16 gennaio 2010

Chiudi gli occhi e pensa a Velociraptor...

Velociraptor è un dromaeosauridae del Cretacico Superiore della Mongolia.
Tutti lo sanno, e sarebbe inutile dedicare un post a questo theropode per dire qualcosa che chiunque può ricavare da decine di siti in rete. Oppure no?
Da quasi 20 anni, questo theropode asiatico è diventato, purtroppo, un'icona pop. Dico "purtroppo" perché, come ho scritto in numerosi post, "Velociraptor" è probabilmente il theropode fossile peggio noto (persino peggio di Tyrannosaurus). "Peggio noto" significa che ha il peggiore bilancio tra ciò che è noto realmente (scientificamente) e quello che, invece, moltissimi credono di sapere su questo theropode. Tutti hanno visto una ricostruzione di Velociraptor, o almeno qualcosa che è dichiarata tale, spesso a sproposito. Di conseguenza, tutti quasi sicuramente hanno in mente un'immagine di questo theropode. Non credo che la stessa cosa accada per la maggioranza dei theropodi. Dubito che la totalità dei miei lettori abbia in mente un'immagine di Tugulusaurus, Nedcolbertia o Berberosaurus. Sicuramente, non con il dettaglio con cui immaginano Velociraptor.
La dimostrazione della mia ultima frase è data dal piccolo test che vi propongo. Se siete lettori di questo blog, penso che vi fiderete della mia onestà scientifica, ovvero, del fatto che io mi impegno sempre a fornire ai miei lettori una ricostruzione fedele dal punto di vista scientifico, fondata sulle conoscenze note e sul sistema di concetti consolidati dalla comunità scientifica (ovvero, coerentemente alla attuale teoria paleontologica).
Bene. Chiudete gli occhi ed immaginatevi un esemplare di Velociraptor in vita. Immaginatelo mentre corre, rivolto verso destra. Concentratevi sulla vostra immagine. Essa, presumo, sarà fondata sulle conoscenze che avete di questo theropode. Ora, confrontatela con l'immagine qui sotto, che è la ricostruzione che vi propongo per Velociraptor, basata su tutti i dati a nostra disposizione.




Quanto si discosta la vostra immagine di Velociraptor da quella che vi propongo? In cosa si discosta? Dato che Velociraptor è tra i theropodi meglio noti (conosciamo numerosi esemplari a diversi gradi di preservazione), dato che questo theropode è "famoso", cosa può, eventualmente, generare differenze nelle interpretazioni? Mi interesserebbe sentire le vostre opinioni in proposito.

14 commenti:

  1. Chiudo gli occhi e visualizzo _Velociraptor_, li riapro e vedo la tua "versione".
    Dove sono le differenze?

    A parte i colori il "mio" _ V. mongoliensi_ era più eretto, con il corpo ben parallelo al suolo, un po' più snello, e con il collo ad S, ma fino a qui nulla di particolare.

    Più evidenti le differenze nelle zampe, il "mio" aveva le zampe posteriori un po' più lunghe, e molto più da uccello, ovvero senza piume e scagliose, un po' come una gallina, (mentre le mie zampe anteriori erano "corrette", solo immaginate come variopinte, come anche il collo, non so perchè ma mi viene in mente una sorta di criniera).

    Seconda differenza la coda, anch'io la immaginavo molto rigida, ma solo con protopenne, e non piumata, insomma quelle penne sulle zampe e la coda mi vengon in mente più per _Microraptor_ che per i dromaesoariudi di taglia media, eppure dovrei aspettarmele.

    Erodoto

    RispondiElimina
  2. Beh... Condivido con Erodoto l'immagine di una postura più ad S. Il colore l'avevo immaginato simile, più spostato verso un arancione opaco e maculato però, e con la parte inferiore del corpo leggermente più bianca. Avevo anche immaginato in maniera un po' diversa le piume dell'arto anteriore: ovvero, piume più discernibili l'una dall'altra (quindi una massa dell'ala meno "compatta"), e soprattutto con più differenza di lunghezza delle piume, più corte nella regione dorsale dell'arto, gradualmente più lunghe man mano che si avvicinano alle dita. Avevo anche io visualizzato una sorta di criniera, o "cresta" di piume sulla nuca, e avevo pensato a una coda un po' più spessa.

    RispondiElimina
  3. Pretty darn close to my idea, just with less feathers and a thinner neck. My idea has longer feathers on the thighs and tail all the way to the tip similar to Archeopteryx. :)

    RispondiElimina
  4. Io me lo sono immaginato cosi:

    http://i50.tinypic.com/e06h36.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte il colore, anche il mio è esattamente così! :)

      Elimina
  5. Very similar to a picture I drew of the beastie a few years ago, trying for scientific accuracy over aesthetic design. Of note, I gave him a featherless neck and head (like a ratite) because I can't imagine a feathered head stuck in a bloody carcass (tough to clean). Otherwise very similar, sir!

    RispondiElimina
  6. Michael O. Erickson18/1/10 06:44

    My image was nearly identical, except that I did not picture big leg feathers, and the head and neck were naked and scaly. The feathers of the body and tail were much thicker. Basically, a cross between a lizard and turkey.

    RispondiElimina
  7. Complimenti a Prolagus. Un'unica nota: non pensi di aver dato troppa espressività (e "cattiveria") agli occhi? Una linea scura sopra gli occhi a volte trasforma una rappresentazione naturalistica in una caricatura troppo antropomorficamente espressiva. Ovviamente, è solo una mia opinione.

    RispondiElimina
  8. ;) Grazie!
    Ecco il dettaglio della testa... gli occhi 'cattivi' in realtà sono quelli di un uccello attuale:
    http://img515.imageshack.us/img515/3128/63680096.jpg

    Gif animta:
    http://picasion.com/pic16/0ea15a2b4acca25c56470a4f91461550.gif

    RispondiElimina
  9. Ciao, ho fatto uan versione 'rampante' del Velociraptor... secondo te la 'curva' della base della coda potrebbe andare bene cosi?

    http://i47.tinypic.com/2yonwqb.jpg

    RispondiElimina
  10. La curvatura mi pare troppo marcata e compressa. Tieni presente che le prime 6-7 caudali sono con centri quadrangolari dalla faccette piane o appena concave, articolazioni corte e spine relativamente alte: questo mix di caratteri non permette una curvatura così marcata, ma solo una lieve curva più graduale che si risolve nella zona distale rigida.

    RispondiElimina
  11. Infatti avevo anche io questo dubbio, dato che ho trovato spesso dromaeosauridi ricostruiti con la coda in questo modo...

    Secondo te che angolo poteva raggiungere la coda rispetto al torace? Nel mio disegno è di circa 45°

    RispondiElimina
  12. Permettendo e premettendo che sono solo un tredicenne appassionato, vorrei un opinione ed evntuali consigli per migliorare (molti difettucci sono consapevoli e dovuti solamente ad una mancanza di esperienza nella paleoarte)
    http://balaur99dennonychus.deviantart.com/art/Velociraptor-Mongoliensis-349532502
    Grazie a chiunque mi risponderà :)

    RispondiElimina
  13. Non so perchè ma nella mia mente (come mi pare di capire anche in quella di molti altri appassionati) si è instaurata un immagine del capo di Velociraptor provvisto di una "cresta" o "ciuffo" o "criniera" di piume sulla nuca, forse perchè condizionata da quella ritrovata (e successivamente smentita) su Microraptor. Credio sia strano e allo stesso tempo importante pensare a come la nostra immagine di un Teropode possa essere condizionata da tali distrazioni...

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -