19 marzo 2012

Uno, due o tre Abelisauridi?

A differenza dei ben più noti ritrovamenti dal nord della Patagonia (dalle Provincie di Rio Negro e Neuquen), la Provincia di Santa Crus, nel sud dell'Argentina, ha fornito resti relativamente frammentari di abelisauridi. In particolare, dalla Formazione Bajo Barreal (parte iniziale del Cretacico Superiore), sono noti tre esemplari rinvenuti in località distinte.
Il primo, comprendente alcune dorsali, femore e tibiotarso, costituisce l'olotipo di Xenotarsosaurus bonapartei (Martinez et al. 1986). Il secondo è un mascellare che ricorda Carnotaurus e Rugops (Lamanna et al. 2002). Il terzo, una serie associata di vertebre (una cervicale, due dorsali e tre caudali, Martinez et al. 2004).
Il mascellare non può essere confrontato direttamente con gli altri due esemplari dato che questi ultimi non includono resti mascellari. Martinez et al. (2004) affermano che la serie di vertebre non sia da attribuire a Xenotarsosaurus, dato che in questo taxon le uniche dorsali anteriori note mostrano la faccetta intercentrale anteriore concava e un solo pleurocoelo, mentre nell'altro esemplare la faccetta omologa è piatta e i pleurocoeli sono due (sebbene non si possa escludere una spiccata variabilità lungo la colonna, come osservata in altri theropodi). Pertanto, a meno di smentite dai fossili, parrebbe che esistano almeno due distinti abelisauridi dalla Formazione Bajo Barreal di Santa Crus. Come collocare il mascellare? Esso potrebbe appartenere ad uno degli altri due taxa (Xenotarsosaurus oppure la serie vertebrale), oppure, sebbene sia meno parsimonioso date le informazioni attuali, ad un terzo taxon: ad oggi, non è possibile dipanare questa matassa di interpretazioni. Riuscire a legare il mascellare ad uno dei due possibili abelisauridi aiuterebbe significativamente a collocare almeno uno dei due in modo più preciso all'interno di Abelisauridae, dato che sarebbe possibile stabilire delle affinità con i taxa meglio noti.
Confidiamo in scoperte future.

Ringrazio Jorge Bar per avermi fornito una copia di Martinez et al. (2004).

Bibliografia:
Lamanna,M. C., Martınez, R. D. & Smith, J. B. 2002. A definitive abelisaurid theropod dinosaur from the early Late Cretaceous of Patagonia. Journal of Vertebrate Paleontology 22: 58–69.
Martınez, R. D., Gimenez, O., Rodrıguez, J. & Bochatey, G. 1986. Xenotarsosaurus bonapartei nov. gen. et sp. (Carnosauria, Abelisauridae), un nuevo Theropoda de la Formacion Bajo Barreal, Chubut, Argentina. Actas IV Congreso Argentino de Paleontologıa y Bioestratigrafıa 2: 23–31.
Martınez, R. D., Novas, F. E. & Ambrosio, A. 2004. Abelisaurid remains (Theropoda, Ceratosauria) from southern Patagonia. Ameghiniana 41: 577–585.

5 commenti:

  1. What about "Bayosaurus"? Wasn't that from the same location as well?

    RispondiElimina
  2. That specimen is from a different area of Patagonia. It was posted here: http://theropoda.blogspot.it/2010/01/bayos-ehm-volevo-dire-mcf-pvph-237.html

    RispondiElimina
  3. Non consceva questi scoperti, sono interessanti. Hai scrito provincia di Santa Crux, in realtà deve scriversi Santa Cruz (Santa Crocce in italiano)
    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hernán Tolosa24/3/12 02:14

      haha, credo che doveva avere scrito "queste scoperte"....nel commento

      Elimina
    2. Grazie per la correzione, Herman.

      Elimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -