10 febbraio 2014

Un Darwin Day... a molte dimensioni (e qualche dinosauro)!

Vi segnalo il settimo Darwin Day organizzato dal Dipartimento di Bioscienze dell'Università di Parma: il 14 marzo 2014, presso l'Aula Magna dell'Università (nel centro storico della città), 6 interventi sull'evoluzione a tutte le sue scale dimensionali, a partire dalle ore 9.30. 
Ci sarà ampio spazio anche i dinosauri: alle ore 15, difatti, interverrò parlando della peculiare evoluzione del gigantismo nei dinosauri.
Se sarete nei paraggi, non dovrete mancare!

2 commenti:

  1. sarebbe molto interessante, negli ultimi mesi stavo giusto cercando di leggere il numero speciale di plos one sui sauropodi che avevi linkato...purtroppo c'è qualche chilometro di troppo fra me e Parma...

    Emiliano

    RispondiElimina
  2. Le conferenze sono state tutte molto interessanti. Sono molto contento di aver partecipato.
    Stavo ripensando alla conferenza sulle dimensioni dei mammiferi, dove la relatrice diceva che le specie di mammiferi di piccoli dimensioni sono la moda tra i mammiferi.
    Diceva che il motivo del successo (più specie) era perchè "i piccoli" avevano adattamenti "migliori", o almeno così ho capito io.
    Non può essere che la maggiore speciosità sia dovuta al fatto che le specie formate da piccoli individui hanno maggiori possibilità di creare specie. Questo senza scomodare adattamenti "migliori".
    Una specie composta da un gran numero di piccoli individui potrebbe avere più possibilità che alcune popolazioni rimangono isolate. Per es., per individui piccoli bastano barriere piccole, sicuramente più facili da presentarsi delle barriere più grandi.
    Un fiume di modeste dimensioni per animali della nostra taglia, potrebbe rivelarsi una barriera insormontabile per un piccolo roditore.
    Cosa ne pensi?

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -