04 agosto 2011

Boicottate Jurassic Park!







Credo sinceramente che a questo punto non si possa più tollerare alcunché! Lo so che certi registi sono "intoccabili", che certe produzioni cinematografiche sono come divinità sacrosante, e che orde di fanatici sarebbero disposti a immolarsi per la salvezza del loro feticcio se richiesto dai loro dei; ma ci sono limiti etici ai quali nessuno può trasgredire. Nessuno! E la foto qui sopra dimostra che i produttori, il regista e tutti coloro che sono coinvolti, sostengono e diffondono il nome e la fama di Jurassic Park hanno superato tale limite e sono quindi dei criminali! Non c'è licenza artistica e legge del businnes che può essere posta al di sopra dei basilari principi di civiltà e umanità che abbiamo conquistato in secoli di lotte e sacrifici. La foto qui sopra è il marchio dell'infamia eterna che da oggi fisseremo sul nome di Jurassic Park, sul suo regista e su tutto il mondo che vi gravita attorno.

Come vedete chiaramente dalla foto, la vistosa concavità sul margine posteriore della testa del povero animale al centro dimostra che esso ha subito una terribile mutilazione! All'animale, infatti, è stato asportato completamente il Musculus depressor mandibularis! Questa atroce e criminale crudeltà inferta all'animale ne ha di fatto inibito per il resto della sua sfortunata vita la possibilità di aprire la bocca (ed infatti, notate che nella foto l'animale ha le mascelle serrate).
Perché i produttori e lo staff del film ha così atrocemente mutilato un povero animale? Le esigenze sceniche sono più importanti dei diritti di una creatura innocente? Non esistono leggi a tutela degli animali coinvolti nel cinema?
Spero che, da oggi, boicotterete Jurassic Park e tutta la sua fabbrica di crudeltà verso gli animali.

15 commenti:

  1. Eh, no mio caro, come ci insegna Crichton i dinosauri non hanno diritti, sono animali estinti che abbiamo riportato in vita giocando a fare Dio.
    E mentre giochi a fare Dio puoi fare come ti pare, anche mettere i pezzi a casaccio (ornitorinco docet..)

    RispondiElimina
  2. Proviamo a stare al gioco...
    "Mio caro" lascialo stare, così come "giocare a fare Dio" :-)
    Se davvero queste fossero le parole di Crichton, egli avrebbe torto marcio: un individuo, indipendentemente da come è stato originato (naturalmente o "in provetta"), è un essere nuovo di zecca, e come tale un portatore di diritti come qualunque altro individuo.
    L'ornitorinco non insegna niente: esso è "a casaccio" solo dal nostro punto di vista antropocentrico ed eurocentrico.
    Ti assicuro che un Tyrannosaurus senza depressore mandibolare morirebbe di fame poco dopo la schiusa...

    RispondiElimina
  3. Era lo scopo primario della clonazione da parte della InGen, non potendo condurre test sugli animali, né sull'uomo, avrebbero ricreato i dinosauri per farci.. beh, un pò quello che gli pare. Il parco era solo un altro modo per guadagnarci.
    Ammetto che non sta in piedi ma alla fine mica l'ho scritto io il libro, io la vendo come l'ho comprata.

    Anche il senso del post, ovviamente, come gli altri riguardo Billy e il clonesauro, è condivisibile e corretto: se non può aprire la bocca non può mangiare poverino, non ci piove.
    Però se togliergli questo muscolo mi fa un Dino più slanciato e tanto più figo? Mi serve solo per un paio d'ore di pellicola, poi giuro che glielo rimetto...

    P.S. Ammetterai che un mammifero velenoso che fa le uova è un filino strano.. ;-)

    RispondiElimina
  4. Nessun dinosauro slanciato e figo: si tratta solamente di ignoranza anatomica pura (tanto per sfatare ancora una volta il falso mito che i dinosauri in JP siano stati fatti con tutte le conoscenza scientifiche dell'epoca... già allora si conosceva il depressore mandibolare: è l'ABC della muscolatura del cranio dei rettili): l'animale è mutilato, assurdo e brutto, esattamente come ricostruire un mammut senza guance e proboscide.

    RispondiElimina
  5. so che non dovrei scrivere troppo, un illustratore non deve parlare ma non riesco proprio a tenermi.
    astaroth (il tuo nome mi ricorda qualche personaggio di qualche videogame o sbaglio?):
    quello che dici è eresia.
    offendi più quelli come me che quelli come Cau.
    qua si parla infatti di "artisti" che ricostruiscono una animale.
    se la mancanza del muscolo è una svista, ok ci può stare, si tratta di persone grossolane che hanno sbagliato. ma se è deliberatamente scelto per esigenze estetiche è una bestemmia.
    pensa al bullterrier. fa paura. non pensi che anche un tirannosauro tutto bianco con occhi piccoli e non infossati, senza quell'orrendo cerchio nero di ombretto attorno agli occhi, senza che la bocca si veda fino al limite estremo della mandibola, ma con la faccia pienotta di muscoli e peluria farebbe paura lostesso?
    perchè dico questo?
    perchè so che ai produttori e agli spettatori interessa che faccia paura. già questo argomento è SBAGLIATISSIMO. intanto il tirannosauro non si era evoluto per spaventare un homo sapiens che si sarebbe sviluppato solo 70 milioni di anni dopo.
    secondo, il leone che è uno dei massimi predatori non fa paura finchè non ruggisce, e il gattino che noi accarezziamo è un leone.
    terzo, nè i produttori, nè gli spettatori hanno diritto di PRETENDERE NULLA. chi deve pretendere può essere solo il paleontologo, o al massimo qualcosina l'artista stesso (ma nel suo caso solo sul linguaggio del suo media senza andare in contraddizione con i dettami del paleontologo).
    quando chi pretende qualcosa è un ignorante il prodotto diventa automaticamente privo di valore.
    all'inizio, Cau, ero contro questo tuo modo di scagliarti contro filmetti per fanciulli, ma da come rispondono i lettori vedo che in realtà cè proprio bisogno di fare questa battaglia. io l'ho visto a 12-13 anni jurassic parc, e lo percepivo già coe una una cosa più simile a robocop, nightmare, o comunque un filmetto fatto per spaventare/emozionare.
    stessa cosa il film lo squalo, il primo. che è un film più riuscito di jp, e comunque, visto da bambino, non l'ho mai confuso con i documentari sugli squali. un film è un film, cioè non è vero e non ha scopo divulgativo.
    io sono degli anni 80, e anche da ragazzino distinguevo facilmente il target di un filmetto per stupire e divertire e il target di un documentario serio. mi sembra che al giorno d'oggi la gente non si renda conto più di niente, mi sembra che il loro approccio alla società sia sempre quello di un fanciullo e sia adulto solo nei confronti dell'argomento DENARO.
    adesso da artista mi sento di poter criticare jurassic park in toto:
    è un film brutto e banale, per bambini svogliati e per adulti non cresciuti. a parte i dinosauri (lascio a Cau criticarli) la struttura del film è orrenda. non è meglio dei goonies o di qualsiasi altra americanata per fanciulli. mi chiedo: ma quale è un bel film secondo voi?

    troco

    RispondiElimina
  6. Troco, quando ci rivedremo parleremo dei nostri film preferiti.

    RispondiElimina
  7. ragazzi: questo è uno splendido blog scientifico e tanto di cappello. ma finiamola con 'ste critiche a JP, non dovreste neanche sfiorare l'argomento.
    ma ti pare che in un blog di astronomia vadano a sindacare sul realismo di Star Wars?
    è SOLO un film, ed è un BEL film. struttura stupida un paio di palle: la storia è più banale rispetto al romanzo, questo sì, ma ti ricordo che i blockbuster di oggi non aspettano il secondo tempo prima di entrare nell'action dopo una prima parte di lenta spiegazione di storia e personaggi; solo questo piccolo dettaglio fa di JP un film sopra la media.
    cmq, ripeto, occupatevi di scienza e non di cinema.

    RispondiElimina
  8. Ahahahahaha! Adesso i lettori mi dicono cosa posso o non posso scrivere! :-)
    Rassegnatevi, io scrivo quello che mi va di scrivere (e voi siete liberi di leggere quello che vi va di leggere).
    Matt, questo post non parla di cinema, parla di adduttori mandibolari in una ricostruzione di Tyrannosaurus. Non fermarti all'apparenza, ma cogli il significato nascosto camuffato da post su Jurassic Park.
    Ti suggerisco di leggere questo vecchio post:
    http://theropoda.blogspot.com/2011/07/jurassic-park-terra-nova-theropoda.html

    RispondiElimina
  9. Perchè non andrebbe criticato Jurassic Park? Se gli animali presentano degli errori anatomici credo che questo blog sia il posto più adatto per parlarne.
    Che poi Andrea lo faccia sempre con tono aggressivo e polemico è nel suo stile, va accettato (o sopportato). A me diverte, perchè lo leggo come una provocazione e perchè credo di aver capito lo scopo di questi post. In questi anni ho imparato di più con le sue invettive che altrove.
    Non son d'accordo con Troco che svilisce JP come film. Nel suo genere lo considero un capolavoro, storpiato e sì svilito nelle versioni successive.
    E film come questo, proprio perchè epocali, vanno analizzati anche nel loro aspetto divulgativo. Nessuno prima era riuscito a farci vedere i dinosauri così. Se le analisi critiche servono a farci comprendere ancor meglio anatomia e comportamento di questi animali tanto di guadagnato. Non è certo un post intelligente ed ironico che mi impedirà di godermelo.
    Anzi, quasi quasi stasera me lo riguardo... ;-)

    Davide Bonadonna

    RispondiElimina
  10. "qua si parla infatti di "artisti" che ricostruiscono un animale."

    Artisti coadiuvati da esperti in materia dell'epoca che hanno ricostuito creature fittizie per un FILM.


    "se la mancanza del muscolo è una svista, ok ci può stare, si tratta di persone grossolane che hanno sbagliato. ma se è deliberatamente scelto per esigenze estetiche è una bestemmia."

    Ma cosa ne sappiamo se è stata una scelta stilistica? Potrebbe essere stata una carenza dovuta a ineguatezza della componente scientifica. Un buon paleontologo può anche non essere un buon paleoartista o no?


    "senza quell'orrendo cerchio nero di ombretto attorno agli occhi"

    Le 'occhiaie' sono tipiche delle creature di Stan Winstone ;)


    "perchè so che ai produttori e agli spettatori interessa che faccia paura. già questo argomento è SBAGLIATISSIMO."

    Si è un FILM che ha anche una componente 'horrorifica' atta a suscitare emozioni nel pubblico, nulla di sbagliatissimo, anzi il tutto è giustissimo e giustificato se pensiamo alle finalità per cui è nata quella pellicola.


    "secondo, il leone che è uno dei massimi predatori non fa paura finchè non ruggisce"

    E insomma... anche quando sbadiglia dai ;)


    "io l'ho visto a 12-13 anni jurassic parc, e lo percepivo già coe una una cosa più simile a robocop, nightmare, o comunque un filmetto fatto per spaventare/emozionare."

    Infatti è un film fatto con quello scopo. Poi se c'è gente che all'epoca per pubblicizzarlo ha sparso la voce che i dinosauri del film sono ricostruiti accuratamente... be è a lui che vanno date le colpe (mass media e via dicendo). Spielberg & Co hanno creato dinosauri 'fittizi' ad esempio che sputano veleno con l'unico scopo di creare dei mostri per spaventare il pubblico.


    "io sono degli anni 80, e anche da ragazzino distinguevo facilmente il target di un filmetto per stupire e divertire e il target di un documentario serio. mi sembra che al giorno d'oggi la gente non si renda conto più di niente, mi sembra che il loro approccio alla società sia sempre quello di un fanciullo e sia adulto solo nei confronti dell'argomento DENARO."

    La classica guerra generazionale. Oddio puoi anche avere ragione, però cavolo stiamo dipingendo una società di idioti.


    "adesso da artista mi sento di poter criticare jurassic park in toto:
    è un film brutto e banale, per bambini svogliati e per adulti non cresciuti. a parte i dinosauri (lascio a Cau criticarli) la struttura del film è orrenda. non è meglio dei goonies o di qualsiasi altra americanata per fanciulli."

    Uno dei migliori film fanta-horror degli anni '90. Comunque sarebbero argomenti da trattare in un forum di cinema.

    RispondiElimina
  11. Per fortuna c'è Davide che mi capisce ;-)
    Troco, Hulkolagus e tutti quelli accodati: per favore, smettete di parlare di cose che non rientrano nei temi del blog (critica cinematografica).

    RispondiElimina
  12. ho apprezzato un sacco quando hai spiegato gli errori anatomici dei dinosauri del film; questo accadeva 10-15 articoli boicottiamo-JP fa.
    la mia critica era rivolta al fatto che hai commentato la foto di un robottone di t.rex preparato da un povero tecnico per andare in scena, quasi come se fosse la foto di uno scheletro esposto in un museo con un errore evidente. mi sembra ridicolo.
    poi se era solo un modo indiretto per girare attorno all'argomento mandibolari... vabbè, fatto sta che JP torna fuori puntualmente.
    cmq complimentoni x il blog e tutto quanto, ti stimo lo stesso!

    RispondiElimina
  13. E' evidente che non hai colto l'ironia del post. La foto era perfetta per il post, mostrava benissimo l'assenza di quel muscolo nella testa e aveva la bocca chiusa, quindi l'ho fatto.
    C'è che capisce l'ironia e apprezzail post, e chi no. Amen, non è un dramma.
    @Matt:"vabbè, fatto sta che JP torna fuori puntualmente."
    E allora? Non si può? E' vietato? Devo chiedere il permesso a qualcuno? Occorre il patentino? Devo telefonare a Spielberg per avere l'ok? Devo iscrivermi all'albo commentatori di JP? Qual'è il problema? C'è gente che parla tutti i giorni di JP in rete (forum, siti di fan, blog ecc...), e fanno benissimo ed è un loro sacrosanto diritto... perché io non potrei?
    Mi spiace, ma è un mio diritto.
    Non entra in testa che a me piace scrivere post che citano JP come fonte di ispirazione per parlare di dinosauri proprio perché JP è perfetto per parlare di paleontologia anche a chi non è del mestire?
    Non va bene come lo faccio? Bene, allora spiegatemi le regole per citare correttamente JP... E NON LE RISPETTERO' ;-P
    Certi commenti a volte sono incredibili...

    RispondiElimina
  14. Il post ha un tono palesemente sarcastico, e ciò è evidenziato dalle frasi in arancione oltre che dal titolo. Il mio intervento precedente non si riferiva direttamente al post in se (incriticabile) ma all'intervento di un lettore del blog.

    RispondiElimina
  15. da questo punto di vista il libro e' una spanna sopra il film infatti nel romanzo non vi sono errori del genere avendo volutamente approfondito poco le caratteristiche anatomiche dei dinosauri mi ha lasciato alquanto perplesso piuttosto che Crichton abbia datato il Procompsognathus al giurassico superiore

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -