22 dicembre 2008

Merry Saturnalia!

In questo periodo sarò un po' assente... Io e Austroraptor* auguriamo
Buone Feste a tutti i lettori di Theropoda!

*Prima di ricevere decine di insulti per questa tavola su Austroraptor, spiego alcuni dettagli del disegno:
L'arto anteriore è stato ricostruito usando come paragone alcuni maniraptori con arti anteriori relativamente ridotti, ma nondimeno non atrofici: Patagonykus, Caudipteryx e Sinornithoides. Quindi, come in quei tre generi, la lunghezza totale dell'arto anteriore è circa 40-55% di quello posteriore. Non condivido alcune ricostruzioni che circolano in rete nelle quali l'animale ha un arto estremamente ridotto, più simile a quello di un ceratosauro che a quello di un maniraptoriano: anche nei maniraptoriani con omeri ridotti in lunghezza, l'avambraccio e la mano non si atrofizzano: pertanto, è plausibile che Austroraptor, pur avendo un omero corto per la media maniraptoriana, avesse arti comunque più allungati rispetto a carnosauri e ceratosauri (ripero, osservate Caudipteryx, Patagonykus e Sinornithoides, e vedrete che l'arto anteriore è corto rispetto ad altri maniraptoriani, ma conserva sempre la mano sviluppata ed allungata). Ciò è avvalorato dall'unico unguale della mano preservato in Austroraptor, che è fortemente incurvato, come in tutti i deinonychosauri predatori, segno che la funzionalità dell'arto persisteva. La presenza di piumaggio nell'arto anteriore, simile a quella deducibile dalle papille ulnari di Velocitaptor, è compatibile con la condizione in maniraptori con arti ridotti, come Caudipteryx.
L'arto posteriore è glabro, come in Struthio: la condizione prettamente terricola di Austroraptor mi porta ad escludere la presenza di penne metatarsali.

6 commenti:

  1. bel disegno Cau!E scommetto che quell'esemplare è un maschio che sorveglia il nido, preso dal tuo ultimo post sulla cura parentale da parte dei maniraptora...

    RispondiElimina
  2. Replico anche qui agli auguri postati su "Geomythology":

    Grazie mille Andrea, tanti auguri anche a te!!

    Ci rivediamo nel 2009 con la ripresa delle attvità di "Geomythology" e la pubblicazione dei nuovi posts

    Leo

    RispondiElimina
  3. Smnt2000,
    sì... in effetti avevo immaginato un maschio nell'atto di accumulare terriccio per un nido... ma non so quanto renda l'immagine (l'illustrazione è per me solo un hobby...).

    RispondiElimina
  4. Tanti auguri anche a te Andrea!
    E grazie mille per il regalo-intervista, fantastico ^_^

    Ottimo disegno ^^

    RispondiElimina
  5. Grazie ai miei lettori affezionati!
    Siccome per qualche giorno sarò lontano dalla rete, faccio i (C)auguri anticipati a tutti!

    RispondiElimina
  6. Faccio gli Auguri di buon anno al bravo Cau !
    ^^
    E Auguri in generale a tutti i "teropodanti"

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -