03 agosto 2011

Aves e Avialae

Mi scrive in privato un lettore per chiedermi una mia opinione sulla definizione usata da Xu et al. 2011 (l'articolo su Xiaotingia) relativo alla loro definizione di Aves e se posso scrivere un post. Gli ho chiesto se posso citare il suo nome, ma preferisce restare anonimo. Poi spero che mi spiegherà in privato il motivo... Ad ogni modo, come vedrete, la domanda è così bizzarra che merita davvero un post.


Caro lettore, temo che tu non abbia mai letto l'articolo di Xu et al. (2011) e probabilmente, senza offesa, stai solo "scimmiottando" quello che (in modo un po' disordinato) è stato discusso sulla Dinosaur Mailing List.
Xu et al non menzionano minimamente Aves. Essi citano Avialae, di cui usano la definizione di Sereno (leggermente modificata da quella di Padian et al. 1999, a sua volta tratta dalla definizione originaria di Gauthier del 1986).
Avialae è definito originariamente come "branch-based clade" ovvero definisce una porzione di albero più prossima a un determinato taxon rispetto uno o più altri. Nella definizione originaria, era Avialae = "Aves > Deinonychosauria", con Aves = il crown-group, e Deinonychosauria = (Troodontidae + Dromaeosauridae).
Questa definizione è stata corretta in parte da Padian et al. (1999) ridefinendo Avialae = "Neornithes > Deinonychus". In questo contesto, Neornithes è quindi sinonimo junior di Aves sensu Gauthier (1986).
Sereno migliora ulteriormente la definizione sostituendo Neornithes con una specie: Passer domesticus, e usando due specie (Velociraptor mongoliensis e Troodon formosus) al posto di Deinonychus (anthirropus).
Onestamente, posso accettare l'uso di Passer domesticus (anche se l'ideale sarebbe Vultur gryphus) ma trovo inutile la sostituzione di Deinonychus (anthirropus). 
Ad ogni modo, a parte queste brevi disquizioni sul modo di definire i taxa di riferimento, l'Avialae di Xu et al (2011) è perfettamente coerente con l'originaria definizione usata fin dal 1986.
E comunque, Aves non è mai citato da Xu t al. (2011).
In breve, caro lettore, non capisco il senso della tua domanda, dato che mi chiedi una cosa che non esiste. Come ho detto prima, mi sa che non hai mai letto Xu et al. (2011) e ti atteggi a esperto di cose che non capisci.

Postilla - Una piccola nota sulla definizione di Aves: come ho scritto in un post, Aves ha tante definizioni. Nessuna di quelle presentate è perfetta, sia che usiate il nodo con Archaeopteryx (lecito e implicitamente usato dal 1861, sebbene svincoli il nome dalla combinazione di caratteri presenti nel crown-group) o il crown-group (lecito ma in contraddizione con un secolo di menzione di Archaeopteryx, Hesperornis e Ichthyornis in Aves); senza citare quella basata su apomorfie. Entrambe le filogenetiche hanno pregi e difetti, nonostante molti si ostinino a credere che la seconda definizione sia coerente con la neontologia, non lo è per niente con la paleontologia. Inoltre, scegliere la seconda perché così si associa il nome al gruppo di cui si conosce l'intera anatomia (i taxa attuali) è contradittorio con il concetto di definizione filogenetica, nella quale i nomi definiscono cladi e non apomorfie. Infatti, non possiamo sapere se e quante caratteristiche non-ossee del crown-group siano effettivamente autapomorfie dell'ultimo antenato comune del crown-group (anzi, ad essere onesti, è altamente improbabile che lo siano, a meno di non invocare un evento miracoloso), quindi la giustificazione "neontologica" è ridicola per un paleontologo. I caratteri di "Aves sensu crown-group", infatti, molto probabilmente non sono sinapomorfie di quel nodo, ma sono in buona parte simplesiomorfie, vanificando l'utilità citata dai fan di quella definizione
In breve, la scelta del clade a cui ancorare il nome Aves è arbitraria e storicamente contingente.
Ovvero, io non mi aggrego al carrozzone di quelli che si scannano per le definizioni filogenetiche: io prendo atto di quelle riconosciute dalla comunità scientifica e la applico, senza discutere troppo su di loro. Infatti, i nomi sono solo suoni arbitrari che applichiamo arbitrariamente alle cose. E a me  interessa di più parlare delle cose che dei nomi. I nomi li lascio a chi (più o meno) non sa parlare delle cose.

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -