30 ottobre 2013

Fenomenologia del Grande Conflitto Orionide

Fonte: Wikipedia
Orione, il Gigante Cacciatore della mitologia greca, è anche il nome di una delle costellazioni più facili da identificare. Da Orione deriva il termine Orionides, il nome (recentemente istituito) di un sottoclade di Tetanurae, comprendente Megalosauroidea, Allosauroidea e Coelurosauria. Pertanto, mescolando i temi, al centro di Orione sono tre grandi stelle: Spinosauridae, Carcharodontosauridae e Tyrannosauridae. 
Bizzarra associazione? Non direi.
Da tempo, ormai, questa mescolanza di temi e concetti vive nella rete: il Grande Conflitto Orionide (GCO). 
GCO è una chimera memica che mescola elementi della mitologia (la lotta tra giganti di tempi antichi) con elementi paleontologici. Il GCO è quindi una creature culturale, non naturale, nonostante che coloro che ne parlano tendano a discuterne come se fosse un fenomeno naturale. 
Il GCO viene descritto come se fosse una lecita questione scientifica, e viene "argomentato" usando concetti scientifici, quali la lunghezza, la massa, la forza, la resistenza. Nato come miscellanea di concetti da ambiti differenti, il GCO usa termini della fisica per descrivere (in un riduzionismo estremo) la biologia dei dinosauri. Inoltre, introduce un nuovo parametro "misurabile", la vittoria (V), definita come una funzione che associa ad una coppia di esemplari astratti di due taxa (x, y) uno dei due esemplari, secondo un non ben definito algoritmo chiamato "conflitto interspecifico" (CI).
Quindi, formalmente, GCO è una descrizione qualitativa di V=CI(x, y), con x, y due individui di Metazoa, preferibilmente Vertebrata, meglio ancora se Orionides.
Siccome GCO non è per niente un fenomeno naturale, è ridicolo risolverne il valore V in base a parametri naturali. GCO è un fenomeno culturale, e quindi va risolto secondo le leggi che regolano i fenomeni culturali. 
Pertanto, affermare che "Spinosaurus vincerebbe contro Tyrannosaurus perché di massa maggiore" è una completa scemenza, mentre affermare che "Spinosaurus vincerebbe contro Tyrannosaurus perché è la più spietata macchina di morte della storia contro cui nessuno può resistere!!!1!!" è sensato e meritevole di essere scritto
La consapevolezza di ciò è la chiave per risolvere il GCO in modo ragionevole.

PS: sono sicurissimo al 100% che il senso di questo post, sopratutto la conclusione, sarà frainteso dalla maggioranza dei lettori.

7 commenti:

  1. Quindi, il termine Orionides è stato istituito proprio in riferimento alla cintura di Orione?

    Simone

    RispondiElimina
  2. Ad Orione, il cacciatore gigante, non alla sua cintura.

    RispondiElimina
  3. Ok, grazie. Io pensavo fosse un riferimento alle tre stelle della cinta. Certo è che i nomi mitologici sono sempre bellissimi.
    Simone

    RispondiElimina
  4. Ma quindi, il GCO, è solo un fenomeno culturale e ridicolo in ambito scientifico?

    Marco

    RispondiElimina
  5. Dubitavi? Conosci un articolo scientifico che discuta di conflitti tra grandi theropodi?

    RispondiElimina
  6. esiste davvero una "cosa" che si chiama grande conflitto orionide? per fortuna lo ignoravo...leggendo il titolo del post pensavo si riferisse a qualcuna delle molte credenze relative ad alieni (rettiliani, grigi e compagnia cantante...)

    Emiliano

    RispondiElimina
  7. mmm la stanchezza fa brutti scherzi... è un tuo temine per indicare il fenomeno :)

    Emiliano

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -