08 settembre 2008

Il fascino irresistibile di una Bella Mascella

Dal sondaggio precedente (che chiedeva di votare l'osso singolo sul quale avreste preferito istituire una nuova specie) stravince il mascellare con il 70% delle preferenze. Non mi stupisco di ciò, considerando che le altre alternative erano apparentemente meno gradevoli... nessuno vorrebbe (o potrebbe... ma questa è un'altra questione) scrivere un articolo solo su un metatarso o su una vertebra della coda (figuriamoci un'ulna) e da lì azzardare una nuova specie (il che non è assurdo, né ingiustificabile).

Vi ricordo che ogni osso è tassonomicamente diagnostico: cambia solo la profondità (il livello tassonomico) nella quale tale diagnosi può approfondirsi.

Ovvero, un pezzo arrotondato di osso, grande come un accendino, dilavato dalla corrente e senza altro che le proprie porosità interne è pur sempre diagnostico... al livello di "Vertebrata". Lo stesso osso, prima dell'erosione, con ancora un piccolo canino in alveolo e tracce del processo comunemente noto come "mento" è diagnosticabile a livello di specie Homo sapiens.


3 commenti:

  1. alefrisk8/9/08 13:06

    Il mio voto al mascellare deriva appunto dalle informazioni diagnostiche che esso può fornire:
    numero forma e disposzione di alveoli,forami,eventuali denti,livello di scalfitura superficiale,forma dell'osso stesso,grado di pneumatizzazione,miura forma e disposizione dei vari processi sono particolari informazioni,utili nella diagnosi dei teropodi.

    RispondiElimina
  2. Ciao Ale, tornato in Trinacria?

    Appunto perché le altre ossa sono meno facili da identificare, io le trovo più interessanti: amo le sfide. Troppo facile istituire una specie da un osso che tutti sanno identificare!

    Il vero piacere è fare ciò che non tutti sanno fare (con tutti i rischi che ciò può comportare).

    In ogni caso, è solo un'opinione personale: l'importante è fare buona scienza.

    RispondiElimina
  3. alefrisk8/9/08 13:32

    Grazie maestro(so che a te non va che ti definisca così ma vuoi o non vuoi è vero) sono tornato ieri sera...e mi son subito rimesso a lavoro (di apprendimento-teropodologico).

    Appunto per questo il principiò "cuvierano" guida a mio parere un vero paleontologo completo nel riportare in vita un'animale...
    Il discorso delle sfide vale anche per me,ma al contrario tuo mi manca una bella scala da salire per riuscire a fare "quello che non tutti sanno fare"

    Ad ogni modo sono fiducioso...

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -