26 luglio 2011

Terra Nova è già vecchia - Episodio 2: l'unicorno vs Carnotamarrus

Terra Nova si conferma la prossima fonte di esempi sulle grossolanità e imprecisioni mediatiche spacciate per "ricostruzioni". Noncurante di eventuali critiche e fraintendimenti fuori luogo di alcuni lettori, vi mostro e discuto una sequenza del futuro telefilm recentemente pubblicata online.
Ne ho estratti due fotogrammi, che aiuteranno a comprendere i termini. Il protagonista è un animale uguale al 95% a Carnotaurus. Il restante 5% è inventato (e non si capisce nemmeno da cosa è ispirato... forse l'ignoranza).
Alcune proporzioni generali sono errate, ma ciò rientra nel margine della plausibilità per un animale che, per quanto palesemente Carnotaurus, non è Carnotaurus. Propongo di chiamare questo animale Carnotamarrus.
Ora, è possibile l'abelisauride Carnotamarrus? NO!
Esso ha una serie di caratteristiche del tutto assenti non solo in Carnotaurus, ma anche in tutti gli abelisauridi:
1 (vedi imamgine sopra): l'avambraccio è allungato e affusolato. Negli abelisauridi l'avembraccio è corto e tozzo.
2: esiste un polso funzionante che permette alle dita di piegarsi. Negli abelisauridi, il polso è privo di ossa, e le falangi non hanno articolazioni: esse sono rigide ed immobili proiezioni dell'avambraccio.
3: l'articolazione del gomito è funzionante e l'avambraccio può flettersi rispetto all'omero (nella foto si vede bene l'avambraccio flesso). Negli abelisauridi, l'articolazione del gomito è vestigiale, e l'avambraccio non può flettersi in alcun modo.
4: la mano ha artigli. Negli abelisauridi, la mano ha perso gli artigli e le poche falangi presenti sono tozze e appiattite all'apice.

Concludendo, questo animale non esiste e non può esistere nemmeno in un onesto Mesozoico virtuale per Terra Nova, a meno che non si ammetta che si può creare un animale fantastico come l'unicorno. A ben vedere, l'unicorno ha solo un elemento immaginario, il corno, mentre Carnotamarrus ha gomito, avambraccio, polso e mani inventate!
 Dato che i caratteri inventati sono assenti in tutti gli abelisauridi e non si manifestano nemmeno negli altri abelisauroidi, la plausibilità di Carnotamarrus è la stessa di un cavallo con i piedi da orso.
Volete vedere una buona ricostruzione di un braccio abelisauride? Questa!

29 commenti:

  1. Quei Rugops sono dei veri abelisauridi , altro che quella robaccia !!! Bè , peccato , mi ero interessato a quella "roba" ma ora mi è passata la voglia di guardarla.

    Cristian

    RispondiElimina
  2. I livelli di grossolanità di Terra Nova vanno ben oltre quello che immaginate. Incollo direttamente un pezzo dell'articolo, che potete trovare per il titolo a questo link http://www.badtv.it/2011/07/comic-con-il-panel-di-terra-nova/
    che è un resoconto del panel della serie al Comic Con. Leggete e giudicate voi stessi:

    Tra le novità più interessanti, il fatto che non vi sarà alcun T-Rex nella prima stagione della serie. Vi saranno moltissimi dinosauri (parecchi, grandi e piccoli, erano presenti nelle scene mostrate), ma niente tirannosauri. Questo su richiesta di Steven Spielberg, produttore esecutivo, che ha chiesto a Brannon Braga e Rene Echevarria di evitare di usare dinosauri troppo simili al suo Jurassic Park: “Ci ha chiesto di non ripetere nulla che lui avesse già fatto,” ha spiegato Echevarria all’Hollywood Reporter dopo il panel. “Quel dinosauro è troppo identificabile a Jurassic Park. Così, ci siamo messi a creare dei dinosauri per conto nostro. Comunque, il Tirannosauro proviene dal Giurassico, mentre la nostra serie è ambientata più avanti.”

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serie "Terra Nova" sarebbe tecnicamente ambientata 80 milioni di anni fa; semmai il Tyrannosaurus sarebbe apparso un pò DOPO gli eventi di "Terra Nova", infatti il Tyrannosaurus proviene dal Tardo Maastrichtiano, tra i 67 e i 65,5 milioni di anni fa.

      Elimina
    2. Siccome siamo in vena di sottigliezze, non si dice "il Tyrannosaurus". I nomi dei taxa non richiedono articolo determinativo, dato che non sono individui ma classi.

      Elimina
  3. Mi chiedo se valga la pena spendere cifre enormi per una produzione come questa se non si conosce nemmeno l'ABC di quel che si vorrebbe "divulgare" al "grande pubblico" dei non addetti ai lavori; al solito il motivo è solo il business, e temo non ci sia un briciolo di autentico interesse per l'argomento dietro tutto questo. L'ennesima baracconata made in USA per un target di 12enni.
    Penosi...

    Andrea Ubayy

    RispondiElimina
  4. Non penso che lo scopo sia quello di divulgare, quanto quello di intrattenere il "grande pubblico". Certo infastidisce essere pressapochisti nei dettagli... la colpa di chi è? Avranno consultato paleontologi? O hanno fatto fare tutto ai grafici senza nessuna consulenza? Se c'è qualcuno che ha 'colpa' questa è da dare solo allo 'staff scientifico' che ci ha lavorato, o no?

    RispondiElimina
  5. @Gianmarco Marzo,
    mi è sembrato di leggere "il Tyrannosaurus proviene dal giurassico" . Errore tuo o vera e propria eresia detta da Braga ed Echevarria ???
    Se è la 2° opzione quella giusta allora abbiamo capito tutto.

    Cristian

    RispondiElimina
  6. @ Cristian, sono proprio le loro parole testuali.
    Per il resto, sono d'accordo con Andrea Ubayy. Non si cerca mai di educare il pubblico a qualcosa di più elevato, gli si getta sempre in pasto ciò che lui già pensa di sapere, consolidando ulteriormente il mito. E' come se si avesse il terrore di contraddire le convinzioni sbagliate della gente. Come dici tu, si tratta di semplice business...

    RispondiElimina
  7. Mi chiedo solo se sarà una bella serie (e le serie americane a cui la confrontrerei sono pezzi da gigante BG, Lost, ecc., quindi credo di no), ma è ovvio che:
    a) non si pone minime esigenze di divulgazione (dovrebbe?)
    b) sarà presa come oro colato paleontologico da orde di sedicenni idioti
    c)darà numerosi spunti per post divulgativi, e di correzione sulla percezione della paleontologia da parte della società di massa, ad un bloggher di mia conoscenza.

    Comunque la bellezza della fantascienza risiede anche nella sua scientificità e verosimiglianza, laddove il fantasy invece migliora più è fantastico e irrealistico.
    Quindi è chiaro che Terra Nova non è "buona" fantascienza.

    Valerio

    RispondiElimina
  8. Ma è più fantasy , con questi draghi-dinosauri. E qui non hai tutti i torti Valerio. Mi auguro veramente che i miei coetanei (e quindi il punto b) non considerino questa roba come paleontologia esatta , ma al giorno d'oggi ci sono troppi bimbimi....ehm dinofan esagerati.
    Il punto c mi è piaciuto particolarmente , ora vedremo appena il "blogger" darà un'occhiata ai commenti....

    Cristian

    RispondiElimina
  9. @Gianmarco ,
    ah , dimenticavo....se allora mi confermi che sono le loro testuali parole queste bestemmie è talmente chiaro che non hanno nemmeno chiesto la consulenza di un'esperto . Perchè Spielberg ??? Almeno per JP avevi un consulente.....

    Cristian

    RispondiElimina
  10. Horner ha fatto da consulente per alcuni "dinosauri" di Terra Nova.

    RispondiElimina
  11. la paleontologia è seriamente minacciata da prodotti come questo che contribuiscono a spingere dinosauri e tempo profondo nel buio tunnel della fanta-fantasy-scienza.
    chiunque di noi sia un "puro" amante della natura deve sentirsi in dovere di combatterla con ogni mezzo a sua disposizione. il cinema è purtroppo ancora il veicolo che ha più capacità di fissare nel collettivo delle idee e delle tendenze (internet in generale è troppo libero e tende a creare cricche). il cinema unisce e uniformizza il pensiero. il 95% dei ventenni non appassionati di paleontologia si basa su jurassic park per la sua idea di dinosauro.
    forse questa roba qua essendo una serie avrà un pubblico molto meno vasto, tuttavia sono sicuro che sarà più visto di walking with dinosaurs.
    quello che conta alla fine è chi vince, chi passa più informazioni, chi coinvolge più persone, non importa il contenuto. questo è problema in un mondo dove l'intellettuale di solito è povero e privo di potere e dove comanda il produttore che piega secondo le sue esigenze le leggi che qualche paleontologo, piangendo, cerca di ricordargli essere inequivocabili.

    troco

    RispondiElimina
  12. @Axelsaurus ,
    perchè solo alcuni , li costava troppa fatica fare il consulente per tutti i dinosauri ? Poi , probabilmente , per quanto lo pagano non mi sembra il caso di lamentarsi.

    Cristian

    RispondiElimina
  13. Attenzione:
    1- un paleontologo che fa consulenza ad una serie ha poco potere sulle decisioni degli animatori. Spesso, la consulenza è fatta sulle bozza iniziali, ma poi non è interpellata nella post-produzione.
    2- Horner non è un esperto in theropodi, quindi eventuali sviste sono possibili.
    3- Le braccia del carnotammaro non sembrano errori, bensì volutamente realizzate così (le braccia reali si conoscono esattamente come il resto del corpo, quindi è strano che abbiano copiato bene il corpo ma male le braccia che sono presenti): volevano un animale diverso da Carnotaurus ma senza sapere che le braccia che loro hanno fatto non possono esistere in nessun abelisauro.
    4- Non me ne frega nulla della serie TV, non sto dicendo di non vederla: quello è un diritto di tutti. Mi limito a mostrare, per chi è interessato, gli errori paleontologici.

    RispondiElimina
  14. Ma c'e l'avranno si un consulente, solo che mica fa le lezioni a tutti!!! consiglia a chi si occupa della creazione dei dinosauri, Braga ed Echevarria sono produttori esecutivi, non si occupano loro dei dinosauri, quando si gira un film c'è una gerarchia, ognuno si occupa del proprio compito! e penso che sapessero come era fatto il "gomito, avambraccio, polso e mani inventate" del carnotaurus, solo che forse per loro non era abbastanza spaventoso e l'anno voluto cambiare, poi nessuno ha mai visto come era fatto veramente un carnotaurus, ( anche l'iguanodonte una volta si pensava che avesse un corno sul muso!!!) e per i dinosauri inventati non conosciamo tutti i dinosauri che esistevano. Poi dire che la paleontologia è minacciata da un telefilm...mi fate ridere, se uno vuole diventare paleontologo deve studiare all'università, non lo diventa guardando la tv o i film!!! tranquilli che i futuri paleontologi non vengono su ignoranti!!! questo è una serie creata per un pubblico più ampio, per quelli che vogliono i documentari scientifici si guardino discovery channel o bbc o national geographic, perchè scusatemi ma allora dovevate mettere in conto anche la presenza umana (come mai non si sono ritrovate traccie nel presente dei coloni di terranova) Godetevi sto telefilm e non fate ste storie da sfigati io amo i dinosauri da quando avevo un anno, ho quasi tutte le serie di documentari, che sono uscite (anche in inglese) ho una marea di libri sulla paleontologia, modellini e diorami, e Terra nova me lo guardo e me lo godo alla faccia vostra

    Michael

    RispondiElimina
  15. Michael,

    il tuo commento è così bello (ci sono tutti i clichè delle obiezioni alla dinomaniaco, con la perla finale della tua dichiarazione di amore ai dinosauri) che non sembra vero.
    Chissà chi c'è dietro...

    PS: dovrei cancellare il commento perché insulta altri lettori del blog dando loro degli "sfigati", ma lo tengo (indipendentemente dal fatto che sia vero o scritto apposta come provocazione) come esempio della tipica intolleranza infantile verso chi non la pensa come lui.

    RispondiElimina
  16. A chi inserisce insulti più o meno velati bisognerebbe chiedere il perché di tanta animosità nei confronti di chi sta ponendo delle giuste critiche scientifiche. Nessuno sta boicottando la serie!
    Certo non si tratta di un ciclo di documentari scientifici ma di un'opera di intrattenimento. Che male c'è però nel porre delle legittime critiche sulle ricostruzioni che sono state fatte? Il centro di questo telefilm sono i dinosauri, non animali mai esistiti, è più che logico che si possano e debbano fare commenti sulla veridicità di queste ricostruzioni. Per ogni altra osservazione di carattere speculativo bisogna ricordarsi che stiamo parlando di un'opera di fantasia e che come tale deve essere trattata.

    RispondiElimina
  17. Per restare in tema di rappresentazioni dubbie, vorrei mostrarti questo:

    http://www.youtube.com/watch?v=tSu7h2abwjw

    E' il secondo episodio della prima stagione di Dinosaur Revolution, che da quanto ho capito si propone come nuova serie di divulgazione scientifica a favore di questi splendidi animali.

    In questo episodio si parla di uno spaccato di vita di un Allosaurus che ha una peculiarità molto curiosa: ha la mascella malformata dovuta a una guarigione malriuscita da un brutto trauma che a quanto pare è una frattura.

    Così gli sviluppatori intorno alla domanda "può un dinosauro sopravvivere con una ferita così grave?" vi hanno costruito l'episodio.

    Ecco io avrei delle perplessità su alcuni punti.
    Al minuto 7:32 mostrano come l'Allosaurus si procuri la frattura, non ho idea di quanto tempo abbia la creatura ma comunque a occhio pare essere molto giovane. L'Allosaurus osa troppo contro un giovane Dinheirosauru che lo castiga con una frustata di coda in pieno muso.

    Al minuto 15:56 l'Allosaurus diventato un adulto (o subadulto?) e cresciuto dunque con la mascella storta, afferra al volo (???) la coda di un Dinheirosaurus che si difendendo la prole e riesce addirittura a strappargliene un pezzo.

    Tolta l'umanizzazione estremamente ridicola di alcune situazioni all'interno dell'episodio mi chiedo:
    - è veramente possibile, basandosi su questa ipotetica ricostruzione, che un Allosaurus così piccolo riesca a sopravvivere a una ferita così grave?
    - è veramente possibile, ammettendo che la guarigione sia riuscita, che con una mascella così malformata riesca a bloccare la coda del sauropode ed esercitare una pressione tale da staccargliene un pezzo?
    - ma sopratutto è così fragile la del sauropode all'altezza in cui la addenta l'Allosaurus?

    Sono curioso di sentire la tua.

    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sempre di domanda andrea, per quell'episodio:
      1) Come fa un torvosaurus a far cadere a terra un sauropode addirittura più grande di lui con una spallata?
      2) NO, NON CI VOGLIO CREDERE: PERCHé L' ALLOSAURO RISCHIA LA VITA PER SALVARE LA SUA PREDA?!?!?!?!?!?!?

      Elimina
  18. Cosodelirante ha lasciato un commento che però non appare sul blog ma solo sulla mia casella di posta. Lo incollo qui sotto:

    "Per restare in tema di rappresentazioni dubbie, vorrei mostrarti questo:

    http://www.youtube.com/watch?v=tSu7h2abwjw

    E' il secondo episodio della prima stagione di Dinosaur Revolution, che da quanto ho capito si propone come nuova serie di divulgazione scientifica a favore di questi splendidi animali.

    In questo episodio si parla di uno spaccato di vita di un Allosaurus che ha una peculiarità molto curiosa: ha la mascella malformata dovuta a una guarigione malriuscita da un brutto trauma che a quanto pare è una frattura.

    Così gli sviluppatori intorno alla domanda "può un dinosauro sopravvivere con una ferita così grave?" vi hanno costruito l'episodio.

    Ecco io avrei delle perplessità su alcuni punti.
    Al minuto 7:32 mostrano come l'Allosaurus si procuri la frattura, non ho idea di quanto tempo abbia la creatura ma comunque a occhio pare essere molto giovane. L'Allosaurus osa troppo contro un giovane Dinheirosauru che lo castiga con una frustata di coda in pieno muso.

    Al minuto 15:56 l'Allosaurus diventato un adulto (o subadulto?) e cresciuto dunque con la mascella storta, afferra al volo (???) la coda di un Dinheirosaurus che si difendendo la prole e riesce addirittura a strappargliene un pezzo.

    Tolta l'umanizzazione estremamente ridicola di alcune situazioni all'interno dell'episodio mi chiedo:
    - è veramente possibile, basandosi su questa ipotetica ricostruzione, che un Allosaurus così piccolo riesca a sopravvivere a una ferita così grave?
    - è veramente possibile, ammettendo che la guarigione sia riuscita, che con una mascella così malformata riesca a bloccare la coda del sauropode ed esercitare una pressione tale da staccargliene un pezzo?
    - ma sopratutto è così fragile la del sauropode all'altezza in cui la addenta l'Allosaurus?

    Sono curioso di sentire la tua.

    Ciao! "

    RispondiElimina
  19. Risposte a Cosodelirante:

    1- un trauma così profondo alla mandibola ed in così tenera età è a mio avviso fatale. Traumi meno gravi e in età un po' più avanzata potevano essere rimarginati: ne parlerò in un futuro post.
    2/3/4- mi sembra impossibile staccare la parte distale della coda di un sauropode adulto: il fascio di muscoli e tendini è un continuum e non si può staccare se non segandolo trasversalmente: uno stacco così netto come quello del video sembra l'autotomia della coda delle lucertole, fenomeno impossibile nei dinosauri.

    RispondiElimina
  20. Colgo allora l'occasione per farti una domanda che mi ronzava in testa da tempo: Cosa ne pensi dei documentari sui dinosauri? Io credo di averli visti più o meno tutti (Dinosaurs revolution mi manca) e devo dire che, se quelli del National Geographic e della BBC mi sembrano di certo i più affidabili (anche perchè le case sono comunque molto serie), quelli della discovery channel ultimamente hanno cominciato a farmi venire qualche dubbio. Tu cosa ne dici? Penso che l'opinione di un esperto sia molto importante, soprattutto perché i documentari sono effettivamente l'unico materiale culturale che arriva da noi. Grazie in anticipo
    Simone

    RispondiElimina
  21. Non considero Dinosaur Revolution, Planet Dinosaur e affini come documentary: sono delle fiction scientifiche.
    Un documentario paleontologico dovrebbe mostrare sopratutto i fossili, i siti ed i laboratori, non un mesozoico virtuale in computer graphic (per quanto accattivante e apparentemente realistica sia).

    RispondiElimina
  22. Bè si, in effetti non hai certo torto. Allora mi permetto di consigliarti un documentario che potrebbe piacerti (ammesso che tu non l'abbia già visto): si chiama "dinosauri ai confini del mondo", è un dvd dall'aria anonima ma è incentrato soprattutto sugli scavi e i fossili. Anche quelli del national sono più fossili e laboratori che ricostruzioni.
    Simone

    RispondiElimina
  23. Ma sopratutto "Cosodelirante" Dinosaur Revolution non è una serie divulgativa, e nemmeno una docu-fiction (che comunque devono/dovrebbero rispondere a rigorosi criteri di scientificità) ma una ben riuscita serie comica.

    Valerio

    RispondiElimina
  24. Andrea, allora ci avevo visto giusto!!
    Quando ho visto quelle scene sono rimasto veramente perplesso. Mi dicevo "Impossibile! Come diavolo fa?".
    Per colpa del tuo blog il mio occhio critico è diventato intransigente! Stai creando dei mostri :)

    RispondiElimina
  25. Beh, a questo punto come dovremmo criticare i Dilophosaurus velenosi, il Tyrannosaurus che non vede le cose che non si muovono (che poi in realtà è un errore giustificato dal fatto che il DNA di quel Tyrannosaurus era in parte identico a quello degli anfibi, e questi ultimi non vedono le cose che non si muovono) e i Velociraptor con il muso sformato, più grandi di un uomo e implumi di Jurassic Park? I film sui dinosauri sono ambientati in un universo tutto loro, in cui le regole fondamentali della paleontologia vengono buttate dalla finestra. Probabilmente i creatori pensano che i veri dinosauri siano un pò troppo noiosi, così li mitizzano. Questa è una cosa letale per gli spettatori non ben informati, infatti il film lo prendono sul serio e si convincono di sciocchezze.

    Per quanto riguarda le "docu-fiction", sono a mio parere troppo umanizzate. Infatti i dinosauri provano sentimenti "umani". Dinosaur Revolution ha ricevuto delle critiche proprio per questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che alla fine la gravità di Terra Nova sia il fatto che è proprio NUOVA (gioco di parole), cioè, Jurassic Park per quanto "mostruoso" possa essere (a me sinceramente fanno + schifo la clamide e le mani pronate piuttosto che il veleno e le piume) risale al 1993, mentre terra nova e molte alre "fiction mesozoiche" sono molto più recenti e vengono perciò considerate ancora più attendibili e/o aggiornate come fonte di divulgazione. Comunque, credo che per certe cose terra nova sia ancora peggio di JP sotto certi aspetti, x esempio il fatto che alcuni dinosauri se li sono proprio inventati(!) mentre almeno in Jurassic Park, sebbene deformati e "lucertolizzati", venivano comunque chimati sempre "Dilophosaurus" e "Velociraptor". Qualcuno invece provi a dirmi cosa sarebbe uno "SLASHER(?!?)" dato che, sia col nome inventato che con le sue caratteristiche "Paraparaviane" batte addirittura i "raptor" di Spielberg...
      Per quanto riguarda le cosiddette "docu-fiction", anch'esse sono teoricamente peggio, dal momento che non sono film più o meno palesemente fantascientifici, ma vengono considerati universalmente come veri e propri documentari dove ci si può fidare al 100%.

      Elimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -