a dir la verità mi chiedevo se la domanda fosse rivolta a meXD
      Dario

      PS.
      Io mi firmo

      Elimina
    11. Non importa a chi sia rivolta, è significativa del livello mentale di chi la scrive, non di colui a chi è rivolta.

      Ok che "Dario" è meglio di un anonimo, ma di Dario ce ne saranno a migliaia... ;-)
      No, ok, l'importante è che chi commenta sia distinguibile da altri commentatori, che poi usiate nome, cognome, soprannome o acronimo è secondario (anche se, e nessuno se la prenda, la mia considerazione massima va a chi mi parla firmandosi con nome e cognome, così da mettersi alla pari: ma, ripeto, ognuno fa come crede, poi decido io chi censurare se supera il limite della decenza).

      Elimina
    12. Tranquillo che certe boiate non le scrivo... ci tengo a portare avanti un dialogo civile,non condivido la tua opinione o perlomeno il modo in cui affronti il tema,ma non ti insulto ;)
      Dario Bagatin

      Elimina
  9. Sono l'anonimo di prima...in realtà spiegazioni pseudoscientifiche per dei film di fantascienza per ragazzi se ne possono trovare tante..la moltiplicazione accelerata delle cellule spiega anche perché invece di collassare sotto le sue 300 tonnellate il mosasauro è agile come se ne pesasse mezza: le sue cellule si riproducono più rapidamente del danno . Ecco, mi pare perfettamente sensato. Sensato come logica all'interno di qualcosa che è appena più realistico di godzilla.

    RispondiElimina
  10. A Hollywood la superficialità è a livelli stratosferici. Riflette (ma anche crea) la superficialità del pubblico. Tutto a Hollywood è un fenomeno da baraccone.

    Giacomo

    RispondiElimina
  11. Francesco, sono così prepotente ed arrogante che permetto a chiunque di venire qui senza essere invitato ad insultarmi.

    RispondiElimina
  12. Signori, vi chiedo di non uscire dal tema del post, che molti di voi evidentemente non colgono (e si limitano a parlare a vuoto di qualcosa che non è il tema del post). Se dovete commentare solo per dire che Jurassic World è cosa buona e giusta ed Andrea Cau è arrogante perché non la pensa come voi, siete un tantino off-topic...

    Ecco perché aprii il post con questa frase: "Post con differenti livelli di lettura, non tutti immediati."

    RispondiElimina
  13. Momento momento momento... una domanda che col tema generale del post c'entra poco: mi stai dicendo che in Jurassic World il tirannosauro di Nublar è lo stesso esemplare del primo film?? O_o
    Questo crea problemi di continuità perfino ulteriori a quelli già ottimi citati da te della geriatria... a Nublar non era saltato tutto in aria dopo l'evacuazione? E anche se così non fosse, di cosa si è nutrito questo tirannosauro fra il 1993 e la riapertura del parco? Sono davvero perplesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che la tua domanda è più in tema della maggioranza degli altri commenti :-)

      Beh, stando a quello che rumoreggia online, a Billy World ci sarà l'esemplare anzianotto che abbiamo lasciato nel 1993 a Nublar... le tue osservazioni interne alla storia sono lecite - per quanto fuori tema -. Avrà mangiato i dinosauri del primo parco, cosa che discussi 3 anni fa in questo post "profetico": http://theropoda.blogspot.it/2011/09/coming-soon-billy-e-il-clonesauro-iv.html

      Elimina
    2. x Auren

      Nel libro.
      Nei film invece l'argomento non è più toccato, anche se in una parte tagliata di TLW del meeting della Ingen Ludlow elenca, tra i costi dell'incidente, "smaltimento di materiale ORGANICO ed inorganico" presumibilmente riferendosi allo sterminio degli animali...ma anche se fosse in tal caso basterebbe dire che se lo sono inventati come copertura...niente di "inconciliabile" come il fatto esporto da Andrea

      Davide

      Elimina
  14. Avrei una domanda sull'età del Tyrannosaurus. Secondo quanto leggo all'inizio del post (e nel link) per raggiungere la maturità sessuale Tyrannosaurus impiegava circa 15 anni, tuttavia per raggiungere le piene dimensioni circa venti, venticinque anni. Se non erro, molti animali attuali, seppur raggiungendo la maturità sessuale ad una determinata età, non si possono riprodurre che molto tempo dopo, quando raggiungono la taglia per competere con gli esemplari più anziani. Questo lascerebbe, per riprodursi, una finestra temporale di cinque/dieci anni ma, anche comunque, vedo che una quindicina di anni sarebbe il tempo che ha a disposizione Tyrannosaurus per riprodursi. Confrontandola con quella degli uccelli attuali, non è un po' poco? Il Taeniopygia guttata raggiunge la maturità a circa tre mesi e vive in natura all'incirca due anni, l'Aquila chrysaetos attorno a quattro-cinque anni per una durata di vita di una ventina/trentina d'anni. Non per contestare il dato fossile, ma, per curiosità, l'animale non dispone di un tempo un po' troppo breve per potersi riprodurre (ad essere generosi, poco meno della metà della durata della vita)?

    - Aesìr

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dobbiamo usare gli animali moderni come buoni analoghi dei dinosauri, perché oggi nessun animale ha contemporaneamente crescita rapida, strategia r con uova e gigantismo. Il ciclo vitale e la strategia riproduttiva dei dinosauri mesozoici è differente da quella degli uccelli moderni. I dinosauri hanno strategie r (molte uova, poche cure parentali) e maturavano più lentamente. Gli aviani hanno strategie K e maturano in meno di un anno. La combinazione di questi fattori favorisce nei dinosauri una vita breve (pochi decenni) in cui nella prima fase cresci ma non ti riproduci, nella seconda pensi solo a fare nidiate e uova ma poco a fare cure parentali.

      Elimina
  15. Seguendo questo e quel link, attraverso questi commenti, ho trovato un post nel quale, sempre tra i commenti, ho letto una cosa che non capisco. Premetto: sono ignorante in materia, e quindi la domanda ti sembrerà una seccatura, ma in uno dei post su Billy&Co., ho letto, in un tuo commento "Witmer (2001) ha dimostrato che in tutti i rettili moderni (compresi gli uccelli)...". Ora... rettili, compresi i dinosauri? Dopo questo mi si è creato un enorme vuoto nelle mie già scarse conoscenze in materia. Mirko.

    RispondiElimina
  16. In verità, questo ha un potenziale enorme per lo sviluppo del film:

    Fin da subito il vecchio Tyrannosarurus è mostrato come un animale stanco e decrepito, indebolito dalle malattie e dagli acciacchi e segnato dalle cicatrici di molte lotte sanguinose, oramai necessita di una equipe di veterinari che lo seguano giorno e notte, passa buona parte del suo tempo dormendo e deve scroccare carcasse e/o essere nutrito dagli operatori in quanto non ha più le forze per cacciare da solo, negli anni ha avuto figli e nipoti(che tra l'altro gli somigliano poco in quanto le generazioni successive sono state 'perfezionate' per un DNA più 'puro' e simile all'originale, i suoi figli sono addirittura protopiumati!) che ora sono le nuove star, lei invece sta in 'esilio' nell'ombra, tenuto in vita solo per capitalizzare sul fattore nostalgia, l'ultimo sopravvissuto del vecchio parco di Isla Nublar è oramai poco più del triste simbolo di una generazione morente che non meraviglia più il pubblico assuefatto e che mostri come Indominkius dovrebbero sostituire...

    ...Per poi arrivare al finale in cui, in una diretta citazione all'originale, il vecchio Rexy arriva in 'soccorso' del protagonista e dei suoi amici Raptor, e in un ultimo, epico scontro tra bene e male, tra Paleontologia(sia pur datata) e Dinomania esso nonostante l'età avanzata e gli acciacchi riesce a sconfiggere l'Indominkius, dimostrando definitivamente che l'originale è insostituibile, per poi celebrare lanciando un ultimo, spettacolare ruggito...e poi crollare rovinosamente a terra, troppo debilitato dalle ferite riportate e le ultime forze del tutto esaurite; è il momento di una scena straziante in cui sotto gli occhi dei protagonisti, del mondo e sopratutto degli spettatori l'icona del Vero Jurassic Park esala il suo ultimo respiro, e la sua morte segna la fine di un'epoca, l'epoca del vecchio Jurassic Park che è uscito vent'anni fa e che oramai appartiene alla storia...

    ...Ma proprio questo apre la strada al NUOVO Jurassic Park, incarnato nella panoramica finale dai discendenti del vecchio Rexy e dai nuovi dinosauri(ora basati sulle conoscenze paleontologiche attuali), e il ruggito finale di suo figlio, ancora più grosso(da 5 a 8 tonnellate dopo tutto) e maestoso nel suo protopiumaggio come un'aquila reale, saluta l'alba di una nuova epoca...

    ...Scusate, mi sono lasciato prendere.

    -Stefano

    RispondiElimina
  17. Domanda molto (troppo) off-toppic: quanto hai riso grazie a questo post?

    RispondiElimina
  18. Domanda forse più in tema con il significato del post, quanti anni prima sono nati i sauropodi presenti nel film, viste le dimensioni considerevoli? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche loro pressapoco intorno a 20-25 anni prima del film.

      Elimina
  19. Non me la sono sentita di leggere tutto quindi spero di non fare una domanda alla quale hai già risposto... Senza voler salvare la possibilità di un T. rex nella scena finale di jurassik world (cosa che secondo me potrebbe essere realizzata usando il pulcino di T.rex che appare nel primo film, sarebbe simpaticissimo), mi chiedevo con quale grado di sicurezza è possibile stabilire l'età massima dei tirannosauri (o dei theropodi mesozoici in generale...). In particolare volevo chiederti, il grado di ossificazione che troviamo in Sue è di tanto maggiore rispetto a quello di, che so, uno struzzo della stessa età, che però potrebbe vivere serenamente fino a 40 anni? O di un corvo o un pappagallo, che vivono quanto gli esseri umani, se non di più? La curiosità mi viene dal fatto che i theropodi attuali sono molto longevi pur essendo estremamente più piccoli dei giganti estinti, e il fatto che questi ultimi vivano molto meno mi sembra contrastare su quel poco che credo di sapere sul rapporto più o meno generale fra dimensioni degli animali e loro longevità, spero potrai chiarirmi un po' questi punti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semmai intendevi il pulcino del secondo film... quello sì che avrebbe senso come età.
      Ripeto un commento precedente: non si deve usare gli animali odierni come analoghi perfetti per i dinosauri mesozoici. La longevità di un animale è legata a vari fattori: dimensioni, tasso di crescita, tasso riproduttivo, grado di cure parentali, dimensioni della popolazione. Nessun animale attuale ha la combinazione di caratteri che osserviamo nei dinosauri mesozoici, compresi gli uccelli moderni, che sono una forma molto estrema e specializzata di dinosauro. I dati attualmente noti escludono che un Tyrannosaurus viva più di 30-35 anni, e non c'è motivo per dubitare del contrario.

      Elimina
  20. Sì, giusto, secondo film, dovrei proprio ripetere la visione dei primi due film (noi adoratori del T. rex ovviamente troviamo insopportabile il revisionismo del terzo).
    Sulla longevità degli animali ci sarebbero un sacco di domande che mi frullano in testa... in generale non ho mai capito perché non ci sia una generale tendenza delle specie a diventare sempre più longeve, dal momento che i vantaggi evolutivi di una vita lunga mi sembrano ovvi, mentre non ne afferro gli svantaggi. O forse sarebbe meglio dire che non colgo i vari trade-off per cui risulti vantaggioso perdere anni di vita, quindi anni in cui ci si può continuare a riprodurre, in cambio di qualcos'altro che continui ad assicurare riproduzione e preservazione. Se in un commento pensi di poter fare un po' di chiarezza su questi punti mi fa piacere :)

    RispondiElimina
  21. Ci vorrebbe un intero post...

    RispondiElimina
  22. Credo di essere abbastanza nel tema del post, più sull'ontogenesi che su un film.

    Volevo chiedere ad Andrea Cau se ha letto questo studio di Currie (metto il link di un articolo generalista) e cosa ne pensa, sopratutto se questa scoperta influenzerà il dibattito Torosaurus/Triceratops, sempre che abbia il tempo per rispondermi.

    http://www.iflscience.com/plants-and-animals/new-baby-dinosaur-fossil-reveals-cause-death

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -