10 novembre 2013

Lythronax vs Teratophoneus

Siccome sto vedendo online, in vari siti, che si fraintendono (o, semplicemente, non si leggono le fonti relative) le ricostruzioni di tyrannosauridi dallo Utah realizzate da Lukas Panzarin, penso sia doveroso un chiarimento. E siccome nessuno è più pedante e lezioso del sottoscritto nel fare questi chiarimenti (se non altro perché i miei emuli tendono ad essere molto più grossolani delle fonti stesse da cui traggono gli errori), ecco il post su Teratophoneus e Lythronax.
Fotocomposizione delle due ricostruzioni di tyrannosauridi dallo Utah realizzate da Lukas Panzarin. Le due teste sono scalate approssimativamente in base agli olotipi di Lythronax (da Loewen et al. 2013) e Teratophoneus (da Carr et al. 2011). Un simile accostamento, nella realtà, sarebbe stato impossibile.
Online, può capitare di incontrare queste due ricostruzioni di Lukas, separatamente, e leggere entrambe attribuite a Lythronax. Ciò è sbagliato: quella in primo piano è una ricostruzione di Teratophoneus.
La ricostruzione del cranio dell'olotipo di Lythronax (Loewen et al. 2013, fig. 2) risulta lunga circa 75 cm. La ricostruzione del cranio dell'olotipo di Teratophoneus (Carr et al. 2011, fig. 2) risulta lunga circa 60 cm. L'olotipo di Teratophoneus è subadulto (Carr et al. 2011), mentre non è chiaro a quale stadio di crescita riferire l'olotipo di Lythronax, sebbene pare plausibile che fosse perlomeno subadulto, se non ad uno stadio di crescita più avanzato. L'esemplare riferito di Teratophoneus in Loewen et al. (2013, fig. 3) ha un cranio lungo approssimativamente come quello dell'olotipo, ed è associato a resti postcraniali di un individuo non completamente maturo ("subadulto"): pertanto, gli esemplari delle due specie potrebbero non essere morti a stadi di crescita simili e non si può escludere che i due taxa avessero dimensioni adulte comparabili.
Il dettaglio appena citato sarebbe da marchiare col fuoco sulla fronte di tanti "paleofili" lobotomizzati da internet, i quali dimenticano che non esistono solo esemplari adulti di dimensioni massime (anzi, questi sono, per definizione, una ristretta minoranza degli individui esistenti). Pertanto, dato che, in assenza di un numero di campioni sufficientemente grande per i quali sia noto lo stadio di crescita (ovvero, nel caso dei dinosauri: PRATICAMENTE SEMPRE) è impossibile conoscere la distribuzione delle dimensioni corporee nella popolazione a cui apparteneva il singolo (o pochi) esemplari a nostra disposizione, si conclude che ipotizzare le /speculare sulle / blaterare delle dimensioni "adulte" o "massime" nella maggioranza delle specie di dinosauri è privo di fondamento, logica, e persino pudore.

Infine, dettaglio molto importante, i due generi provengono da formazioni distinte: Lythronax argestes proviene dalla parte inferiore del membro intermedio della Formazione Wahweap (Campaniano medio), ed è datato a circa 80 milioni di anni fa; Teratophoneus curriei proviene dal membro intermedio della Formazione Kaiparowits (Campaniano superiore), ed è datato a circa 75 milioni di anni fa. Non sono coevi, né più né meno di quanto voi, lettori, siate contemporanei a degli esemplari di Ardipithecus.

Il post è solo una scusa per mostrare le due ricostruzioni affiancate...

Bibliografia:
Carr TD, Williamson TE, Britt BB and Stadtman K. (2011). Evidence for high taxonomic and morphologic tyrannosauroid diversity in the Late Cretaceous (Late Campanian) of the American Southwest and a new short-skulled tyrannosaurid from the Kaiparowits formation of Utah. Naturwissenschaften in press. doi:10.1007/s00114-011-0762-7. 
Loewen MA, Irmis RB, Sertich JJW, Currie PJ, Sampson SD (2013) Tyrant Dinosaur Evolution Tracks the Rise and Fall of Late Cretaceous Oceans. PLoS ONE 8(11): e79420. doi:10.1371/journal.pone.0079420.

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -