24 settembre 2013

Yixianosaurus reloaded

Yixianosaurus (Xu e Wang 2003) è un theropode dal Cretacico Inferiore della Cina noto esclusivamente per una coppia articolata di arti anteriori e corrispondente cinto pettorale (e alcune coste).
In un vecchio post del 2008, l'immissione di Yixianosaurus nella versione di allora di Megamatrice lo collocava in Troodontidae (a quel tempo, parte di Deinonychosauria). Recentemente, Dececchi et al. (2012) hanno rivalutato l'esemplare, ed immesso in un'analisi del TGW, dove risultava un maniraptoriano basale esterno ad Oviraptorosauria + Paraves.



Xu et al. (2013) ridiscutono le affinità filogenetiche di Yixianosaurus, e contestano l'interpretazione dell'esemplare proposta da Dececchi et al. (2012). Gli autori evidenziano che le presunte plesiomorfie maniraptoriane non siano evidenti nell'esemplare, che alcune delle quali siano di fatto dovute a fattori preservazionali, e che l'esemplare presenti sinapomorfie paraviane, come la scapola corta e gracile rispetto all'omero, la morfologia della regione distale delle penultime falangi e degli ungueali. Le proporzioni falangeali sono simili a quelle dei paraviani. Gli autori ri-analizzano Yixianosaurus in un'altra versione della matrice del TWG e rinvengono Yixianosaurus in una politomia basale di Deinonychosauria.
Ho quindi ri-codificato Yixianosaurus in base alla discussione in Xu et al. (2013) in Megamatrice: esso risulta un Avialae relativamente basale, più derivato di Archaeopteryx e sister-taxon di Xiaotingia. Il nodo è relativamente robusto.

Bibliografia:

Dececchi TA, Larsson HCE, Hone D, 2012. Yixianosaurus longimanus (Theropoda: Dinosauria) and its bearing on the evolution of Maniraptora and ecology of the Jehol fauna. Vertebrata PalAsiatica 50(2): 111–139.
Xu X, Wang X.-L., 2003. A new maniraptoran dinosaur from the Early Cretaceous Yixian Formation of Western Liaoning. Vertebrata PalAsiatica, 41: 195-202.
Xu X, Sullivan C, Wang S. 2013. The systematic position of the enigmatic theropod dinosaur Yixianosaurus longimanus. Vertebrata PalAsiatica 51(3): 169-183.

3 commenti:

  1. Alessio Z24/9/13 20:11

    Ciao Andrea, vorrei farti una domanda che magari non è molto attinente con questo post ma mi è venuta guardando la foto: com'è possibile che si sia fossilizzato solo il cinto scapolare e gli arti anteriori senza che sia rimasto nient'altro dello scheletro (che so un paio di vertebre)? Se non vado errato non si ha avuto la stessa cosa con therizinosaurus? E in quel caso non è ancora più strano viste le dimensioni del reperto? (non so però se in quest'ultimo caso abbiano trovato altre parti della specie)
    Ti ringrazio per la risposta,

    Alessio Z

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo tu intenda Deinocheirus, non Therizinosaurus.
      Una spiegazione viene osservando il modo con cui si decompongono le carcasse degli uccelli. La prima parte a staccarsi è la testa dal collo. Poi si staccano le ali, specialmente perché la scapola non è fusa alle vertebra, ma mobile. In generale, quindi, le braccia possono staccarsi ed essere trasportate lontano dal resto del corpo. Se queste restano in parte collegate tra loro tramite lo sterno, possono quindi fossilizzare assieme ed isolate, come in questo fossile.

      Elimina
    2. Alessio Z25/9/13 23:08

      Chiedo venia per la mia confusione tra Deinocheirus e Therizinosaurus e grazie per la spiegazione completa e concisa.

      Saluti e continua così,

      Alessio Z

      Elimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -