22 giugno 2014

Uno squisito giovane Megaraptor

Ricostruzione del cranio giovanile di Megaraptor basate su nuovi resti (in bianco. Parti grigio chiaro basate su Orkoraptor e Aerosteon).
La scoperta di un esemplare relativamente ben conservato di Megaraptor, comprendente anche una buona parte del cranio, era già stata menzionata in un abstract un paio di anni fa. Finalmente, questo fossile è stato descritto e pubblicato, con particolare enfasi alla parte cranica (Porfiri et al. 2014), con la descrizione del postcranio rimandata ad una successiva pubblicazione.
L'esemplare è un theropode immaturo (come deducibile dalle suture neurocentrali aperte e dall'analisi delle sezioni istologiche) scoperto nella Formazione Portezuelo (Cretacico Superiore) dell'Argentina. La collocazione stratigrafica, in simpatria con Megaraptor, la presenza di sinapomorfie megaraptoridi e la presenza di una combinazione unica di caratteri condivisa con Megaraptor, indica che questo esemplare è da riferire a questo ultimo taxon.
L'esemplare comprende buona parte del cranio (premascellare, mascellare, alcuni denti, nasale, frontale, e parte del neurocranio), la maggioranza della colonna vertebrale, gli omeri e parte del pube.
Il premascellare è molto corto rispetto al mascellare e presenta un lungo ramo posterodorsale che delimita una narice esterna molto allungata. I denti premascellari sono incisiviformi è ben più piccoli dei denti mascellari. Il mascellare ha una regione preantorbitale molto allungata, è privo di concavità anterodorsale, presenta sia la finestra promascellare che mascellare (allineate verticalmente), una fossa antorbitale relativamente corta, nasali allungati ma non convessi dorsalmente, un frontale trapezoidale con una fossa sopratemporale molto estesa e bordata medialmente da una cresta sagittale, processi paroccipitali suborizzontali, recessi basioccipitali ben sviluppati, due fosse interne alla fossa basisfenoide separati da un setto marcato, cervicali opistoceliche ma dorsali anficeliche, coppie di recessi pneumatici separati da setti, un canale pneumatico nei processi trasversi dorsali e pleurocoeli estesi lungo l'intera serie vertebrale fino alle caudali anteriori. La maggioranza dei caratteri del cranio, per la prima volta noti in Megaraptora, è condivisa con Tyrannosauroidea ed è assente in Carcharodontosauria. La ricostruzione del cranio, difatti, ricorda molto i tyrannosauroidi longirostrini, come Alioramus e Xiongguanlong, così come la forma ed allungamento della narice esterna ricorda i proceratosauridi. L'allungamento e relativa gracilità del cranio di Megaraptor, sebbene possa essere in parte legata allo stadio giovanile, non stupisce, dato che il dentale di Australovenator già suggeriva che questi theropodi fossero relativamente longirostrini.
Non ho ancora aggiornato Megaraptor con questi dati, ma prevedo che la collocazione tyrannosauroide di Megaraptora sarà ulteriormente rafforzata da questi dati, così come risulta dall'analisi di Porfiri et al. (2014).
Nota su un dettaglio del risultato dell'analisi di Porfiri et al. (2014): Eotyrannus risulta nella loro analisi un membro di Megaraptoridae. Questo risultato sarebbe molto significativo, dato che estenderebbe Megaraptoridae nella prima metà del Cretacico Inferiore ed in Europa. Tuttavia, i due caratteri a sostegno di tale posizione (presenza di cervicali opistoceliche e di pleurocoeli dorsali) sono assenti in Eotyrannus (Naish e Cau, in prep.), che quindi risulta codificato erroneamente in quella analisi. Pertanto, ritengo tale risultato particolare errato: Eotyrannus è probabilmente esterno a Megaraptora.

Bibliografia:
Porfiri JD, Novas FE, Calvo JO, Agnolin FL, Ezcurra MD, Cerda IA. 2014. Juvenile specimen of Megaraptor (Dinosauria, Theropoda) sheds light on tyrannosauroid radiation. Cretaceous Research 51: 35-55,

6 commenti:

  1. Tu che ci dici?

    http://scienze.fanpage.it/il-pollo-sauro-esiste-davvero-lo-hanno-scoperto-gli-scienziati/

    E. Longo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già trattato in passato: http://theropoda.blogspot.it/2014/03/anzu-e-la-risoluzione-dei-caenagnathidi.html

      Elimina
  2. Hello,

    So is the post on Megaraptoran affinities you announced some time ago still coming? ( Not neccesarily soon, but maybe sometimes later?)
    I seemed to me that in the unlabeled version of your Megamatrix that they already shifted away from Carnosauria, but of course that is a puzzle work oft mine.

    Best Regards,

    Jan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Since my dataset is currently involved in a series of papers in preparation, I avoid mentioning details of the analysis here.
      Wait for the papers.

      Elimina
  3. Well, I did not want details,
    just a confirmation that its coming, but thank you very much.
    Also, congratulations on those papers. Keep up the good work.

    RispondiElimina
  4. E 'sicuramente il mio dinosauro preferito. Molto interessante lo ha descritto, per la quale ringrazio imparato alcune cose interessanti su di lui :)

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -