29 gennaio 2009

BUON COMPLEANNO, THEROPODA!


Il primo blog dedicato esclusivamente agli organismi più belli, più interessanti, più appassionanti e più evoluti della Terra nacque quasi per caso, il 29 Gennaio del 2008.

Alcuni amici intimi sanno le contingenze oloceniche a monte della mia decisione di iniziare un nuovo blog, dopo l’ormai collaudato Ultrazionale. Theropoda nacque come emanazione dei post ultrazionali del filone “Doctor Kause - Paleontological Division”: il suo primissimo obiettivo, infatti, era esclusivamente quello di alleggerire Ultrazionale dai post più orgogliosamente scientifici. In effetti, questo blog non nacque con ambizioni di successo: i primi post erano vere e proprie schede tecniche su esemplari frammentari e poco citati (Velocisaurus, la vertebra di saurischio malgascio descritta da me e Simone Maganuco nel 2005, Thecocoelurus)... insomma, quanto di meno interessante sui dinosauri un internauta possa cercare. Theropoda nacque come autoreferenza pura del sottoscritto, destinata al disinteresse generale, come milioni di altri suoi omologhi autoreferenti della rete, e non avrei mai immaginato il successo che ha oggi.

A poche settimane dalla nascita, Theropoda aveva già una piccola schiera di lettori, accomunati dalla passione paleontologica. Come scrissi la scorsa settimana facendo gli auguri per il terzo compleanno di Tetrapod Zoology di Darren Naish (fine gennaio è il periodo di nascita dei blog “uber-nerd”?), TetZoo è stato un’ispirazione e modello per l’impostazione generale di Theropoda. Nel corso del 2008, molti altri blogger hanno intrapreso un simile cammino, sempre ispirati dal mitico blog di Darren!

Sembrano passati eoni da allora... basta pensare che Megamatrice a quei tempi aveva “solo” 258 taxa e 862 caratteri (era il 63% della sua attuale dimensione)...

Il primo anno di Theropoda è stato un processo di crescita ed affermazione, con i suoi alti e bassi. Come molti processi evolutivi, più che una lenta marcia graduale, è stata una serie contingente di eventi punteggiati (sensu Gould).

A metà della primavera, un post su una mia ipotesi locomotoria riguardante le peculiarità presenti in alcuni abelisauri divenne il terreno per una discussione tanto accesa quanto malintesa... Indipendentemente dalla validità o meno dell’ipotesi anfibia per Majungasaurus, essa è una delle emanazioni memiche (sensu Dawkins) di questo blog più note e discusse tra gli appassionati italici, al punto che ormai ha acquisito una sua indipendenza mediatica (sebbene, va sottolineato, essa nacque e si strutturò proprio in questo blog. Avvertenza: se in rete leggete di abelisauri acquatici, sottomarini o piscivori, quelle NON sono la mia ipotesi! Diffidate dalle pessime imitazioni! Solo su Theropoda trovate la descrizione dettagliata e, sopratutto, motivata, dell’ipotesi anfibia per Majungasaurus).

Dalla fine di giugno, il successo di Theropoda è stato quantificato con l’introduzione del contatore delle visite: in sei mesi, ben ventimila visitatori, sparsi su tutti i continenti, sono passati per questo blog. I dati del contatore inoltre mostrano che la frequenza delle visite cresce nel tempo: se sono occorsi 130 giorni per arrivare a 10 mila visite, ne sono occorsi solo 80 per arrivare a 20 mila. Ormai, si macinano mille visite a settimana! Per essere un contenitore specifico, dichiaratamente nemico della grossolanità sensazionalistico-commerciale e orgogliosamente tecnico, Theropoda ha acquisito uno zoccolo duro di affezionati, in crescita sia in Italia che all’estero.

Alcuni, forse abusando di una retorica un po’ “infantile”, hanno accusato questo blog di essere eccessivamente “tecnico” o “cladista”. I fatti dimostrano che simili critiche, oltre ad essere pretestuose, sono fondamentalmente errate: Theropoda ha affrontato tutti i temi della paleontologia, senza chiusure o pregiudizi verso particolari aree di ricerca (atteggiamento invece evidente nelle parole dei miei critici). Chiunque può fare una veloce ricerca nell’Archivio di Theropoda, per verificare l’abbondante presenza di post a tema ecologico, etologico, fisiologico, paleogeografico, tafonomico, climatologico, morfologico, oltre che filogenetico. Non mi stancherò mai di sostenere che la Paleontologia è una Scienza Naturale “per adulti”, multidisciplinare, aperta alle nuove aree della scienza, proiettata nel XXI secolo, per quanto sempre legata ad un aspetto “romanticamente ottocentesco” dato dalla ricerca sul campo, all’esplorazione di nuove aree, al duro lavoro manuale di estrarre i fossili dalla roccia, all’arte di ricreare mondi perduti. Vorrei che i critici della “fredda raccolta di dati” ricordassero che qualsiasi opera di paleoarte, per quanto suggestiva e emozionante, deve sempre la sua esistenza al duro lavoro di ricercatori che hanno raccolto, analizzato, misurato, calcolato, elaborato e pubblicato dei dati. Credere che l’opera di paleoarte possa esistere senza una base di rigorosa indagine scientifica, fatta anche di analisi computerizzate e tabelle numeriche, è ingenuo, immaturo e contraddittorio. Questo blog sosterrà sempre l’assoluta priorità dei “freddi” dati sopra le teorie, i risultati e le ricostruzioni, ma senza dimenticare la bellezza delle immagini e il valore delle ricostruzioni paleoartistiche.

Un evento significativo in Theropoda, questa volta legato a eventi “reali”, è stato, all’inizio dell’estate, la pubblicazione della mia prima specie, l’enantiornite libanese Enantiophoenix electrophyla. Con grande soddisfazione, vedo che il piccolo avisauridae si sta creando un suo spazio tra gli studiosi, al punto che una futura pubblicazione in preparazione da parte di alcuni colleghi utilizzerà proprio l’analisi filogenetica che ho creato per Enantiophoenix (che, per inciso, è stata tratta da Megamatrice).

Il successo del blog è dovuto anche al piccolo tam tam che l’ha diffuso in rete... un saluto ed un grazie a tutti coloro che hanno inserito un link a Theropoda nei loro blog o siti, e a tutti quelli che, in varie occasioni, lo hanno citato.

Un altro ambito di Theropoda che ha riscosso successo sono state le interviste. Questo primo anno sono state solamente tre, di cui una doppia, ma spero che nel suo secondo anno Theropoda possa ospitare molte altre interessanti personalità della theropodologia, sia paleoartistica che scientifica. In ogni caso, un grazie mesozoico ed un saluto a Marco Auditore, Simone Maganuco, Cristiano Dal Sasso e Thomas Holtz Jr.

Cosa porterà questo nuovo anno? Credo che sarà sicuramente ricco come il precedente, forse migliore: stiamo vivendo un periodo d’oro per la paleontologia dei theropodi, come mai prima d’ora, e Theropoda non sarà da meno!

... come sempre, wait for the papers... and for the posts!

10 commenti:

  1. Con "Geomythology" tornato a regime, non posso non esprimere vivi e sentiti ringraziamenti a Cau, per quel fatidico giorno in cui estrasse un pezzetto di argilla dall'archetipico Dr. Kause della divisione paleontologica Primigenia e lo modellò nel raffinato progetto teropodologicamente attivo presente ora.
    Grazie Andrea e auguri ancora per tutto!

    Leonardo

    RispondiElimina
  2. Auguri a questo fantastico blog!

    RispondiElimina
  3. Tanti auguri a Theropoda!
    1000 di questi giorni ^^ (se Andrea non si fossilizza prima XD)

    RispondiElimina
  4. Auguri Theropoda ^^
    Lo trovo un blog assolutamente utile, non ha mai smesso di sorprendermi. Sono stati presi in considerazione i più vari dilemmi teropodologici, sempre affrontati con rigore scientifico e con spiccato spirito critico, oltre che in maniera spesso innovativa. Lo stile di scrittura, coinvolgente e vivace, rende il blog più attraente, anche davanti un pubblico più ampio. Bella la grafica e le tavole di Andrea. Dal basso della mia esperienza, non credo di aver nulla da criticare al blog o al suo gestore. Gli consiglio di continuare così, che va alla grande. Sono sicuro che il 2009 sarà una ricca "annata teropodo-logica".

    In bocca a Brontoraptor. xd

    Fabio Manucci (Meuso æ)

    RispondiElimina
  5. Auguri di buon compleanno al Theropod-blog italiano !
    Ribadisco ciò che ho detto in precedenza , blog davvero utile e interessante !
    Per dire un 'siola felice in un oceano sconfinato !=D
    Ciao Andrea !E Buon anno (meoszoico) a Theropoda !

    Domenico

    RispondiElimina
  6. Buon Compleanno !!!!!!!!!!!!
    Andrea for President !!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Tanti , tanti auguri Theropoda!
    Grazie di esserci!


    Loana

    RispondiElimina
  8. Acrocanthosaurus22/2/09 10:47

    Tanti auguri Theropoda!

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -