04 aprile 2010

Billy e il Clonesauro: Guida Paleontologica ad una visione consapevole- Prima Parte



Dato che ho constatato con quanto inaspettato fervore si scatenino certi lettori alla sola menzione del film ... No! Non nominerò il nome invano! Insomma, avete capito, quel film... ho deciso che non era saggio provocare troppo le ire dei fondamentalisti (nonostante non fosse mia intenzione), e quindi ho chiuso la serie su quel film famoso. Non è mia intenzione offendere la religione di nessuno, quindi eviterò di parlare dei sacramenti altrui. In fondo, questo è un blog scientifico, e non religioso, che parla di scienza e delle sue complesse diramazioni culturali. Per fortuna, esistono altri film, non così sacri come quello innominabile, ma che come lui hanno avuto un forte impatto sull'immaginario popolare dei dinosauri e sono stati ispirati da famosi paleontologi. Tra tutti, il più influente è Billy e il Clonesauro, tratto dall'omonimo romanzo di Seymour Skinner. A quanto so, non esistono forum, community o club dedicati a Billy e il Clonesauro, quindi credo (ma non sono sicuro) che nessuno si sentirà blasfemamente preso in causa senza motivo dalle discussioni scientifiche che trarrò dal famoso film. In ogni caso, mi premunisco dichiarando che qualsiasi riferimento a fatti, luoghi o persone esistenti è puramente casuale, o, comunque, allegramente ironico. Anche se i fondamentalisti non lo concepiscono, un film è solo un film, e può anche essere citato in modo scientifico o ironico, e non solo religioso. 
Buona parte dei concetti espressi nei 2 precedenti post è valida anche qui.
I dinosauri di Billy e il Clonesauro hanno ispirato in modo molto rilevante l'immaginario popolare degli ultimi 15 anni. Esattamente come il film citato precedentemente, l'opera di Skinner è stata basata sulla collaborazione di famosi studiosi e paleoartisti americani attivi tra la fine degli anni '80 e l'inizio dei '90. Lo stesso Skinner li cita nei ringraziamenti della sua opera, e quindi possiamo elencarli: Robert Bakker, John Horner, John Ostrom, Gregory Paul, e artisti come i coniugi Czerkas, Mark Hallett, John Gurche e Douglas Henderson. Dato che, in buona parte, questi ultimi sono stati influenzati dai paleontologi citati prima, si può dire che quelli, principalmente, sono gli ispiratori delle ricostruzioni che tutti abbiamo visto in Billy e il Clonesauro.
Ma in che modo, e come, ciascuno dei paleontologi e degli artisti ha inciso su ciascun singolo dinosauro del film? Quanto delle loro opere persiste ancora nella paleontologia ufficale? Tutto questo sarà il tema dei prossimi post. Nel primo, parlerò del più famoso e imitato dinosauro di Billy e il Clonesauro, (la versione cinematografica di) Tyrannosaurus.

2 commenti:

  1. EH!... Il buon vecchio Seymour Skinner.

    Andrea/GGD!

    RispondiElimina
  2. I was kind of looking forward to the Jurassic Park series, but I guess this works, too.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -