26 maggio 2010

_Alanqa saharica_ (Ibrahim et al., 2010) by Davide Bonadonna

Continua la serie di paleoartisti nostrani, nonché amici del vostro blogger theropodologico, ingaggiati per illustrare nuove ricerche internazionali. La scorsa settimana ho parlato di Lukas Panzarin. Oggi parlo di Davide Bonadonna.
Recentemente, Davide mi ha mostrato in anteprima una tavola che ha realizzato per Nizar Ibrahim, paleontologo dell'Università di Dublino che sta compiendo numerose ed interessanti ricerche nelle formazioni del Marocco, tra cui i letti del Kem Kem. La tavola ha per tema un nuovo pterosauro nordafricano, Alanqa saharica, pubblicato oggi (Ibrahim et al., 2010), coevo di theropodi come Spinosaurus, Deltadromeus, Carcharodontosaurus e Kemkemia.
La parola "Al Anqa" significa "fenice". Qualcuno conosce altre fenici alate del Cenomaniano della Placca Afroarabica? ;-)

2 commenti:

  1. Il disegno è veramente molto bello, direi evocativo e suggestivo.

    Appritto del post per andare un po' fuori "theropoda"
    _Alanqa_ è stato ritrovato con un grado di completezza relativamente sufficiente per una ricostruzione oppure, com'è tipico dei letti di Kem Kem, è frammentario?
    L'attribuzione a Azhdarchidae è robusta oppure ci sono incertezze, vista l'età sembrerebbe più probabile Azarchoidea?

    Certo che un biota come quello di Kem Kem sarebbe stato un paradiso per una specie di cicogna gigante, sensu Darren Naish.

    Erodoto

    RispondiElimina
  2. L'olotipo è un rostro. Tuttavia, gli autori elencano una serie di caratteristiche che inducono a attribuirlo ad Azhdarchidae.

    Un Azhdarchidae è sempre anche un Azdharchoidea... e comunque, l'attribuzione ad un clade non si basa sull'età, ma sulle caratteristiche morfologiche.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -