13 gennaio 2011

Eodromaeus murphi Martinez et al, 2011

Il 2011 si apre molto positivamente per la paleontologia dei theropodi. Martinez et al. (2011) pubblicano oggi l'articolo che istituisce un nuovo taxon dalla Formazione Ischigualasto dal Triassico Superiore argentino, Eodromaeus murphi. Questo piccolo saurischio, relativamente completo, coevo di Herrerasaurus ed Eoraptor, mostra una interessante combinazione di caratteri herrerasauridi (ad esempio, l'ampia fossa antorbitale, la marcata curvatura del ramo dentigero del mascellare e i lunghi denti canininformi) e neotheropodi (ad esempio, presenta recessi pneumatici basisfenoidi e cervicali) ed è un ulteriore sostegno all'ipotesi che Herrerasauridae sia un clade di Theropoda e non una linea basale di saurischi.
Lo studio di Martinez et al. inoltre porta numerose prove a sostegno di un'affinità sauropodomorfa per Eoraptor, il quale era generalmente collocato alla base di Theropoda o esterno ad Eusaurischia. Devo essere sincero, questo risultato non mi stupisce: da tempo, infatti, Megamatrice colloca Eoraptor alla base di Sauropodomorpha. La mia analisi aggiornata con Eodromaeus differisce in un dettaglio importante da quella di Martinez et al. (2011): Eodromaeus non risulta più derivato degli herrerasauridi, bensì alla base di Theropoda, risultando di fatto il theropode più primitivo che si conosca! Combinato con la posizione di Eoraptor (basale ai sauropodomorfi), che nella ecomorfologia generale assomiglia molto a Eodromaeus, questo risultato sembra indicare che, effettivamente, questi due dinosauri sono molto vicini alla probabile condizione ancestrale dei saurischi: piccoli (1-2 metri) bipedi onnivori-carnivori relativamente gracili e cursori.

Ringrazio Rutger Jansma per avermi inviato Martinez et al. (2010).

Bibliografia:
Ricardo N. Martinez, Paul C. Sereno, Oscar A. Alcober, Carina E. Colombi, Paul R. Renne, Isabel P. Montañez and Brian S. Currie (2011). A Basal Dinosaur from the Dawn of the Dinosaur Era in Southwestern Pangaea. Science 331 (6014): 206-210. doi:10.1126/science.1198467. http://www.sciencemag.org/content/331/6014/206.abstract.

3 commenti:

  1. Trovo che il nome di questo genere sia veramente bello, finalmente non è né improbabile né impronunciabile.

    Erodoto

    RispondiElimina
  2. Ho visto che nell'analisi di Martinez Tawa risulta invece interno a Neotheropoda, a differenza invece di quella di Nesbitt, dove risultava sister - taxon di Neotheropoda. Cosa dice la tua matrice a proposito di Tawa, dopo l'aggiunta di Eodromaeus (se posso chiedere...)

    Ciao

    Marco Casti

    RispondiElimina
  3. L'analisi dell'articolo su Eodromaeus usa troppi pochi theropodi basali per dare un risultato attendibile in alcuni nodi: per questo Tawa risulta un neotheropode coelophysoide.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -