22 luglio 2009

Tra le fauci di Spinosaurus

La maggioranza delle immagini che normalmente si pubblicano sulle ossa craniche dei theropodi (e non solo) sono in vista laterale, ovvero, con l’osservatore perpendicolare alla superficie laterale. Probabilmente, molti di voi lettori non hanno quasi mai visto crani di theropodi in viste differenti da quella laterale, e, di conseguenza, non hanno quasi alcuna informazione sulla profondità e tridimensionalità di tali animali. In generale, a parte alcune eccezioni (come Majungasaurus), i crani dei theropodi, sopratutto nella regione rostrale (ovvero, posta anteriormente alle orbite oculari), sono molto stretti (compressi mediolateralmente). I rostri dei theropodi, infatti, tendono ad essere allungati e compressi, più alti che ampi. Anche un theropode come Tyrannosaurus, noto per avere una regione postorbitale del cranio molto ampia, al punto da conferire alle orbite un’ampia sovrapposizione nella visione stereoscopica, è relativamente stretto a livello della regione preorbitale e del rostro.

L’esemplare perfettamente conservato ed articolato di rostro di Spinosaurus conservato a Milano conferma questa caratteristica generale dei theropodi. Pur essendo lungo un metro, questo rostro è relativamente stretto, sopratutto a livello della articolazione premascellare-mascellare (le due ossa sono indicate nella foto sotto: pmx, premascellare; mx, mascellare): essa è a malapena in grado di contenere al suo interno il cranio di un uomo. In questa foto, ruotata rispetto all’originale (in dettaglio in alto), potete contemplare il vostro caro blogger che si sacrifica per la Scienza, inserendo la testa all’interno delle fauci di Spinosaurus al fine di darvi un’idea delle sue dimensioni. In realtà, la foto risale al 2005, poco prima che l’esemplare fosse esposto al pubblico: assistito da Simone Maganuco, stavo osservando da vicino le suture del palato.

3 commenti:

  1. Vero! E' molto difficile per gli appassionati immaginare le dimensioni o anche semplicemente avere immagini sulla visione frontale.

    Come sempre un post molto interessante!

    a presto
    Loana

    RispondiElimina
  2. Fabrizio2/8/09 13:17

    E' proprio vero che i crani dei teropodi son piuttosto stretti!
    Andrea, ma ti risulta che son stati recentissimamente trovati resti di Spinosaurus (non Irritator/Angaturama) in sud america (credo brazile)? E' vero?
    L'ho letto sui commenti di sta pagina di deviantart (lo so, non ha la stessa autorevolezza di un pdf, ma...)
    http://hodarinundu.deviantart.com/art/Interrupted-meal-130878074

    RispondiElimina
  3. Sì, ci sono resti di vertebre sacrali e caudali simili a Baryonyx, pubblicati da Kellner in un poster del SVP, ma non ricordo l'anno. So di altri resti, ma non posso dire altro...

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -