08 aprile 2021

Il Signore delle Teorie

Tre Teorie ai Re dei Chimici sotto il cielo che risplende,

Sette ai Principi dei Geologi nelle loro rocche di pietra,

Nove ai Biologi Mortali che la triste morte attende,

Una per l’Oscuro Fisico chiuso nella reggia tetra.

Nella Terra di Planck, dove l’ombra nera scende.

Una Teoria per domarli, Una Teoria per trovarli,

Una Teoria per ghermirli e nel buio incatenarli,

Nella Terra di Planck, dove l’Ombra cupa scende.


https://lotr.fandom.com/it/wiki/Anelli_del_Potere


Il messaggio profondo ne "Il Signore degli Anelli", o perlomeno quello che io ho tratto leggendo i tre libri di Tolkien, è che il Potere corrompe tutti. Non importa quanto forte, saggio e lungimirante tu sia, una volta acquisito il Potere, esso ti farà suo schiavo. Lo sa bene Gandalf, il più saggio, che si rifiuta di prendere in mano l'Unico Anello, consapevole che la tentazione di toccarlo è il primo passo per diventarne schiavo. E non è un caso che l'unico personaggio che abbia, pur temporaneamente, preso l'Anello ma che lo abbia poi ceduto spontaneamente senza restarne soggiogato, nonché colui che alla fine è l'artefice concreto della sua distruzione, prendendo sulle sue spalle Frodo ormai logorato dal fardello, e che lo porta dentro il Monte Fato, sia proprio il personaggio più umile e semplice della vicenda, Sam. Il messaggio di Tolkien è quindi spietatamente cinico e disilluso: non c'è forza o saggezza che possa vincere il Potere. Solo l'umiltà del non desiderarlo è la salvezza contro l'Unico Anello.

Il Mondo della Scienza è simile alla Terra di Mezzo. Ci sono Grandi Sovrani nelle loro Fortezze della Scienza, sovente in guerra tra loro più per il Prestigio e gli Onori che per contrastare gli Orchi dell'Ignoranza. Ci sono innumerevoli Cavalieri della Ricerca, vassalli di qualche Regno della Conoscenza. E ci sono innumerevoli schiere di umili ricercatori sinceramente votati alla Scienza, spesso in condizioni di estremo precariato. E come in Arda, gli scienziati sono divisi in Razze, ognuna votata ad un diverso indirizzo e fedeli ad un diverso codice di condotta, indottrinati in una particolare Lingua e Costume.

Un paleontologo si può considerare un incrocio tra un biologo ed un geologo, una sorta di mezzo elfo che conosce usi e costumi di ambo le due Razze. Un ramingo di cui diffidano sia i Biologi puri che i Geologi dai pesanti martelli. La metafora potrebbe continuare in vari modi, forse forzatamente. Ma c'è un elemento tolkeniano che invece mi preme sottolineare. L'equivalente dell'Anello del Potere, nella Scienza, è un Oggetto Astratto Forgiato dai Fisici, la Teoria del Tutto. La Teoria del Tutto è il Monile Ultimo della Scienza, la Manifestazione del Riduzionismo Assoluto.

La Teoria del Tutto è un oggetto mitico, vaneggiato dai Più Saggi tra i Fisici, una conquista del sapere che se fosse effettivamente raggiunta darebbe al suo creatore il Potere su Tutta la Scienza. Come l'Unico Anello, la Teoria del Tutto sarebbe la Padrona di tutte le altre discipline, da cui trarrebbero consistenza e legittimazione. Come potrebbe una scienza minore essere considerata valida se non fosse riconducibile alla Unica Teoria? La Teoria del Tutto, difatti, sarebbe alla base di tutte le teorie particolari della fisica, e, a cascata, sarebbe il fondamento di tutte le discipline che dalla fisica seguono gerarchicamente: l'astronomia, la chimica, e quindi anche la geologia e la biologia, e quindi anche la paleontologia, l'antropologia, la sociologia, la medicina, la psicologia, l'economia, ovvero, ogni ramo del sapere.

In molti, non a caso fisici, sono alla ricerca dell'Unica. Ma può esistere realmente una Teoria del Tutto? Oppure, alla pari dell'Anello, essa è un artefatto, un monile creato proprio da chi ne propone l'esistenza, al fine di soggiogare a sé tutti gli altri? Non è forse l'Unica Teoria la reificazione di un desiderio di rendere tutte le scienze dei surrogati della Fisica? Ovvero, non è forse l'Unica Teoria un Feticcio, un Idolo nel cui nome sottomettere la Pluralità delle Scienze all'unica volontà dell'Oscuro Signore del Riduzionismo, l'antico Nemico nascosto nella Terra di Planck, e che ancora oggi molti fisici adorano, forse di nascosto, forse celandolo dietro le nobili fattezze di un astratto modello matematico proveniente da Valinor?

Forse queste sono questioni che un umile paleontologo della Contea non può comprendere appieno...

2 commenti:

  1. Il soggetto della relazione tra le teorie di fisica fondamentale e le altre scienze è trattato abbastanza bene in un libro divulgativo del fisico Deutsch, The fabric of reality. Deutsch parla di "una teoria del tutto" che non sia reduzionista, ad esempio affida alla teoria dell'evoluzioone un ruolo equivalente a quello della meccanica quantista (nel senso che le due teorie hanno un peso simile nella nostra comprensione della realtà). Sono passati molti anni da quando ho letto il libro, ed ovviamente non tutto quello che vi è scritto è da prendere come oro colato, ma la discussione di base contro il riduzionismo è che anche se il mondo è effettivamente fondamentalmente regolato dalla teoria quantistica dei campi (per quanto se ne comprenda al momento), cercare di capire, ad esempio, il risultato delle elezioni presidenziali USA scrivendo una Lagrangiana del modello Standard sarebbe, ovviamente, un'incredibile sciocchezza. Gli stessi fisici dovrebbero (dovremmo) saperlo, visto che, ad esempio, in fisica dei fluidi si ignora in genere l'esistenza di molecole e si considera la materia come continua... ed un sistema ecologico/biologico/ecologico/sociale è estremamente più complesso di un fluido. In somma, "teoria del tutto" è uno slogan per quella che è la ricerca delle leggi fondamentali della fisica, uno dei grandi scopi della conoscenza umana ma non l'unico, ovvimente, né l'ultimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel libro "Dal Big Bang ai Buchi Neri", S. Hawking si riferisce alla "Teoria del Tutto" proprio nell'accezione del mio post, ovvero di teoria ultima da cui tutte le altre traggono legittimità. Il post è quindi rivolto a quella particolare concezione della fisica.

      Elimina

I commenti anonimi saranno ignorati
Anonymous comments are being ignored