05 febbraio 2015

Coming Soon: EnantioMundo

Circa 66 milioni di anni fa, come tutti sapete, finiva il Mesozoico. I dinosauri si estinguevano in massa, assieme a numerosi altri cladi. Come sicuramente saprete, la frase qui sopra è scorretta, perché Dinosauria non si estinse del tutto. Un clade di aviali derivati, difatti, è l'unico sopravissuto tra i dinosauri all'estinzione di massa della fine del Maastrichtiano, ed oggi popola le terre emerse ed i cieli con oltre 15 mila specie. Questo clade è Enantiornithes, il gruppo di vertebrati terrestri dominante ai giorni nostri.
Sì, avete letto bene.

Prossimamente, su Theropoda, il meraviglioso mondo che avrebbe potuto essere, se i miei adorati enantiornithi fossero stati i superstiti della grande estinzione, al posto dei neornithi. E se pensate che un mondo con gli enantiornithi al posto dei neornithi sia fondamentalmente il medesimo in cui viviamo, cambiato solamente con un tipo leggermente differente di uccelli al posto di quelli a cui siete abituati, significa che non conoscere bene le interessanti differenze che gli “uccelli-opposti” hanno rispetto agli “uccelli-nuovi”. Infatti, è plausibile che la differente biologia degli enantiornithi, il loro bauplan “intermedio” tra aviani e non-aviani, avrebbe potuto, in un mondo come quello immediatamente successivo all'estinzione di fine Mesozoico, produrre un presente molto inatteso.


5 commenti:

  1. Sopravvivono anche gli splendidi Hesperornithiformes?

    Valerio

    RispondiElimina
  2. ovviamente non conosco affatto bene le differenze fra neorniti e ed enantiorniti ... attendo il post per saperne di più
    Emiliano

    RispondiElimina
  3. Mi associo..resto in attesa di approfondimenti perchè l'argomento pur essendo nuovo per me mi interessa.

    RispondiElimina
  4. Io sono andato a informarmi un pochino sulle differenze tra enantiorniti e neorniti e su internet si possono trovare anche siti e pdf che spiegano in dettaglio le differenze (se masticate un pochino l'inglese soprattutto), non solo quelle principali come la presenza di denti e di artigli, anche a livello molto specifico, come ad esempio la differenza di articolazione tra il coracoide e la scapola (non essendo un "addetto ai lavori" non so quanto le informazioni che ho letto siano corrette) ecc ecc..questo non ha fatto altro che aumentare la mia curiosita anche perche, non essendo per niente pratico di paleontologia, anatomia e filogenesi sono molte le cose che non ho capito soprattutto per quanto riguarda l'ultima branca... però nel frattempo che il post verrà pubblicato consiglo ai curiosi di leggersi qualcosa, l argomento è piu interessanti di quanto potrebbe sembrare leggendo solo il coming soon
    RIccardo Cori

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -