12 maggio 2008

E se Razanandrongobe fosse un teropode?

Razanandrongobe sakalavae Maganuco, Dal Sasso & Pasini, 2006, è noto attualmente da un frammento di mascellare e alcuni denti dal Bathoniano del Madagascar (Maganuco et al., 2006). Data la frammentarietà dell’esemplare, esso è diagnosticabile senza ambiguità solamente dalla morfologia dei denti (in particolare i denticoli marginali). Maganuco et al. (2006) lo attribuiscono prudentemente solo ad Archosauria, sottolineando che la combinazione di caratteri identificati pone come possibile taxon di appartenenza uno dei due tra Theropoda o Crocodylomorpha.

In questo post ci concediamo un gran bel lusso speculativo, ed ammettiamo che Razanandrongobe sia un teropode. Per i prossimi 5 minuti, il nostro motto sarà: “Chi se ne frega dei crocodilomorfi!”.

Pertanto, immettiamolo in Megamatrice per vedere quale possa essere la sua posizione.

L’estrema frammentarietà dell’esemplare noto permette di codificare solo 25 caratteri (2.67% del totale), relativi ad alcuni caratteri mascellari e della dentatura.

Il risultato è estremamente interessante: ammettendo che Razanandrongobe sia un teropode, la collocazione più parsimoniosa risultata è in Abelisauridae. Sebbene il clade collassi a causa della scarsa informazione presente nel fossile malgascio, Razanandrongobe è attribuito ad Abelisauridae sulla base di due caratteri dall’ottimizzazione non ambigua: la presenza di lamine paradentali aventi la superficie mediale rugosa e la presenza di alveoli subrettangolari. Ammettendo, prudentemente, che sia il più basale degli abelisauridi noti, la sua posizione ci permette di diagnosticarlo sulla base della seguente combinazione di caratteri: denti premascellari ad “U” in sezione trasversale, ampie mensole palatali mascellari, denticoli ipertrofici, e denti laterali “incrassati”. Curiosamente, questa combinazione di caratteri è condivisa con i tyrannosauridi: quindi, continuando con la suggestione, Razanandrongobe potrebbe essere un abelisauride convergente (almeno nel palato e nei denti) con i tyrannosauridi.

Concludendo, se Razanandrongobe fosse un teropode, sarebbe un abelisauride di grande taglia (Maganuco et al., 2006, stimano la taglia, nell’ipotesi che fosse teropode, paragonabile a quella di un Tyrannosauridae), probabilmente basale (ciò si assume prudentemente, dato che è almeno 50 milioni di anni più antico dei più antichi abelisauridi noti, Kryptops e Rugops).

I dati attualmente noti non smentiscono questa ipotesi: esistono altri possibili abelisauroidi (sensu Wilson et al., 2003) del Giurassico Medio-Superiore del Gondwana (Rauhut, 2005; Maganuco et al., 2007), nonché neoceratosauri prossimi ad Abelisauroidea del Giurassico Inferiore (Allain et al., 2007). In particolare, Maganuco et al., 2007, descrivono un unguale con affinità abelisauroidi proprio dalla stessa formazione di Razanandrongobe (vedi post apposta). Le dimensioni dell’unguale sono compatibili con quelle stimate per Razanandrongobe, pertanto, nulla impedirebbe che quel resto appendicolare possa essere di questo enigmatico animale.

Ovviamente, solo futuri ritrovamenti potranno dire se questo post ha azzeccato l’interpretazione, oppure se fu solo l’effetto di un grandissimo lusso concesso dalla non-ufficialità delle mie speculazioni gratuite.

Bibliografia:

Allain R., Tykoski R., Aquesbi N., Jalil N-E., Monbaron M., Russell D., & Taquet P., 2007 - An Abelisauroid (Dinosauria: Theropoda) from the Early Jurassic of the High Atlas Mountains, Morocco, and the Radiation of Ceratosaurs. Journal of Vertebrate Paleontology 27: 610-624.

Maganuco S., Dal Sasso C. & Pasini G., 2006 - A new large predatory archosaur from the Middle Jurassic (Bathonian) of Madagascar. Atti Soc. it. Sci. nat. Museo civ. Stor. nat. Milano, 147 (I): 19-51.

Maganuco S., Cau A., Dal Sasso C. & Pasini G., 2007 - Evidence of large theropods from the Middle Jurassic of the Mahajanga Basin, NW Madagascar, with implications for ceratosaurian pedal ungual evolution. Atti Soc. it. Sci. nat. Museo civ. Stor. nat. Milano, 148 (II): 261-271.

Rauhut O. W. M., 2005 - Post-cranial remains of ‘coelurosaurs’ (Dinosauria, Theropoda) from the Late Jurassic of Tanzania. Geological Magazine, 142: 97-107.

Wilson J. A., Sereno P. C., Srivastava S., Bhatt D. K., Khosla A. & Sahni A., 2003 - A new abelisaurid (Dinosauria, Theropoda) from the Lameta Formation (Cretaceous, Maastrichtian) of India. Contributions from the Museum of Paleontology of the University of Michigan, 31: 1-42.

3 commenti:

  1. Could it really be possible that it was an abelisaur ??

    RispondiElimina
  2. No. It's much more plausible it was a crocodile.

    RispondiElimina
  3. Do you think kelmayisaurus giganus was a theropod ??

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -