06 settembre 2013

Illustra il sinapside

Il 23 agosto scorso scrissi un post che invitava i lettori a inviarmi una ricostruzione in vivo di un'animale basato su uno scheletro.
Ringrazio chi ha partecipato!
Lo scopo della "competizione paleoartistica" era molteplice.
Da un lato, ero curioso di vedere come diverse mani, con differenti esperienze, conoscenze e tecniche, avrebbero "ricreato" l'animale. I risultati sono interessanti. In generale, tutti hanno riconosciuto il gruppo di appartenenza dello scheletro illustrato, alcuni con una precisione assoluta.
Inoltre, lo scopo del "contest" era di mostrare come sia variabile il modo di ricostruire un animale, persino nei casi - come questo - in cui l'aspetto dell'animale sia "verificabile", dato che, per chi non lo avesse colto, si tratta di un animale vivente, non estinto.
Ecco le varie opere.


Autore: Alberto Magri
Autore: Danny Cicchetti





Autore: Francesco Delrio
Autrice: Talia Carlton


Ed infine, i due "vincitori", a pari merito, che hanno riconosciuto la specie esatta dello scheletro: il felide Leopardus pardalis (noto anche come ocelot o ocellotto).
Autore: Giulio Cecchi
Autrice: Maria Elena Gonano

9 commenti:

  1. be' sono contento di aver riconosciuto un felino nello scheletro, pensavo ad un gatto domestico e no a d un ocelot, ma per me è già un buon risultato.

    dal punto di vista esclusivamente artistico/estetico la mia preferenza va all'acquerello di Alberto Magri, che però, ovviamente ha fatto il mio stesso errore :)

    Emiliano

    RispondiElimina
  2. Complimenti ai vincitori. Sarei in effetti interessato a sapere come hanno fatto a riconoscere l'ocelot. Io, come molti, avevo pensato al gatto domestico (ero intenzionato a partecipare, ma quando ho provato ad abbozzare il disegno, ho deciso di lasciar perdere!).
    Simone

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Ciao Simone, da parte mia posso dirti che, dopo aver stabilito si trattasse di un felide, sono andata un po' ad "esclusione", osservando le proporzioni, la lunghezza della coda, lo spessore delle ossa lunghe degli arti e via dicendo, mettendole in rapporto con le caratteristiche di tutti i felini simili che avevo in mente, finché - a mio rischio! ;) - ho optato per l'Ocelot.
    Maria Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dire, complimenti vivissimi per la metodologia, e soprattutto per il disegno, davvero bellissimo.
      Simone

      Elimina
    2. Ciao Simone,
      anche io come Maria Elena sono andato ad esclusione ed ho paragonato lo scheletro con quelli di vari felini che secondo me potevano essere dei possibili candidati.
      Successivamente quando il numero dei sospettati si è ridotto ho puntato tutto sull'Ocelot.

      Elimina
    3. Complimenti per lo spirito di osservazione :)
      Simone

      Elimina
  5. Vivissime congratulazioni ai vincitori! Non solo per aver azzeccato il tipo di felino, ma anche per la bellissima esecuzione dei disegni!

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutti, complimenti ai vincitori!
    Andrea, è stato molto divertente partecipare.. aspetto la prossima sfida ;)

    Alberto

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -