04 febbraio 2011

L'EVENTO PALEONTOLOGICO DELL'ANNO!

Il 2011 sarà l'anno della definitiva consacrazione della PaleoRinascita Italiana. Finalmente, dopo una lunga fase preparatoria, un ambizioso progetto paleontologico, totalmente italiano, entra nel vivo.
Dal 1 marzo al 31maggio si terrà a Piacenza la mostra:  

SCIENZA E ARTE RIPORTANO IN VITA I DOMINATORI DI UN MONDO PERDUTO
La mostra, organizzata e supervisionata dai paleontologi Simone Maganuco e Stefania Nosotti, e realizzata da un team composto dai migliori paleoartisti ed esperti nella divulgazione paleontologica in Italia, si articola in tre spazi tematici:
  1. una prima sezione che introduce ai temi della mostra con nozioni di base di paleontologia e una sintetica panoramica della Storia della Vita sulla Terra; è prevista inoltre un'esposizione di grande interesse locale concernente la fauna preistorica del Piacentino, rappresentata dai grandi mammiferi del Quaternario i cui resti si rinvengono in abbondanza nei depositi alluvionali del Po;
  2. una seconda sezione che presenta modelli iperrealistici di una quindicina tra dinosauri e altri animali preistorici, talora giganteschi, ricostruiti accuratamente attraverso la collaborazione di scienziati e artisti, in grandezza naturale e nelle sembianze che si suppone avessero in vita; le ricostruzioni saranno accompagnate da scenografie illustrate raffiguranti ambiente, fauna e flora dell'epoca;
  3. una terza sezione – una sorta di galleria d'arte e di laboratorio – che include:
    • la presentazione del profilo personale e professionale di dieci paleo-artisti italiani di fama internazionale che, insieme a grafici del 3D, video-documentaristi, artigiani e bloggers, raccontano attraverso la loro opera l'incontro tra Arte e Scienza che caratterizza l'esposizione;
    • un'esposizione dedicata che svela i segreti del making-of della mostra – come si "riporta in vita" un dinosauro illustrando le fasi di costruzione dei modelli;
    • una panoramica sul lavoro di divulgazione e ricerca di Associazioni e Università e la presentazione di un nuovo ambizioso progetto nel campo della museologia e della comunicazione basato su tecnologie avveniristiche.

    Associata alla Mostra sarà anche una serie di incontri e conferenze aventi come relatori docenti universitari o ricercatori provenienti da vari musei e istituzioni italiani, specialisti delle tematiche affrontate dalla mostra (ad esempio scoperte paleontologiche, divulgazione, spedizioni sul campo, making-of dei modelli di animali preistorici, fossili del piacentino, illustrazione naturalistica). In particolare, tra gli interventi, va segnalato il ritorno in Italia del Presidente Onorario dell'APPI, J. Horner.

    Inoltre, avrete modo di ammirare per la prima volta assieme le opere di alcuni dei maggiori paleoartisti italiani, tra cui Marco Auditore, Davide Bonadonna, Lukas Panzarin, Fabio Pastori, Loana Riboli e Troco. Piccola nota: sarò presente anche io, come blogger e come paleontologo (vi terrò aggiornati!).

    Si tratta quindi di un evento unico, al quale non potete mancare: una mostra totalmente ideata e realizzata da paleontologi e paleoartisti italiani, la concreta manifestazione della rinascita paleontologica che questo blog va sostenendo da oltre 2 anni. Posso assicurare che già dalle immagini in anteprima, che si tratta di un evento assolutamente imperdibile, con ricostruzioni a grandezza naturale che lasceranno senza fiato!
     
 Ulteriori informazioni qui e qui.

18 commenti:

  1. Viste alcune immagini sul giornalino dell'APPI, non posso mancare.


    Axel

    RispondiElimina
  2. Bene bene... Walking with Dinosaurs - the live experience arriva per la prima volta in Italia quest'anno, e ora questa mostra che promette di essere incantevole...
    Andrea, interverrai in qualche conferenza? Mi piacerebbe molto venire a vedere la mostra, ma se posso, preferisco farlo quando ho la chance di vedere "riportati in vita" non solo animali estinti, ma anche il mio paleontologo preferito! XD

    RispondiElimina
  3. Ti consiglio di venire per la data con Horner (non so ancora la data precisa), che come oratore ha un suo stile e merita di essere visto (quando ricapiterà da queste parti?).
    Io sono piuttosto deludente dal vivo ;-)
    Ad ogni modo, farò un intervento: appena avrò la conferma della data la pubblicherò.

    RispondiElimina
  4. Giusto per curiosità...
    Ma avrò la chance di sentirlo parlare in lingua originale, oppure c'è qualche sorta di traduttore simultaneo per i non anglofoni? Personalmente, cerco di sentire ogni cosa in lingua originale a meno che non sia strettamente indispensabile il contrario; e dato che adoro e capisco perfettamente l'inglese, spero di potermi gustare l'uso che Horner farà della sua lingua madre... :D
    Non vedo l'ora di sapere le date.

    RispondiElimina
  5. Io invece l'inglese parlato non l'ho capisco.
    Spero che ci sia la traduzione.
    In ogni caso verrò per incontrare il mio paleontologo di fiducia :-)

    RispondiElimina
  6. Scusate l'errore di ortografia. A quanto pare non è solo con l'inglese che ho difficoltà

    RispondiElimina
  7. Michele Nardo12/2/11 12:06

    Ciao Andrea Cau, sono un appassionato di paleontologia della provincia di treviso, vorrei sapere qual è l'indirizzo completo dove si svolgerà questa mostra.

    RispondiElimina
  8. Trovi tutte le informazioni qui:
    http://www.dinosauri-piacenza.com/

    RispondiElimina
  9. Ho visto ieri la mostra. I modelli sono entusiasmanti, i migliori che abbia mai visto. In particolare lo spinosauro. In esterno si perde un po' il valore di alcuni sfondi con i disegni. Anche la terza sezione (con i paleoartisti, il making of, il paleo-acquario etc..) è molto ben progettata. Il dietro le quinte di sabato 12 febbraio, poi, è stato un'idea grandiosa.

    RispondiElimina
  10. Accidenti! Se sei un lettore del blog avevi il DOVERE di presentarti! :-)

    RispondiElimina
  11. salve a tutti
    mi presento, mi chiamo Andrea Salvai
    ho dato uno sguardo al blog, ètutto molto interessante e serio
    avrei una curiosità
    sto cercando delle informazioni sul dimetrodonte
    qualcuno mi sa dare delle informazioni o dei link "scientificamente attendibili" di quali posso ricavarmi delle informazioni.
    grazie a tutti

    RispondiElimina
  12. Prova questo link:
    http://www.macroevolution.net/synapsids.html

    RispondiElimina
  13. ATTENZIONE!!!

    Al link indicato nel commento precedente da Andrea, verso la fine della pagina, l'autore scrive che solamente "[...] an evaluation of the probable origins of two extant mammals, the armadillo and the pangolin, will begin to reveal the fallacy of this mode of thought", e rimanda alla pagina seguente, dove i gli "stegosaurids" sono indicati come gli antenati dei pangolini e gli "ankylosaur(s)" come antenati degli armadilli...

    WTF ?!?

    :_-(

    Leggiamo nella pagina seguente: "[...]The modern giant armadillo is so similar to the ancient ankylosaurs that it is only reasonable to suppose it is descended from them. The same is true for pangolins and stegosaurids (although the case is somewhat weaker because the exact external form of stegosaurids is a point in dispute). These similarities strongly suggest that two of the most common "dinosaurs" of the so-called Age of Reptiles — ankylosaurs and stegosaurids — were in fact mammals, and, even more remarkably, that their direct descendants exist even today. So in their cases, it seems, there was no "extinction of the dinosaurs" — there was merely a reconceptualization and reclassification"

    ???

    La pagina dell'autore recita: "During my years at the Genetics Department, I became increasingly dissatisfied with the standard explanation of evolution. The more I read about fossils, the more convinced I became that Darwin's account of the evolutionary process was fundamentally flawed [ahi...! NdLeo] Moreover, in my study of hybrids I became aware that an alternative explanation, what I now call "stabilization theory," could do a much better job of explaining the available data".

    In conclusione il sito presenta (o suggerisce) bizzarre ed eterodosse linee filogenetiche secondo le quali pterosauri > pipistrelli, mosasauri > balene, plesiosauri > "pinnipedi", etc.

    Non ho tempo per leggere tutto, ma mi è parso corretto segnalare il contenuto del link inguaiato.

    Leo

    RispondiElimina
  14. Grazie Leo!
    Mi scuso per aver linkato un palese sito di "pseudoscienza". Ho letto frettolosamente le prime righe e mi sono fatto imbrogliare dal "PHD" scritto bene in vista in alto nella pagina.

    Morale: se volete sapere qualcosa su Dimetrodon, cercate nelle pubblocazioni scientifiche e non nei siti.

    RispondiElimina
  15. Di nulla, Andrea: anch'io ho letto le prime righe e qualcosina, e mi ero ripromesso - convinto dell'utilità del testo e sempre curioso di trovare paleoblogger - di rileggere un momento (a fine giornata) il testo. Insomma, c'ero cascato anch'io. Solo ad un seconda, di poco più attenta lettura (perché sono sempre di fretta!) si è palesato il senso del sito!
    Insomma... attenti al cane feroce (anzi, al Dimetrodon)che vi attende dietro un tranquillo e fiorito giardino!

    [P.S. per il lettore interessato dal quale scaturì la domanda: su Amazon.it c'è una grande scelta di testi in inglese, alcuni a prezzi convenienti. Consiglierei di provare a cercare là testi come ad es. "The Origin and Evolution of Mammals" di T.S. Kemp; oppure c'è sempre il prestito interbibliotecario. Insomma, molti sono i mezzi - e non tutti dispensiosi - per andare oltre la solita pagina di Wikipedia]

    Leo

    RispondiElimina
  16. Diavolo, non pensavo fosse un evento così importante! Io volevo venire ma per questioni di soldi e tempo ho rinunciato pensando che fosse solo un'esibizione di pupazzoni ben fatti, ma a quanto leggo non era affatto così. Ma si sa se lo rifaranno?
    Simone

    RispondiElimina
  17. La mostra è stata in estate a Courmayeur, ora è a Pavia fino al 13 novembre e sarà da marzo a Firenze.

    RispondiElimina
  18. Bene ricevuto, questa volta vengo. Immagino che né tu né gli altri esperti ci sarete più ormai. Mi avrebbe fatto piacere conoscere te, e magari Maganuco, Brillante e Dal Sasso. Comunque grazie dell'informazione :)
    Simone

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -