07 settembre 2012

T. rex vs Schwarzy...

Da qualche tempo, in rete circolano dei meme come quello qui sopra.
Tutti ruotano attorno alla patetica figura di un tyrannosauro (più o meno stilizzato e più o meno caricaturale) che si trova in situazioni nelle quali le sua braccia sono ridicolmente inutili, se non dannose.
Sarò il solito antipatico, ma a me queste vignette non fanno per niente ridere. Anzi, le trovo stupide e segno di una evidente limitatezza mentale. E non lo dico da "theropodologo" snob che non vuole vedere i suoi beneamini panaviani presi in giro (l'ironia intelligente è altro), ma perché vedo in queste vignette, aldilà del fatto che siano "dedicate" ad un theropode, una tipica manifestazione della limitata capacità umana di veder oltre il proprio punto di vista. 
Tyrannosaurus è sovente citato come un paradosso evolutivo, per via delle sue braccia molto corte e ridotte, rispetto alla massa corporea. In Homo, le braccia sono molto più lunghe e hanno in proporzione una maggiore massa muscolare che in Tyrannosaurus. Ma ciò è dovuto solamente al diverso adattamento generale tra i due animali. Homo è una scimmia arboricola, un bipede molto recente che solo da pochi milioni di anni ha smesso di girare per i rami usando anche le braccia e ha co-optato le sue braccia (e le mani in particolare) ad altre funzioni. Tyrannosaurus è un bipede assoluto, e la sua linea evolutiva è stata bipede per circa 180 milioni di anni, ovvero da circa 30 volte più tempo di quella di Homo. Nella storia dei Theropoda esistono numerose variazioni sul tema "come usare le braccia", con forme che hanno ridotto la componente muscolare rispetto ad altri distretti (in particolare, la zona testa-collo), mentre altre hanno sviluppato tale distretto. In generale, ogni forma appare ben adattata a particolari adattamenti, nel senso che l'intero corpo, nella sua totalità, doveva essere efficiente, pena l'estinzione. In quanto coelurosauro gigante predatore, Tyrannosaurus non discende da quadrupedi arboricoli, ma da forme prettamente cursorie nelle quali la testa ed il collo erano la principale struttura adibita alla prensione e manipolazione del cibo: pertanto, il processo evolutivo che porta a Tyrannosaurus ha co-optato un'altra parte del corpo per assolvere quelle funzioni che noi ominidi deleghiamo alle braccia: il collo e la testa. Ovvero, Tyrannosaurus ha un "braccio" singolo ma altamente funzionante, ed è il complesso muscolo-scheletrico dato dal mix di mandibole e vertebre cervicali.
Torniamo quindi al paragone tra noi ed il "patetico T. rex", ma questa volta in modo onesto, confrontando le parti del corpo che assolvono a funzioni analoghe, i "bracci effettivi". Provate a confrontare la muscolatura del "braccio" effettivo di Tyrannosaurus con quella del braccio effettivo di un Homo, persino uno iper-vitaminizzato e palestrato come il mitico Arnold Alois Schwarzenegger dei tempi giovanili.
E ditemi chi è davvero il patetico incapace tra i due...
Muscolatura del "braccio effettivo" di un comune Tyrannosaurus paragonata ad un misero Homo molto muscoloso (modificato da Snively and Russell 2007). I due animali sono alla stessa scala.
Pertanto, la prossima volta che vedremo una vignetta/meme con il solito Tyrannosaurus "impedito" proviamo a pensare che, forse, esso avrebbe usato collo e mandibole per fare quello che noi faremmo con le braccia... e che prima di ironizzare sulle braccia altrui, dovremmo ironizzare sulle scarse capacità empatiche dei nostri cervelli autoreferenti.

Bibliografia:
Snively E. and Russell A.P. 2007. Functional variation of neck muscles and their relation to feeding style in Tyrannosauridae and other large theropods. The Anatomical Record 290: 934-957.

27 commenti:

  1. If you're happy and you know it, snap your jaws!

    RispondiElimina
  2. Il tuo ragionamento non fa una piega.
    Magari lo avessi io il "braccio" del Tyrannosaurus.
    Saluti.

    Giulio.

    RispondiElimina
  3. Io le trovo simpatiche. Se la riderebbe anche il teropode XD

    HK

    RispondiElimina
  4. Ne riparliamo quando un'altra specie disegnerà vignette dove tu sei deriso per la patetica coda che nemmeno esce dai tuoi glutei e per l'insulsa dentatura caduca mossa da muscoli atrofici...

    RispondiElimina
  5. Certo certo... e me la riderò...

    HK

    RispondiElimina
  6. Risus abundat in ore hominum...

    RispondiElimina
  7. ...why so serious?

    HK

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perdona la banalità (ma già che uno mi commenta in modo banale è giusto replicare a pari modo), ma il tono del _mio_ blog lo decido io.

      Elimina
  8. Ora non si possono trovare simpatiche nemmeno queste vignette innocue? Comunque fà quello che ti pare, ci mancherebbe altro sei a casa tua. Se provi autocompiacimento nell'apparire 'ostile' no problem.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immancabile psicanalisi spicciola, ovviamente ad hominem.

      Elimina
  9. Come darti torto, Andrea?
    Avercela la forza fisica di un Tirannosauro!

    RispondiElimina
  10. credo che il meme faccia presa soprattutto sull'icona "romantica" del tirannosauro, che lo vuole come predatore assoluto, gigantesco e imbattibile. all'interno di questa figura, le braccine atrofiche sembrano paradossali e quindi possono essere oggetto di battute. in sé credo siano innocue, ma senza dubbio sono un buon punto di partenza per riflessioni come quella che hai fatto qui. infatti condivido l'articolo!

    RispondiElimina
  11. Luigi3358/9/12 19:11

    Tutto ciò mi ricorda la "vecchia" teoria di Horner del "tirannosauro spazzino", esposta ad esempio nel documentario "Valley of the T rex".

    Secondo il mio modestissimo parere, l'autorevole paleontologo sconfina anch'egli nel ridicolo, quando sostiene che le braccia del Tyrannosaurus rex potevano servire all'animale solo per "grattarsi la pancia", e che se un tirannosauro fosse caduto durante l'inseguimento della preda non sarebbe più riuscito a rialzarsi...

    Curioso anche il fatto che Horner insista sulla "vista debole" del tirannosauro e sulla mancanza della visione stereoscopica, quando tanti altri suoi colleghi sostengono esattamente il contrario.

    Inoltre cita le iene come attuali animali "spazzini": ma le iene spesso cacciano addirittura meglio dei leoni (o almeno di quelli maschi!).

    Il documentario citato, credo risalga a una ventina di anni fa. Mi auguro che, nel frattempo, Horner si sia ravveduto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suggerisco di evitare di utilizzare i documentari come fonte di conoscenza scientifica relativa a ipotesi o teorie, indipendentemente dal valore in sé dell'ipotesi/teoria.

      Elimina
    2. Luigi3359/9/12 00:01

      Indubbiamente la valenza scientifica di quasi tutti i documentari prodotti negli USA è pressochè nulla, come spesso hai avuto modo di rilevare sul tuo sito.

      Nel documentario da me citato, non credo però che le opinioni di Horner siano state distorte (come purtroppo accaduto ad altri ricercatori) in quanto si trattava di una sorta di "sponsorizzazione" di una sua campagna di scavi presso Hell Creek, ed essendo l'unico paleontologo interpellato per tutta la durata del programma, credo sia stato realizzato sotto la sua diretta supervisione.

      Ma a proposito di quella vecchia polemica di Horner, a titolo di semplice curiosità, potrei conoscere la tua personalissima opinione, Andrea?

      Se dovessi scommettere (cosa che per fortuna non faccio mai) fra predatore attivo o necrofago, punterei senz'altro sull'ipotesi intermedia di un predatore opportunista, che pur non disdegnando di nutrirsi di carogne, non avrebbe certo perso l'occasione di attaccare esemplari deboli o malati, un po' come fanno sia le iene che i leoni attuali.

      Elimina
    3. Ho parlato in passato, ed ampiamente, di questo tema: cerca nel blog usando la barra delle ricerche (in alto a sinistra) o cliccando sull'etichetta "Tyrannosauroidea" e troverai almeno 6-7 post che hanno discusso di quel tema.
      Io non ho altro da aggiungere ad una discussione ormai stantia ed abusata, e non penso di dover ripetere ciò che ho già scritto in dettaglio.

      Elimina
  12. Luigi3359/9/12 10:11

    Scusami, Andrea, seguo il tuo ottimo Blog da poco tempo e non avevo ancora notato i tuoi post del 16 febbraio 2011 e del 22 maggio 2009, che rispondono esurientemente alla mia domanda.

    Ma, visto che ci sono, permettimi di abusare ancora un po' della tua pazienza a proposito di un altro "tormentone" legato al problema dell'estinzione: oltre ai tuoi post del 25 marzo 2008 e del 4 maggio 2012, ce n'è qualcun altro che mi sono perso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://theropoda.blogspot.it/2010/03/chicxulub-e-la-fine-del-mesozoico.html

      Elimina
  13. Luigi3359/9/12 12:25

    Grazie, Andrea.

    Nella conclusione di quest'ultimo articolo ti riferisci ai taxa erbivori come "endotermi piumati" al pari di quelli predatori.
    Ci sono evidenze dirette che anche il corpo dei dinosauri erbivori (o almeno in alcune famiglie di essi) fosse ricoperto di qualche tipo di piumaggio, come quello dei teropodi recentemente scoperti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evidenze dirette sono in Therizinosauria e Heterodontosauridae.

      Elimina
  14. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sta scritto sotto alla casella dei commenti:
      "ATTENZIONE:
      [...]
      - I COMMENTI ANONIMI VERRANNO ELIMINATI. -"

      Elimina
    2. Chiedo venia, mi era sfuggito (e non sono molto pratico di questo tipo di blog ^^)...ad ogni modo ripropongo quanto detto sopra, articolando un po' meglio il mio pensiero.
      Apprezzo molto questo blog per i suoi eccezionali contenuti, però questo post mi sembra un po' una "caduta di stile".
      Posso comprendere che si possa guardare con leggero fastidio questa "moda" dei meme sui Tirannosauri, ma i toni della risposta mi sembrano troppo drastici (quasi da farla sembare una rosicata), forse sarebbe stato meglio rispondere all'ironia con altra ironia...anche perchè lo scopo dei meme in questione non è quello di dimostrare l'inadeguatezza fisica di un Tirannosauro, ma quello di ridere su un suo aspetto buffo, in netto contrasto con la sua fama di feroce predatore (difatti tali meme non si soffermano sulla sua incapacità nello svolgere i suoi normali "compiti", ma su cose del tutto avulse dal contesto paleontologico, come indossare un cappello, battere le mani o strofinare la lampada di Aladino...) ;)

      Elimina
  15. Marco, è evidente che non hai letto il post con la dovuta attenzione, infatti, io ho specificato che questo post non vuole "difendere" Tyrannosaurus da un'accusa. Infatti, se rileggi, vedrai che ho scritto: "E non lo dico da "theropodologo" snob che non vuole vedere i suoi beneamini panaviani presi in giro (l'ironia intelligente è altro), ma perché vedo in queste vignette, aldilà del fatto che siano "dedicate" ad un theropode, una tipica manifestazione della limitata capacità umana di veder oltre il proprio punto di vista.".
    Il post sul meme è un pretesto per parlare di antropomorfismo, non di "difesa della fama di T. rex".
    Infatti, l'ultima frase del post conclude con: "prima di ironizzare sulle braccia altrui, dovremmo ironizzare sulle scarse capacità empatiche dei nostri cervelli autoreferenti".
    Pertanto, la tua critica è smentita dal post stesso, che hai frainteso, soffermandoti sull'esempio particolare invece che sul tema generale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna critica, ci mancherebbe...le mie erano solo considerazioni personali che partivano da un semplice dato di fatto...ovvero che quei meme basano la loro comicità su situazioni volutamente antropocentriche e di per se stesse assurde, che, volendo, potrebbero essere raggruppate sotto il titolo "cose che non si possono fare con delle braccettine striminzite". La cosa è certamente voluta e suppongo anche che la stragrande maggioranza dei fruitori di queste vignette ne sia ben consapevole; personalmente non credo che i vari disegnatori siano affetti da una "limitata capacità umana di veder oltre il proprio punto di vista" (perlomeno non in questo caso), per non parlare di una "evidente limitatezza mentale". Il punto di partenza di queste vignette è proprio la presa in giro del punto di vista antropocentrico dell'uomo; tant'è che in tutte le vignette il Tirannosauro è intento a fare attività prettamente umane. Gli autori sanno qual'è la realtà (beh, almeno lo spero ^^), ma per scopo comico, decidono di alterarla...che poi il risultato non sia questa gran vetta di comicità sono d'accordissimo, ma devo anche ammettere che un paio di queste vignette un sorriso me l'hanno strappato (prima che diventasse una vera e propria moda...dopo un pò hanno stufato pure me a causa della loro ripetitività ^^)

      Giusto per fare un paragone, quando devo descrivere le bestiole di cui mi sto occupando a gente non addetta ai lavori, di solito dico che son animali che "pisciano dalla bocca e bevono dal sedere", il che di solito strappa un sorriso perchè istintivamente si può trovare la cosa buffa, dato che capovolge quella che è la nostra prospettiva, benchè dal punto di vista morfologico-funzionale la cosa sia un'eccellente strategia di sopravvivenza ;)

      Spero di aver chiarito meglio il mio pensiero ;)

      Elimina
    2. Grazie per avermi spiegato per ben due volte il significato di quei meme: è evidente, dalle tue parole, che io non avevo capito niente ed avevo scritto un post privo di senso. Ora è chiaro perché tu non lo avevi capito (parole tue nel primo commento, quello censurato), perché il post non ha senso.
      Grazie ancora, e buona notte.

      Elimina
  16. Ultimo post, poi la pianto e tornerò a leggermi gli articoli senza più disturbare, promesso ;)

    Il post non è assolutamente inutile...spiega un concetto sacrosanto (la natura del vero "braccio" del Tirannosauro). Personalmente però io non avrei usato toni così pesanti e "estremisti" e, sempre personalmente (opinione mia, che non è certamente obbligatorio condividere), considero l'antropocentrismo come una cosa ricercata dagli autori delle vignette e non come un segno "segno di una evidente limitatezza mentale". Tutto qui...non era mia intenzione offendere nessuno, ne tantomeno pormi come uno che ha la verità in tasca, semplicemente volevo esporre il mio punto di vista sulla questione, diverso, perlomeno da quel che ho capito, dal tuo.

    Ora me ne torno buono buono nell'ombra, buonanotte e buon lavoro ;)

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -