02 novembre 2015

La (non?) furcula di Dakotaraptor

Breve aggiunta al precedente post su Dakotaraptor
Nel post, commentai brevemente sulla inusuale morfologia della furcula associata a Dakotaraptor (e presente anche nel materiale riferito). L'osso ha una forma inusuale rispetto alle furcule di altri maniraptori: è più laminare, con una sella dorsale ad "U" nella parte centrale, ma con i due rami che poi divergono lateralmente, una morfologia assente nelle furcule. L'ipocleido è compresso e di forma quadrangolare. Anche se non si può escludere che questa inusuale morfologia sia un carattere diagnostico di Dakotaraptor, un commento di Hans Sues (segnalato da Lukas Panzarin) ha confermato il mio dubbio sull'identificazione di quell'elemento. Sues ritiene che l'osso non sia una furcula di theropode bensì un osso di tartaruga, evidentemente mescolato con le ossa dell'olotipo. Anche se non sono un esperto in tartarughe, l'ipotesi che questo elemento non sia parte delle ossa di Dakotaraptor è un'ipotesi interessante, perché eliminerebbe questo elemento anomalo dall'osteologia del nuovo theropode. Come scrissi nel precedente post, la posizione filogenetica di Dakotaraptor in Megamatrice è anche influenzata dalle codifiche nei caratteri relativi alla furcula, quindi l'identificazione di quell'elemento è cruciale per la sua collocazione filogenetica.
Ho quindi preferito optare per una soluzione conservatrice e prudente, omettendo di codificare caratteri per la furcula in Dakotaraptor, fintanto che non sarà chiarita l'identificazione di quell'elemento.
L'analisi aggiornata colloca Dakotaraptor più prossimo ad Eudromaeosauria (il nodo "Dromaeosaurinae + Velociraptorinae") rispetto a Microraptorinae, ma non risolve la posizione di alcuni taxa chiave, come Deinonychus all'interno degli eudromaeosauri. In breve, occorrono ulteriori dromaeosauridi di quel grado, possibilmente meglio conservati...

8 commenti:

  1. non è strano che un osso con morfologia simile sia presente sia nel materiale associato che in quello riferito? è possibile che i ricercatori associando quella tipologia a Dakotaraptor abbiano poi riferito la medesima morfologia allo stesso genere pur essendo stata trovata isolatamente, certo.
    insomma bisogna sapere meglio cosa come e perchè sia stato riferito a Dakotaraptor... (immagino si sappia, naturalmente - è qualcosa che ignoro io)
    Emiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Entrambe le "furcule" nell'olotipo e nel riferito sono parzialmente conservate, sebbene nelle parti comparabili siano simili. Non sono ossa complete. Non ci sono dettagli sulle associazioni dei materiali riferiti, quindi è possibile che abbiano riferito la seconda furcula trovata isolatamente una volta che avevano attribuito la prima a Dakotaraptor.

      Elimina
    2. grazie
      Emiliano

      Elimina
  2. Interesting idea, but after looking through several Late Cretaceous turtle papers, I don't see any shell element that looks similar. Just what comparison did Sues have in mind?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I may be wrong, but I think Sues thought about turtles' hyoid bones apparatus. The mandibular branchial arch vaguely resembles Dakotaraptor's furcula shape and peculiarity.

      Elimina
    2. Dr. Sues mentioned an entoplatron. A good match can be seen here:

      http://palaeo-electronica.org/content/2012-issue-1-articles/210-giant-soft-shelled-turtles

      (see fig. 17)

      Elimina
    3. Ops...the comment above was by me....nevertheless, the similarity is uncanny, both in the shape, and in the distal longitudinal striations.

      Lukas Panzarin

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -