30 aprile 2009

Un nuovo alvarezsauro patagonico (Salgado et al., 2009)


Alvarezsauridae è un clade di bizzarri coelurosauri del Cretacico. La loro distribuzione nota spazia dall’inizio del Cretacico Superiore dell’Argentina alla fine del Cretacico Superiore dell’Asia e del Nordamerica. La distribuzione dei taxa più basali è esclusivamente patagonica, mentre le forme più derivate (e tardive), i mononykini, sono esclusivamente laurasiatici. Ciò parrebbe suggerire che il gruppo, originatosi nel Gondwana, si sia poi estinto nella propria terra natia. Un recente ritrovamento smentisce questa impressione. Salgado et al. (2009) descrivono i resti di alcuni alvarezsauridi dalla Formazione Allen (Campaniano-Maastrichtiano) dell’Argentina. I resti (cervicali, sacrali, caudali, frammenti di pelvi e falangi del piede), appartenenti a più individui, mostrano una morfologia alvarezsauridae (ampi forami vertebrali cervicali, centri sacrali e caudali prossimali carenati, vertebre caudali marcatamente proceliche), ma apparentemente meno derivata di Patagonykus e Mononykinae (almeno nella morfologia sacrale). Questa scoperta è quindi molto significativa perché:

1- Dimostra la persistenza degli alvarezsauridi in Gondwana fino alla parte terminale del Cretacico (espande la distribuzione del clade alla fine del Cretacico).

2- Dimostra la persistenza di alvarezsauridi basali, non-mononykini, fino alla parte terminale del Cretacico (espande la diversità del clade alla fine del Cretacico).

Bibliografia:

Salgado L., Coria R., Arcucci A.B. & Chiappe L.M., 2009 - Restos de Alvarezsauridae (Theropoda, Coelurosauria) en la Formación Allen (Campaniano-Maastrichtiano), en Salitral Ojo de Agua, Provincia de Río Negro, Argentina. Andean Geology 36 (1): 67-80.

4 commenti:

  1. This discovery is very significant because:
    3) It tell us that Mononykinae are Laurasian origin.

    RispondiElimina
  2. Grazie x la news, andrea: alvarezsauridi + longevi e diversificati
    Vorrei far 1 domandina: ma "Albertonykus borealis + YPM 1049) non è il sister group di Mononykinae? °.°
    Perché pensavo ci fosse già lui come alvarezsauride non mononichine maastrichtiano...

    RispondiElimina
  3. In effetti, l'analisi di Longrich & Currie (2009) colloca Albertonikus esterno a Mononykinae. Tuttavia, la loro analisi non comprende Ceratonykus, il quale incide molto sulla distribuzione di caratteri-chiave tra i mononykini.
    La mia analisi comprende anche Ceratonykus, e colloca Albertonykus nel nodo "Mononykus + Shuvuuia" nonché più derivato di Parvicursor.
    Ora, dato che "Mononykinae" è definito come "il nodo comprendente Parvicursor, Mononykus e Shuvuuia", allora Albertonykus, risultando interno a tale nodo, è anch'esso, per definizione, un mononykino. Ovviamente, come sempre, futuri nuovi dati potrebbero alterare questa ipotesi filogenetica.
    Per esperienza, so che le ipotesi filogenetiche sono più simili a nubi atmosferiche che a paletti inossidabili. Tanto più un taxon è frammentario, tanto più sarà instabile la sua posizione, e suscettibile di fluttuare intorno ad una zona della filogenesi, in funzione dei dati inclusi per stabilirne la collocazione.
    Quindi, anche se per ora lo colloco in Mononykinae, non è detto che in futuro possa risultarne esterno... Vedremo in futuro...

    Comunque, questa nuova scoperta patagonica è molto più significativa di Albertonykus (nulla togliendo allo studio di Longrich & Currie): una forma relativamente basale nella Patagonia della fine del Cretacico ha profonde implicazioni evolutive, che Albertonykus, essendo relativamente derivato e Laurasiatico come i mononykini, non ha: dimostra l'esistenza e la persistenza tardiva in Gondwana di una linea evolutiva indipendente da quella che porta ai mononykini in Laurasia.

    RispondiElimina
  4. Fabrizio1/5/09 12:33

    Grazie della spiegazoine ^^
    Chissa che 1 giorno non si scopri 1 nuovo clade di alvarezsauridi

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -