17 maggio 2015

Cucciolo!

L'imminente arrivo del film paleontologico del secolo (sarcasm mode: on) è inevitabilmente una fonte di ispirazione per questo blog paleontologico.
Ringrazio l'amico Filippo Bertozzo per questa succosa chicca che sta suscitando ilarità in rete.

Come vedete, non sono il solo a trovare Billy World un film demenziale...
Pare che non ci sia immagine in circolazione di quel meraviglioso film non ancora al cinema che non sia ispirazione per il mio blog.
Insomma, come si fa a non riflettere su quella scena? Abbiamo un bambino che abbraccia un piccolo sauropode.
No, il mio pensiero non è stato: Cuccioli!
Io sono un freddo paleontologo senza sentimenti (sarcasm mode: on).
Assumo che si tratti di un esemplare molto giovane di sauropode, e non un sauropode adulto miniaturizzato. La scena può sembrare abbastanza “ovvia” (a parte la presenza di dinosauri mesozoici), nel senso che tutti noi abbiamo visto molte volte i bambini giocare con i cuccioli degli animali domestici. La rete abbonda di foto di bambini che abbracciano i cavallini, i vitellini, gli agnellini, i maialini, le anatroccole. Quindi, potrebbe essere plausibile un'immagine come quella sopra. Tuttavia, non dovremmo mai dimenticare la subdola potenza dell'ovvietà. Ciò che è ovvio spesso è solamente ciò che evitiamo di analizzare in modo critico. Pertanto, il mio istinto di paleontologo dissente, e trova quella scena paradossale, oltre che ennesimo simbolo della pacchiana grossolanità scientifica dietro questo film. Infatti, oltre a confermare per l'ennesima volta il solito stereotipo sui "dinosauri-erbivori-pecore", questa immagine palesa altre grossolane incongruenze con ciò che sappiamo dei dinosauri.
Vi pongo quindi la stessa domanda che è frullata nel mio cervello alla vista di quell'immagine: voi fareste abbracciare vostro figlio ad un piccolo sauropode?
La mia risposta sarebbe: ASSOLUTAMENTE NO!
Seguite il mio ragionamento, fondato sui dati paleontologi noti per i sauropodi.
Tra tutti i dinosauri, i sauropodi hanno la strategia riproduttiva più “r-orientata”. Tradotto fuori dal gergo tecnico, i sauropodi manifestavano il livello minimo di cure parentali tra i dinosauri. Fondamentalmente, i piccoli sauropodi non ricevevano cure parentali dopo la schiusa. Questo è confermato da leggi generali della biologia (per cui animali con covate numerose e uova relativamente piccole rispetto all'adulto tendono a non avere cure parentali) e caratteristiche generali dei dinosauri mesozoici (i giovani dinosauri sono tutti precoci e iper-precoci, ovvero, perfettamente capaci di badare a sé fin dalla nascita). Dato che le nidiate dei sauropodi includono dozzine di uova alla volta, dobbiamo dedurre una elevata mortalità giovanile per mantenere stabile la popolazione. Questa elevata mortalità giovanile è plausibilmente dovuta a predazione. Pertanto, i nostri cari piccoli sauropodi erano, fin dalla nascita, privi di difese dagli adulti e soggetti ad intensa predazione. Quali esemplari sopravvivevano fino all'età adulta? Sicuramente quelli più in grado di allontanare un predatore. Il predatore classico di un giovane sauropode era probabilmente il theropode di taglia medio-piccola, che è anche nel range dimensionale di un giovane essere umano. Pertanto, un bambino ha le dimensioni tipiche del tipico predatore di giovane sauropode. Come si difendeva un giovane sauropode? Nel caso dell'apparente diplodocide dell'immagine in alto, la risposta è ovvia: a colpi di coda. I diplodocidi hanno lunghe code a frusta mosse da potenti muscoli caudofemorali. Nel mondo attuale gli animali con code più simili sono i varani. Un varano può provocare dolorose ferite con la propria coda, ed è ragionevole che un giovane sauropode fosse ugualmente in grado di sferrare rapide sferzate con la propria coda. 



Fareste avvicinare vostro figlio alla coda di un varano? Sicuramente, no. E ad un giovane sauropode? Nemmeno... Pertanto, è probabile che i giovani sauropodi fossero piuttosto guardinghi e lesti nel sferrare colpi di coda verso qualsiasi animale delle dimensioni di un bambino che corresse loro incontro.

57 commenti:

  1. Sono dinosauri generati apposta per essere abbracciati dai bambini del parco. Ecco la risposta. Dei sauropodi hanno sono l'aspetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ringrazio l'anonimo troll che evidentemente è un genetista della Ingen dato che possiede queste informazioni a noi del tutto ignote.

      Elimina
    2. Direi che è ovvio che non sono veri cuccioli. Sono sauropodi bonsai.

      Elimina
    3. Ovvio.
      La coda la sanno usare comunque per difendersi.

      Elimina
    4. Li avranno bombardati di tranquillanti, come hanno fatto nello zoo "Non mi ricordo il nome dello zoo perché sono un tasso del miele(capirai la battuta solamente scrivento su google immagini honey badger meme)"

      Elimina
  2. L'ho pensato anche io appena ho visto quella scena...è patetico, e anche sapendo cosa sarebbe stato Billy world questa non me la sarei mai aspettata. Per non parlare poi dello stress che dovrebbero subire questi ipotetici cuccioli, nel rimanere tutto il giorno chiusi in un recinto affollato e venire continuamente toccati e infastiditi da orde di bambini.

    Marco M.

    RispondiElimina
  3. È palesemente un riferimento a "Piedino" della famigerata serie di cartoni "Alla ricerca della valle incantata".
    In questi casi, per salvare l'incauto bimbo chiamerei Sanajeh: http://journals.plos.org/plosbiology/article?id=10.1371/journal.pbio.1000322

    RispondiElimina
  4. [sarcasm mode on] Secondo me i blogger di SVPOW impazzirebbero di gioia avendo la possibilità di abbracciare un sauropode, e se in quel recinto C fosse stato un giovane theropode non Aviano tu stesso saresti stato il primo a volare in costarica sprezzante del pericolo pur di abbracciarlo e coccolarlo

    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. [sarcasm mode one]: ho una nipotina, se voglio coccolare un vertebrato ho lei. I dinosauri non suscitano quel genere di sentimenti in me. Sarebbero interessantissimi da osservare, ma non ho mai avuto bisogno di un animale da compagnia.

      Elimina
    2. Dai, se avessi la possibilitá di coccolarr un paffutissimo dromeosauridae (non pericoloso per un motivo o per un altro) non lo faresti? Non hai mai avuto un cagnolino/one Cau? :D

      Mauro

      Elimina
    3. No, ripeto, non vedo gli animali in quel modo. Mai avuto un cane.

      Elimina
    4. PS: un dromaeosauride sarebbe fondamentalmente un enorme pollo, non un cane. Siccome escludo che la maggioranza delle persone consideri i polli come animali da compagnia (c'è chi lo fa, ma sono una piccola minoranza), non vedo come mai un dromaeosauride dovrebbe essere considerato "paffutissimo" più di uno struzzo o un emu, animali che nessuno si sogna di coccolare...

      Elimina
    5. Un Dromaesauridae sarebbe probabilmente più paffuto di un pollo. (imho)

      Comunque sei un po' freddo dentro :S

      Elimina
    6. Quando la paffutezza lascerà tracce fossili ne discuteremo.

      Quando avrò la febbre ti farò sapere.

      Elimina
    7. Mi sto rotolando per terra XD

      P.S. le mie ultime due galline erano state promosse ad animali da compagnia per meriti di "servizio" (han fatto uova per ANNI dopo le altre, quando han smesso ormai nessuno in casa avrebbe avuto il coraggio di mangiarsele) e devo dire che erano "caruccie" in veste di "pets".
      Ok stop alla divagazione XP
      Davide

      Elimina
    8. Bhè, io avevo addomesticato un gallo un paio di anni fa. Da quando era un pulcino aveva imparato a fidarsi di me, e da adulto (un bestione di 8 kg) era aggressivo con tutti tranne che con me, si faceva coccolare e adorava essere accarezzato sulle piume setose del collo (purtroppo per le troppe ferite provocate a gambe e braccia degli operai gli altri membri della mia famiglia decisero di fucilarlo).
      Ok, mi rendo conto di essermi spinto troppo fuori tema, tornerò coi miei ricordi in un momento più opportuno.

      Marco M.

      Elimina
    9. OUCH! brutta storia un galllo di 8 kg che ti salta addosso....visto e provato pure io...

      Davide

      Elimina
  5. Senza contare che almeno alcuni rettili vegetariani di oggi (e.g. le iguane) da piccoli sono insettivori, quindi sono ben in grado di assestare un morso, che non sarebbe proprio indolore.

    Gualtiero

    RispondiElimina
  6. Kids getting tail-whipped by sauropodlets now that is a scene I would like to see!!

    RispondiElimina
  7. Sinceramente, oltre per il lato scientifico (ma quello oramai è andato a farsi benedire da quando 'sto film è stato immaginato) la scena è orribile anche per come è impostata. Bambini a briglia sciolta gettati in questo recinto pieno di piccoli dinosauri che vengono rincorsi da 'sti marmocchi indemoniati. Non mi da un senso di gioia, ma di angoscia.

    Giuseppe Mennella

    RispondiElimina
  8. testo ridicolo che si attacca a tutto pur di fare polemica..
    Cau stai avendo un periodo sicuramente D' ORO !
    In qualche modo cavalchi l' onda di JURASSIC WORLD per fare polemiche cantandotela e suonandotela da solo ...

    Queste scene, in questo film, sono da prendere ( artisticamente ) come metafore.
    Scene in cui si sottolinea un luogo dove ormai non ci sono freni pur di fare soldi . .
    Dove si arriva a gettare in pasto al pubblico anche i cuccioli..
    E ovviamente poi tutto verrà punito dalla catastrofe..
    Nulla di originale, ma il succo è questo.
    Ed è un film !
    Capisco le spiegazioni scientifiche sull' anatomia sbagliata e altro .

    Ma questa dei cuccioli è proprio una polemica forzata giusto per farsi vedere AL DI SOPRA DI TUTTO E TUTTI e voler essere contro il film.
    E sentirsi intelligentemente preparato in materia,,.,
    Ma in questo modo perdi tutta la magia, anche infantile, del momento e ti rendi ridicolo ..
    Mi fai solo crepare dal ridere.


    Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me, Tony, invece tu ti stai rosicchiando i coglioni perché non sopporti che 'sto film, garantito, faccia cagare anche se nessuno lo ha ancora visto, perché così è e tu sei probabilmente un 35enne che vive ancora con la mamma e che colleziona giocattoli dozzinali di ipotetici dinosauri sperando che la saga JP arrivi all'episodio 54 nel giro di pochi anni.

      Cau, scusa il linguaggio, ma quando una la deve dire la deve dire.

      Tony Soprano.

      Elimina
    2. guarda ho problemi , fisici, di altro genere beeen più seri purtroppo.
      E se faccia cagare o meno voglio solo godermi un bello spettacolo di dino mostri in CGI in modo spensierato..

      Rosicare per ste cose mi fa solo ridere !

      Tony

      Elimina
    3. Quando uscì JP3 tutti a criticarlo. Tutti pronti a fare gli scienziatoni della domenica per spiegare quanto fosse impossibile che il Tirrex potesse essere ucciso dallo Spinozilla.
      Tutti a sentenziare che gli pteranodonti avessero i denti.
      Tutti a fare gli anatomisti che i raptor non ci avevano la cassa di risonanza.

      Ma JW, non sia mai a toccarlo, eh! Dovesse sul serio essere un'altra delusione?
      Comunque sia, se 'ste cose ti fanno ridere, allora di che ti lamenti? Almeno ti fai due grasse risate mentre noi "rosiconi" ci lamentiamo! :D

      Giuseppe Mennella

      Elimina
    4. Ma infatti, se il dott. Cau fa le sue analisi, chi ti impedisce di gustartelo comunque in modo spensierato? In fondo, non ce l'hai attaccato al culo che ti urla all'orecchio che JW fa cagare anche quando sei al cinema. Dico, torna a giocare con i dinosauri di gomma radioattiva made in china nella tua cameretta e pensa a cose più serie.

      Tony Soprano

      Elimina
    5. x Tony
      Secondo me invece la polemica dei cuccioli sta ad una spanna sopra le altre per il semplice fatto che, esattamente come ha detto Mennella, la scena in questione ha il demerito (ben più triste di inaccuratezze scientifiche) di mostrare un'attività che fa venir la pelle d'oca a chiunque abbia un minimo di dimestichezza con qualsivoglia animale domestico o meno che sia.
      Certo, in "film mode" non mi fa (ne mi farà) ne caldo ne freddo, ma a mente puramente fredda mi fa cascare le balle.
      Davide

      Elimina
    6. A me fate solo ridere. Plauso a Tony. ...purtroppo il dottor Cau deve tenere alti gli ascolti e non sapendo cosa scrivere.....allora si attacca a Jurassic world. ..il prossimo post te lo consiglio io. Il t Rex non ha quel verso...ma ha un verso più cupo. Che tristezza.....e poi filmaccio? Ma se le prevendite sono tutte prenotate? Vedremo se sarà o no un successo e non dare Dell ignorante alle persone che vogliono gustarsi un bel film con dinosauri o mostri...o quello che cavolo sono....tony ha spiegato benissimo il concetto. E un film un opera artistica e non un documentario....perciò basta...oppure continua almeno scrivi quattro cavolate contro il film...sennò che potresti scrivere dato che notizie serie non ne hai. Billy word blog chiamalo così. ...almeno ha più senso e tutti ci facciamo 4 risate. Matteo

      Elimina
    7. Beh infatti è probabile che T.rex non ruggisse affatto.
      Da appassionato sia di paleontologia che di cinema, mi viene da ridere a sentir difendere questo film trash su entrambi i fronti. Poi da quando il successo è indice di qualità?

      Elimina
    8. Ma anche senza il tuo suggerimento è garantito che Tyrannosaurus non ha quel verso, e per ricollegarci ai post di questi ultimi giorni, così come hanno preso ispirazione (wé, che fantasia!) dai moderni ed enormi mammiferi africani per l'aspetto di sauropodi, ceratopsidi&co., hanno utilizzato un mix di ruggiti ed altri suoni di mammiferi per realizzare quello dei theropodi del film. Veramente una fantasia sconfinata. Ora, perché non ispirarsi agli arcosauri? Ok, un T, trattino, REX che fa il verso di un casuario non fa paura per gente come voi, e magari e anche poco probabile, ma se facesse i versi di un coccodrillo, ci sarebbe da farsela addosso alla grande.

      Guarda qui, dinomaniaco di quinto livello: https://www.youtube.com/watch?v=8Hye31i3cUI

      Che poi, Tony e Matteo, avete già fatto la fusione per raggiungere il livello di superdinomaniaco e cavalcare l'Indominus?

      The Real Tony Soprano

      Elimina
    9. Io continuo a chiedermi perché, ai tempi di JP3, tutti coloro che ora "difendono" 'sto film, erano soliti scrivere invettive anche personali nei confronti di Jack Horner, e invocare la "Scientia" (cose da bar, ovviamente, non sia mai che si citassero fonti autorevoli) per dimostrare non solo quanto fosse impossibile che il loro idolo, l'onnipotente Tirrex, potesse essere sconfitto dal nuovo dinosauro di turno, ma anche per sottolineare come quest'ultimo fosse stato pompato e anatomicamente scorretto.
      Comunque sia, leggere che Theropoda.blogspot ha bisogno di "tenere alti gli ascolti" è qualcosa di semplicemente assurdo (e sopratutto fuori contesto).

      Giuseppe Mennella

      Elimina
    10. "Comunque sia, leggere che Theropoda.blogspot ha bisogno di "tenere alti gli ascolti" è qualcosa di semplicemente assurdo (e sopratutto fuori contesto)".
      peggio è gratuitamente insultante e dà conto del livello surreale raggiunto...

      Emiliano

      Elimina
  9. Iniziavo a preoccuparmi che non commentasse nessuno per ricordarmi - per la millesima volta - che JW è un film, e per far sapere a tutti che vuole godersi quel film, e per farci capire che quel film non deve essere criticato perché chi lo fa è arrogante e spocchioso.
    Tony, ho scritto un post proprio per te. Non ora, ma due settimane fa: http://theropoda.blogspot.it/2015/05/piumare-lincredulita-senza-sospenderla.html

    La prevedibilità dei dinomaniaci ormai rasenta la noia.

    RispondiElimina
  10. sarà il mio ultimo intervento in tema JP (spero).
    ammetto il mio stupore: credo che la comunità dei Dantisti non si irriterebbe a questi livelli se qualcuno si mettesse a criticare (in senso tecnico) la Divina Commedia dal punto di vista scientifico, teologico o filosofico mostrandone rispettivamente
    1) l'inconsistenza (Dante aspira anche a compendiare verità scientifiche secondo le conoscenze dell'epoca) o per lo meno il non aggiornamento
    2) la non accettabilità di molte posizioni (indulgenze, esistenza del purgatorio, punizione eterna, dannazione dei virtuosi non credenti etc ... la maggior parte delle posizioni sostenute nel poema - e che spesso avevano creato problemi di coscienza a Dante - sono superate dalla moderna teologia
    3) l'ingenuità e la mancanza di originalità (Dante fondamentalmente si rifà alla scolastica tomisitca che era "la" filosofia del tempo)
    ecco credo che i dantisti accetterebbero le critiche e, poi, continuerebbero a studiare e leggere la Divina Commedia.
    se invece qualcuno si mettesse a criticarla dal punto di vista estetico (cosa plausibile e anche auspicabile per diana: non esistono moloch intoccabili ) be', se le critiche fossero di spessore si avvierebbe una polemica di livello adeguato, mentre se le critiche non fossero di spessore semplicemente farebbero finta di nulla.
    invece se lo stesso tipo di analisi viene condotta su JP si scatena l'ira un po' poco comprensibile dei fan ( lo sarebbe se si invocasse la censura dl filme, cosa che nessuno si sogna nemmeno lontanamente di fare).

    faccio un altro esempio, più personale. Quest'estate ho letto Horcynus Orca, un romanzo che ho trovato magnifico nonostante (per quello che so e ho potuto appurare) sia pieno di imprecisioni scientifiche sui cetacei (che sono protagonisti "mitici" del testo - dal quale non ha senso cercare di trarre informazioni valide sulla virta dei cetacei, ma dal quale nessuno si sognerebbe di trarne dato che non si presenta come testo con pretese di realismo nè di credibilità scientifica) - bene non mi scandalizzerei se un biologo marino ne facesse una disamina critica allo scopo di chiarire le inesattezze scientifiche e nemmeno se trovasse pessimo il romanzo o non riuscisse a leggerlo in virtù di quelle imprecisioni...io continuerei a leggerlo e a goderne: non ho bisogno di certificati altrui per godere di una cosa nè di rifiutare i punti di vista critici degli altri (che si, si possono anche cogliere capire e non condividere, oppure perfino condividere pur continuando a mantenere il proprio attaccamento emotivo a qualcosa, ma con consapevolezza) per poter mantenere i miei punti di vista... posso esercitare perfettamente la famigerata sospensione dell'incredulità anche se ( o forse ancora meglio se) di una data opera mi vengono spiegati da tecnici di altre discipline (nel nostro caso la paleontologia) limiti relativi alle loro discipline.

    nessuno sta chiedendo di non vedere un film nè di non goderne in santa pace, semplicemente si esercita la libertà di critica (per di più non nel merito dell'estetica del film, ma nel merito degli eventuali contenuti scientifici dello stesso - che sono due cose perfettamente distinte) nei confronti di qualcosa. nel caso non si fosse d'accordo (ci mancherebbe altro!) bisogna però rispondere nel merito (che non è l'estetica, ma la paleontologia) con competenza...

    come postilla finale: invocare i numeri del botteghino per valutare la qualità di qualcosa non è mai un buon metro - con quel metro credo che "50 sfumature di grigio" surclasserebbe la "divina commedia", la "recherche" di Proust, "Ulysses" di Joyce, "le onde" di Virginia Woolf, ma anche "Il pasto nudo" di Borroughs e forse i racconti di Lovercraft e Poe...

    Emiliano

    RispondiElimina
  11. guarda quest'altro che tira fuori la divina commedia...oh signur....che roba. matteo

    RispondiElimina
  12. un argomento per favore, uno che sia uno, uno solo... era un esempio paradossale per dire che nemmeno di fronte ad un indiscusso capolavoro si scatenano simili reazioni di lesa maestà: hai letto il post o ti limiti alla celebrazione della tua ignoranza?
    Emiliano

    RispondiElimina
  13. E i piccoli di Triceratops cavalcati come pony......?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi, dalle proporzioni non sembrano giovani ceratopsidi, ma tartarughe delle Galapagos...

      Elimina
  14. A forza di fare polemiche cinematografiche credo che ci stiamo perdendo la vera lezione del post, per la quale il film è solo uno spunto
    È solo la ns percezione mammaliana a farci considerare scontato che un cucciolo sia per forza "coccoloso".
    Il ns ospite ci dice che non possiamo applicare questo stereotipi a un dinosauro automaticamente.
    Poi tralasciamo che io ho sempre trovato molti piccoli di dinosauro adorabili. Ci passavo le ore dietro i paperotti di mia nonna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di spunti nel post ce ne sono parecchi per la verità...
      Emiliano

      Elimina
    2. Comunque qualsiasi cucciolo di grosso mammifero può essere molto pericoloso, sovente più di un adulto. Per non parlare dei sub-adulti.
      Un pony di un anno non è un cucciolo coccoloso da lasciare in mano ai bambini, ma il terrore di ogni insegnante in gita. Mordono, scalciano, e quant'altro.
      E per esperienza vi dico anche attenti alle capre, leccano le mani dei bambini fino a farle sanguinare se c'è qualche residuo di cibo, specie salato, sopra.

      Insomma gli animali, specie se grossi, possono essere pericolosi, anche se domestici o addomesticabili.

      Valerio

      Elimina
    3. stavo più o meno per dirlo io, anche se avendo poche esperienze dirette non ne ero così sicuro ... l'idea del cucciolo è più una proiezione antropomorfizzante temo ( e si ho avuto cani e adorato i loro cuccioli, per carità...)
      sulla pericolosità tout court, be' io non mi avvicino serenamente nemmeno ad una pecora, figuriamoci una mucca o un cavallo... ovvio sono un cittadino, ma non conoscendone abitudini e caratteristiche ovviamente sono piuttosto guardingo. e comunque anche un tenero coniglietto può dare morsi mooolto dolorosi!
      Emiliano

      Elimina
    4. Io ho avuto una bellissima infanzia in campagna, circondato da molti animali, ed ho imparato una cosa: nessun animale è "docile", e ciò non significa che sia "cattivo", bensì che ha sempre una componente di imprevedibilità che, specialmente se coinvolge i bambini, rende ogni animale potenzialmente pericoloso, e ciò non necessariamente perché aggressivo.

      Elimina
  15. Michele tv18/5/15 17:17

    Ciao Andrea:
    sto seguendo il tuo blog da anni, e ho sempre notato una mega differenza tra il numero di commenti su post come questo e quando invece descrivi un nuovo fossile (spesso un frammento) di qualche dinosauro!
    già da questo si capisce molto. ogni tanto uno serio che fa delle buone osservazioni, qualcun altro probabilmente ci studia anche lui.
    io personalmente post come questi li trovo anche divertenti, ma l'argomento dinosauri che tanto mi appassionava nelle immagini del grande schermo e soprattutto dei libri adesso si è ridotto in lettura del tuo blog e simili.
    dove ogni pensiero rivolto ai dinosauri si troverà ad essere riaggiornato categoricamente!


    si parla molto di jurassic world, ma che commento faresti per i paleontologi di quei documentari sui dinosauri usciti da pochi anni a sta parte? per me è normale che escano film del genere! magari ci sono sempre loro dietro le quinte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna vedo che la maggioranza dei lettori comprende il senso di questi post.
      Trovo alquanto ipocrita che persone che commentano solamente nei post su Jurassic Park poi si lamentano per gli argomenti del mio blog. Se non ci fossero i post sui dinomaniaci, probabilmente quei soggetti non frequenterebbero questo blog. Quanti dei "Tony" e "Marco" che vengono qui a dirmi cosa devo o non devo scrivere capiscono anche solo un decimo di quello che scrivo nei post non dedicati al film più bello del decennio? Invece di sputare bile solo perché "Oh Mio Dio! Cau bestemmia contro Il Santissimo Film che Hollywood ha creato per abusare della mia Nostalgia!", domandino a sé stessi perché una persona arrivi a sputare bile solamente perché altre si divertono a parlare in modo originale e alternativo di un filmetto senza anima e pessimi dinosauri in CGI.

      Ad ogni modo, suggerisco a quelli che si lamentano dei miei post di provare a scrivere un loro blog dove decantino la sublime bellezza dei "dinosauri" cinematografici. Ci provino, se sono capaci. E se in 8 anni raggiungeranno 1 milione e mezzo di visualizzazioni allora avranno diritto di dirmi come e cosa devo scrivere. Alla fine, quello che conta sono i fatti, ed il grande successo di questo blog è proprio il motivo per cui questi signorini vengono qui rabbiosi a lamentarsi: perché essi non sopportano che io scriva cose del tutto innocue e divertenti traendo spunto da un film, e questo sia apprezzato e compreso nelle sue motivazioni profonde da molti lettori.

      Abbiano le palle di fare il loro blog che rende giustizia a Jurassic World, invece di venire qui a sputare bile gratuita. Troppo facile commentare (spesso in modo anonimo o dietro pseudonimi).

      Elimina
    2. Michele, puoi farmi un esempio di questi documentari, che altrimenti la domanda è troppo generica...

      Elimina
  16. "E se in 8 anni raggiungeranno 1 milione e mezzo di visualizzazioni allora avranno diritto di dirmi come e cosa devo scrivere"
    sinceramente no ... nessuno è nella posizione di poter dire a qualcun altro cosa deve e cosa non deve scrivere, almeno finchè quello che scrive non infrange nessuna legge...
    la libertà d'espressione non è nella forza dei numeri - lo so che il tuo è un espediente retorico, ma è sempre meglio essere chiari... la libertà d'espressione va presa sul serio, anche perchè sappiamo tutti benissimo che non sempre la maggioranza ha ragione.
    Emiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece penso che uno acquisisca il diritto di dire ad altri come deve fare qualcosa (non al fine di imporre, ma di dare un consiglio meritevole di essere ascoltato) solo dopo che nei fatti avrà dimostrato di essere un interlocutore valido. Nei fatti, nell'esperienza e nel concreto si misura il valore delle parole. Non è vero che tutte le opinioni sono meritevoli. Per esempio, un commento da un blogger di fama e doti come Naish non è allo stesso livello di un commento di un anonimo che si limita a piagnucolare. Metterli allo stesso piano significherebbe degradare il valore del primo e alzare quello del secondo. Io credo ancora nel merito, cosa che in Italia è abbastanza inesistente, anche nell'ambito dei commenti nei blog.

      Elimina
    2. non penso affatto che tutte le opinioni siano meritevoli anzi... praticamente ho detto il contrario e che la qualita' non coincide con la quantita'.
      se io domani aprissi un nlog per dinomaniaci probabilmente potrei totalizzare valanghe di visite, ma continuerei a esprimermi da incompetente e nonostante la massa di followers non guadagnerei il dirittp di dirti cosa scrivere.
      en passant se leggo il tuo blog e' perche' ho letto due tuoi ebook e li ho trovati seri comprensibili ma non compromissori. non ti seguo certo per il numero di visualizzazioni...
      un po' difficile via smartphone
      Emilia.o

      Elimina
  17. Una domanda che ha parzialmente a che fare con il post: ho letto in giro che l'uso della coda come arma tra i sauropodi (mi riferisco a quelli con la coda sprovvista di "mazza" ossea) non sia stato confermato dai reperti fossili,per la mancanza di traumi sulle vertebre della coda.

    È così?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esistono numeri esemplari di sauropode con lesioni nelle vertebre caudali. Ad esempio, esattamente sotto il mio ufficio da dove sto scrivendo c'è uno scheletro di Diplodocus con due vertebre caudali patologicamente fuse assieme. Pertanto, la seconda parte del tuo commento è smentita dai fatti. Che poi quelle lesioni/patologie possano essere dovute a cause differenti dall'uso della coda come arma, è lecito. In ogni caso, aldilà delle speculazioni basate su analoghi moderni, ogni ipotesi è difficile da testare.
      Tieni presente che, in teoria, una coda adatta a funzionare come arma NON dovrebbe lesionarsi nell'uso per la quale è stata selezionata evolutivamente...

      Elimina
  18. Michele TV19/5/15 20:45

    Bè non volevo fare nomi: comunque parlavo di Clash of the Dinosaurs, o Planets Dinosaurs per fare due esempi, se non ricordo male avevi fatto qualche commento in merito ai documentari sui dinosauri, soltanto che ci sono queste interviste, o meglio recite di paleontologi che ti raccontano la vita e tutto quello che facevano o potevano fare.
    sotto ad ogni nome si legge, paleontologo all'università di...,magari vengono pagati (e magari anche bene) dai registi di quei "documentari" o film che siano!

    tu accetteresti la proposta di collaborare per un film di dinosauri (magari italiano addirittura) in cambio di un lauto compenso? sapendo però che devi far vendere il prodotto alla gente!!
    immagina il regista che ti dice; "dott. Cau deve essere un prodotto che si vende!!!!!"

    RispondiElimina
  19. Michele tv19/5/15 20:49

    adesso che ci penso, i documentari citati saranno usciti più di qualche anno a sta parte!!!

    RispondiElimina
  20. La faccenda è più complessa del semplice "parlare in un documentario", dato che si tratta di un processo a più fasi, di cui la vera e propria intervista al paleontologo è solo un tassello ampiamente modificato in post-produzione in modi spesso al limite del disonesto: http://theropoda.blogspot.it/2009/12/pessima-divulgazione-no-disonesta-e.html

    RispondiElimina
  21. Michele tv19/5/15 22:24

    vedo l'argomento dinosauri in due facce.
    la prima fatta di fantasticherie senza limite, speculazioni, ed i soliti signori del profitto

    la seconda e molto complessa, fatta di manipolazioni di dati (basati su particolari anche irrilevanti), teorie che rimangono tali da essere diversificate e ugualmente attendibili da creare infiniti dibattiti. trattati lunghissimi su un solo particolare fossile.
    novità inaspettate!!!!! diciamo qualche regalo per voi!!!

    ho avuto il piacere di conoscere Emiliano Troco di persona, e in occasione mi ha mostrato alcune pagine del libro sullo studio dello Scipionyx samniticus!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed i trilobiti, i conodonti, gli antracoteridi, i placodermi e i lobopodi come li vedi?
      Ecco, se vedi i dinosauri allo stesso modo con cui vedi i nomi qui sopra, sei sulla strada giusta.

      Elimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -