11 novembre 2010

Dinonyx

Nella tassonomia (la disciplina che stabilisce i modi di dare i nomi ai taxa degli organismi) vige il principio di priorità: se due nomi scientifici sono stati attribuiti alla stessa specie, il nome valido è quello stabilito prima, mentre il secondo decade a semplice "sinonimo junior" del primo. Il caso più noto anche al grande pubblico di sinonimie tra dinosauri mesozoici è il nome Brontosaurus Marsh 1879, sinonimo junior di Apatosaurus Marsh 1877: il nome istituito nel 1879 risultò essere lo stesso taxon istituito nel 1877, e decadde. Anche nei theropodi sono numerosi i casi di sinonimie, di revisioni che hanno ricondotto nomi (spesso noti e usati) a taxa (a volte poco noti, ma validi) proprio perché risultati essere lo stesso taxon "battezzato" due volte. Ciò non deve stupire: spesso, un fossile frammentario non è automaticamente riconosciuto essere parte di uno già noto, oppure (sopratutto nei primi decenni della paleontologia moderna) la comunicazione e la diffusione delle pubblicazioni è più lenta della descrizione degli esemplari.
In questo post, tuttavia, non parlo di taxa scientifici, bensì, di rappresentazioni animate di questi taxa, e dei nomi che esse hanno ricevuto. Infatti, le logiche dell'arte (letteraria e cinematografica) impongono di "ribattezzare" una specie realmente accattivante ma dal nome complesso o poco attraente, creando nomi che, in parte, si svincolano dagli equivalenti scientifici. Se Tyrannosaurus si chiamasse Manospondylus, forse non sarebbe la star di film famosi (Immaginatevi Alan Grant che esclami: "M-gigas? Lei ha qui un M-gigas?" ...forse sarebbe ancora passabile)... 
Nello star-system mesozoico creato dalla fiction, il secondo dinosauro più fico (la "fichezza" è una misura oggettiva), dopo il T-rex, è "il raptor". "Raptor" fu un termine paleontologico colloquale coniato da Crichton nel romanzo Jurassic Park (sinonimo senior di Billy & il Clonesauro) e divenuto col film omonimo una vera star del paleo-horror. Come ho spiegato ampiamente in un precedente post, il "raptor" è la rappresentazione mediatica del Deinonychus di Ostrom & Bakker.
Tuttavia, come vi dimostrerò nel resto del post, "Raptor" non è il nome valido per questa creatura artistica ispirata da dati scientifici. Infatti, Raptor Crichton 1989 è sinonimo junior di Dinonyx Ishinomori 1979.
Non è una frase fatta: quando ero bambino, i cartoni animati era davvero belli.
Oggi, abbiamo solo la brutta copia sbiadita delle produzioni (sopratutto nipponiche) che costellavano le fantasie dei ragazzini degli anni '70 e '80. Uno dei cartoni che ricordo della mia infanzia è Cyborg 009, una serie animata giapponese del 1979 trasmessa in Italia a partire dal 1982, tratta a sua volta da un manga di Shaotaro Ishinomori degli anni '60: Saibōgu Zero-Zero-Nain.
Non mi soffermerò qui sulle caratteristiche del manga o della sua versione a cartoni animati italiana, perché esulerei dall'essenza del blog. Di tutta la serie, onestamente, ricordo solo un episodio, nel quale (guardacaso) era presente un dinosauro. Nella mia memoria di ragazzino di 8-10 anni, quella puntata, in cui era mostrato un dinosauro "nuovo", agile, veloce ed intelligente (pure troppo... ma solo alla fine della puntata risultò essere un robot) rimase impressa in modo indelebile, al punto che, dell'intera serie, io ricordo molti dettagli di quella puntata (mentre quasi l'intera serie è caduta nell'oblio).
Quello che qui mi preme rimarcare è che in quella puntata non è mostrato il classico "dinosauro-godzilla" tipico della paleo-fiction del XX secolo. Invece, è presente la probabile primissima rappresentazione animata di Deinonychus, proprio così come emerse dalla pubblicazione di John Ostrom (1969). 
Le evidenze in proposito sono schiaccianti.

1- L'animale è chiamato "Dinonyx".
2- Nell'episodio di Cyborg 009 relativo a Dinonyx, il nome di John Ostrom è citato esplicitamente.
3- Dinonyx è descritto come agile, veloce e "a sangue caldo", contrapposto agli altri rettili,"classici", proprio come Ostrom (1969) caratterizza Deinonychus.
Deinonychus illustrato da Bakker in Ostrom (1969)
Notare come la postura dell'animale in corsa (in alto all'inizio del post) sia ispirata alla primissima ricostruzione di Deinonychus, ad opera di Bakker e inclusa in Ostrom (1969).
Da parte mia, trovo notevole come questi concetti, ancora rivoluzionari per la cultura scientifica negli anni '70-80, fossero già presenti in un cartone animato giapponese, i cui autori erano più informati di molti accademici nostrani (di allora e di oggi). Tutto questo a ulteriore dimostrazione che i cartoons di una volta sono qualitativamente e concettualmente molto superiori alle ripetitive e commerciali produzioni attuali.

Nel comportamento generale, Dinonyx è molto simile al più noto Raptor di 10-15 anni dopo: feroce (quasi in modo crudele), in particolare con gli esseri umani, iperattivo e veloce e (eccessivamente) intelligente per un dinosauro non-neoaviano. Pertanto, se dovessimo applicare in modo rigoroso il principio di priorità anche ai nomi di finzione basati su dinosauri mesozoici, dovremmo abbandonare "Raptor" e usare il più elegante (e consono) nome Dinonyx per designare la creatura di finzione ispirata a Deinonychus presente anche nei colossal hollywoodiani.

Bibliografia:
Ostrom, J. H. (1969). Osteology of Deinonychus antirrhopus, an unusual theropod from the Lower Cretaceous of Montana. Peabody Museum of Natural History Bulletin 30: 1-165.

Qui sotto, la prima parte della versione italiana dell'episodio di Cyborg 009 con Dinonyx (1982):

9 commenti:

  1. Cyborg 009 has an older version from the sixties, and coincidetally this oldest version was my oldest memory about toons. In Brazil this toon was on TV around 1973-75.
    It's curious that Dinonyx is grammatically more correct than Deinonychus.

    RispondiElimina
  2. Solo una piccola precisazione da maniaco di Manga e Anime, è vero che gli anni '70 (specie la fine dei '70) sono meravigliosi per il cartone nipponico. Cyborg 009 è uno dei migliori.

    Ma la produzione di cartoni di qualità eccelsa in giappone non si è mai interrotta, al massimo l'importazione dei suddetti cartoni in Italia è deficitaria (anche perché c'è l'usato sicuro, ovvero si continua a trasmettere in TV molti cartoni di 20 o 30 anni fa, parziale eccezione MTV).
    Il doppiaggio da allora è migliorato ma i testi sono massicciamente sottoposti a censura per trasformare anche lo shonen più tardo adoloscenziale o maturo in un prodotto adatto per bambini di 7-8 anni.

    Detto questo se qualcuno ne avesse il tempo in streaming sottotitolato c'è tutto ciò che si vuole, con interi forum dedicati al tema e la possibilità di vedere cartoni di tutti i generi, non "solo la brutta copia sbiadita" delle vecchie produzioni.

    Anzi probabilmnete gli ultimi 15-20 anni sono stati, dal punto di vista qualitativo, i migliori per l'anime e il cartoon, specie nei lunghi e medi metraggi.

    Se però ti riferivi solo a quello che passa sulla TV main stream e per bambini (quindi togliamo Simpson e co.) allora hai parzialmente ragione, anche se (pur non essendo un grande esperto di questo tema, salvo essere un ex supplente delle medie) esistono molte eccezioni anche in questo campo (Naruto, One Piece ecc.)

    Erodoto

    RispondiElimina
  3. se due nomi scientifici sono stati attribuiti alla stessa specie, il nome valido è quello stabilito prima, mentre il secondo decade a semplice "sinonimo junior" del primo. Il caso più noto anche al grande pubblico di sinonimie tra dinosauri mesozoici è il nome Brontosaurus Marsh 1879, sinonimo junior di Apatosaurus Marsh 1877: il nome istituito nel 1879 risultò essere lo stesso taxon istituito nel 1877, e decadde

    E' A. excelsus (=B. excelsus) la stessa specie di A. ajax? Se no, allora perchè son ancora sinonimizzati (come tutte le specie che non sono specie-tipo)? La congenericità (diversamente dalla conspecificità) è una materia di gusti, arbitraria, artificiale e non oggettiva
    Non sarebbe meglio che ogni genere fosse monospecifico e che ogni specie avesse il proprio genere? O senno facciam diventar il genere la nuova "specie" vera

    RispondiElimina
  4. Mi mancava Fabrizio e la sua trollesca mania di disquisire pedantemente sulla tassonomia. In realtà, detesto le domande retoriche che subito dopo si danno la risposta da sole. E destesto lo sfoggio di nozioni che è palesemente inutile per il contesto in cui è presentato. Che importanza ha la tassonomia di Apatosaurus nel contesto del post? Ho solo fatto un esempio generale per aiutare il lettore a comprendere il senso del discorso. Non sono un esperto in sauropodi, quindi la mia risposta sulle specie di Apatosaurus sarebbe inutile.
    Sei tu un esperto in sauropodi, che sa districarsi tra le specie di Apatosaurus? Sapresti distinguere un osso di A. ajax da uno di A. excelsus? Oppure tu stesso sai già la risposta, argomentandola? Dubito, quindi mi chiedo perché ti impegoli in questioni che non conosci nel dettaglio (ed è il dettaglio che eventualmente distingue A. ajax da A. excelsus). In ogni caso, come tu stesso hai scritto, la questione della congenericità (tassonomica) è soggettiva, quindi possiamo anche evitare di discuterne. Se devi scrivere queste domande fintamente intellettuali solo per mostrare che sei bravo a copiare Wikipedia, puoi anche evitare. In ogni caso, è chiaro che non sai di cosa parli, dato che confondi tassonomia (i nomi degli oggetti) con sistematica (le relazioni tra gli oggetti). Se comunque vuoi le mie risposte, sono, in ordine: Non so; Per convenzione consolidata; Non sempre, la realtà è molto più complessa di come la presenti.

    RispondiElimina
  5. Amò con la tua idiozia sullo sfoggio di nozioni... Oh oh oh come sei cattivo con me! Per carità sveglia andrea!

    La tassonomia di apatosaurus non ha niente a che veder col post ma con la scienza in generale, dato che il suo caso si può applicar a qualunque specie che sia (fungo, animale, piante, ogni assurdo "protozoo", etc...). Non so perchè ogni mio respiro lo vedi come uno sfoggio di nozioni XD e cerchi pure di provocarmi. Ti sei drogato?
    Poi perchè dovrei confonder tassonomia con sistematica? La prima domanda era di sistematica, la seconda di tassonomia non ne citato la sistematica e non ne ho nemmen parlato, che dici? Non ti ho detto di pubblicar in nature uno studio sumll'osteologia e le "relationships" fra le varie suppose specie di Apatosaurus (spero che un giorno lo farai XD, se ci riesci) o ti ho chiesto di mostrarmi un cladogramma delle specie di apatosaurus. Lo so che tutti gli studi recenti (?) mostran che excelsus e ajax son 2 specie distinte
    Ho fatto l'esempio di apatosaurus perchè è quello che hai menzionato TE in sto post, ma avrei potuto citar anche qualunque altra specie discendente del
    Tip quando hai detto che al più concavenator e altispinax dovrebber esser considerati 2 specie dello stesso genere. Lì è la stessa cosa di apatosaurus
    La congenericità è soggettiva e quindi è inutile e sbagliata dato che ognuno fa quello che vuole. Uno può metter tutte le specie di ceratosaurus in generi diversi o tutte nello stesso genere, non cambia niente e c'è solo confusione
    La convenzione mi sa che è sbagliata, e lo sai

    E "di come la presentO"... di come la presentan gli autori degli studi! O io ho pubblicato qualcosa?
    Prova a dirmi in quali casi la monospecificità assoluta sarebbe inappropriata da usare, la frase ""Non sempre" non dice niente se non citi esempi^^

    RispondiElimina
  6. Non ho voglia di partire con un'altra inutile discussione tassonomica con te. Mi basta quella su Crocodylia. Ho già espresso ampiamente in più occasioni il perché non mi piacciano quel genere di inutili battibecchi formali. Ed ho già ampiamente spiegato in passato la mia opinione sulla tassonomia a livello di specie/genere. Non ripeterò quanto già scritto.

    Per la cronaca (e per chi non sapesse il significato della parola), un troll è un commentatore di forum/blog che:
    -scrive messaggi fuori tema (la tassonomia interna di Apatosaurus)
    -scrive messaggi offensivi, ad esempio dando dell'idiota a qualcuno (tu hai scritto: "Amò con la tua idiozia sullo sfoggio di nozioni...)

    (fonte, Wikipedia)

    Pertanto, data l'evidente natura trollesca del tuo comnmento (come di altri in passato) qualsiasi tuo ulteriore commento in questo post sarà da me ignorato.

    RispondiElimina
  7. Vedo che anche tu sei bravo a copiar da wikipedia quando ti fa comodo ^^

    Quando non sai che dire parti con "Non ho voglia di parlar di sta inutilità", ma non sai che in realtà è un argomento importante, e non dici perchè la monospecificità assoluta sarebbe secondo te inutile in alcuni casi. Ovvero dai mere opinioni senza argomentare, cosa che tu stesso odi molto. Sei un po' contradditorio, sai? E spero che tu non ti sia offeso di niente. Io no di certo. E non sorprenderti dell'idiota

    Il tuo amato troll^^

    RispondiElimina
  8. Ho citato una fonte (Wikipedia Italia) per permettere al lettore di verificare ciò che ho scritto. Wikipedia non è sempre Satana.

    Fabrizio, tralascio i tuoi insulti e l'ammiccamento con cui ti rivolgi a me nonostante tu ed io non siamo conoscenti.
    Tralascio il fatto che non hai letto minimamente il mio commento, ma ti sei limitato a insultare e provocare.
    Non ho detto che è un argomento inutile, ho detto che non mi interessa molto discuterne ancora con te, e che ne ho già parlato altrove.
    La prova: questo mio vecchio post esprime il mio pensiero, quindi, come ho scritto, è inutile che ripeta cose già scritte:
    http://theropoda.blogspot.com/2009/04/saurophaganax-il-genericometro-di-holtz.html

    Io sono stanco del tuo modo di intervenire in questo blog. Sei un provocatore che viene qui solo per mostrare come sia bravo a ripetere nozioni che ha copiato altrove, ma non porti alcunché di interessante o profondo. Non leggi mai veramente le mie risposte alle tue provocazioni, e ripeti sempre le solite cose, nonostante che ti abbia più volte argomentato il mio punto di vista. Dato che tu sei molto puntiglioso, e spesso citi dei miei post che io nemmeno ricordo, è improbabile che tu non conoscessi il mio pensiero sulla questione della tassonomia dei generi, quindi, stai intervenendo solo per provocare.
    Nessuno ti obbliga di leggere il blog, né di commentare ossessivamente come fai a cadenza regolare.
    Cercati altri posti dove fare il troll perché stai abusando della mia disponibilità (e quando mi stanco sono molto diretto nel troncare i contatti, dato che questo blog non è un'istituto pubblico).

    RispondiElimina
  9. Amò...
    Come fai a dir che non ho letto? Sei il mio cervello? Il provocatore sei TU
    Non rispondi alle domande, e nemmeno quel post lo fa

    Dai taglia pure, tanto non ci sarà nessuna conseguenza ne per te ne per me. Riuscirò comunque a legger il blog e a imparare squisitezza sulla teropodologia

    Se sei stanco, riposati (e questa non è una battuta)

    Ma soprattutto, mica avevi detto che mi ignoravi? O ti piaccion i miei commenti?

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -