05 ottobre 2011

Io sto con Wikipedia Italia!

6 commenti:

  1. Anche se non ho mai apprezzato la gestione di Wikia, molto approssimativa, concordo assolutamente con il motivo di protesta, il quale è particolarmente importante per tutto il web nazionale.

    RispondiElimina
  2. Confermo, sopratutto per chi, come me, collabora con Blog politico-sociali, che trattano di storia e di attualità, o di religione, ed in cui o stiamo zitti, o qualcuno lo facciamo arrabbiare.

    Valerio

    RispondiElimina
  3. Io non è che sono contro Wikipedia, ci mancherebbe, però la pagina è (come spesso accade su Wikipedia) piuttosto approssimativa.
    Non è vero che chiunque potrebbe chiedere una rettifica, non è vero che verrebbero cancellate o censurate opinioni, non è vero che verrebbe introdotto un criterio secondo il quale chi si sente arbitrariamente danneggiato può agire (esiste già).

    Sicuramente così com'è la norma fa abbastanza schifo e dovrà sicuramente essere migliorata (sopratutto il paragrafo C) ma la tutela del proprio nome e della propria immagine nel mondo dinamico del web non dovrebbe sottostare ad un processo dai tempi geologici tipico della giustizia italiana.

    RispondiElimina
  4. wikipedia ha più contenuti di qualsiasi enciclopedia cartacea che io abbia mai visto....inoltre è dinamica, attuale e si autocorregge col tempo. wikipedia è una conquista del nostro tempo. stessa cosa i blog.
    qua si respira aria di dittatura e oscurantismo, io dico che è grave.

    Troco

    RispondiElimina
  5. Interestingly, yesterday I was going to contrast the Quetzalcoatlus article from Wikipedia in Spanish with those of other languages ​​(well, English, Italian and French) and I noticed that announcement. I support the declaration against that law and hope that the media communications from your country can remain independent and critical (and of course, I include the Internet sites that contribute to the scientific divulgation).

    RispondiElimina
  6. Come ha rilevato Troco Wikipedia e' una conquista del nostro tempo, insieme ai blog. Grazie a loro le persone possono informarsi ed apprendere conoscenze in maniera pluralistica e soprattutto in tempo reale. Questo e' stato particolarmente importante per me dato che sono calabrese e so bene che significa vivere in un posto dove tifiltrano le notizie e ti dicono solo cio' che vogliono. Tuttavia anche altrove in Italia la musica cambia poco e l' informazione corretta e' diventata un lusso, soprattutto per i ragazzi giovani (a scuola ad esempio spesso l'argomento piu' recente che si insegna e' la seconda guerra mondiale!!). Dunque credo che internet e i blog siano imprescindibili oggi. Astaroth non sono daccordo con il tuo discorso sulla tutela del nome e dell' immagine nel mondo del web.. Questo problema puo' interessare una parte molto ma molto piccola di persone al mondo, giusto qualche presidente del consiglio, qualche politico o criminale controverso.. Ma non interessa affatto il 99,9% delle altre persone che, come me e te, non sono nominate da nessuna parte nel web!! In ogni caso wikipedia e i blog seri hanno sempre delle fonti bibliografiche a loro supporto per cui non vedo proprio il senso della legge. Come dice wikipedia in italia esiste gia' un articolo della costituzione che ci protegge dal reato di diffamazione e non c'e' bisogno di un'ulteriore legge in proposito (tra l'altro fatta malissimo).

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -