03 ottobre 2008

Ipotetico Scansoriopterygide con patagio 2



Questo è un bozzetto preliminare di una tavola in programma di Lukas Panzarin. Essa propone una versione leggermente modificata dello scansoriopterygide con patagio, in questo caso con una doppia serie di penne metatarsali simili a quelle di alcuni deinonychosauri basali.

8 commenti:

  1. Yeah, I really don't understand the paper's ambiguous terminology about a "membranous structure." Where IS the membrane? I like this concept, though. I'd always drawn scansoriopterygians with wing feathers on their long third finger, thus giving them super-long wings.

    RispondiElimina
  2. ..."a bocca aperta"!

    Complimenti!
    Post Scriptum: ma L. Panzarin è l'autore che ha visivamente aggiornato l'opera di M.L.Bozzi/S.Maugeri/S.Bruno ad opera di F. M. Dalla Vecchia?! Se così i miei complimenti! (ovviamente, senza nulla togliere ad Andrea Cau!!!!)

    Leo

    RispondiElimina
  3. Grandioso! Troppo bravo Panzarin (senza offesa miticissimo Cau!)!Ma in 'sti giorni mi è presa la fissazione che i scansoriopterigidi siano più una sorta di aye aye versione celurosauro, ma anche come scoiattoli volanti non stanno malissimo!Piuttosto, mi sapete dire se lukas panzarin ha un sito con tutti i suoi disegni?No perchè sto cercando da una vita le sue tavole.In ogni caso bellisimi questi ultimi articoli Cau XD!

    RispondiElimina
  4. "In ogni caso bellisimi questi ultimi articoli Cau XD!"
    Ultimamente, Theropoda è la mia droga giornaliera Lol

    Pazzo

    RispondiElimina
  5. Maroooo che roba.
    Bravissimo Lukas per questa tavola, questo enigmatico dinosauro con l'ipotetico (per ora XD) patagio è incredibile.
    E complimenti a Cau per gli ltuimi articoli:

    "Ultimamente, Theropoda è la mia droga giornaliera"

    come non essere d'accordo ^_^

    RispondiElimina
  6. Bel disegno ! e interessantissimi articoli !

    RispondiElimina
  7. Zachary, I based the hypothesis of a patagium on two aspects of the second Epidendrosaurus specimen (the holotype of Scansoriopteryx) and one of the new scansoriopterygid:

    1- the "feather" impressions on the ulna and manus seem simpler than remiges: they lack a branched structure. Are they feathers or a skin impression?
    2- the "feather" impressions are branching off from the third finger and not from the second (the space between these two fingers lacks these tracks): this is different from the maniraptoran condition, where the second finger bears feathers.
    3-The new scansoriopterygid lacks remiges but has rectrices, so, the presence of caudal feathers together with the absence of remiges may not be a preservational artifact but may indicate a true absence of remiges.

    I hope new finds will falsificate or confirm this unusual hypothesis, nevertheless, I believe the patagium-hypothesis a more conservative interpretation of the elongate finger than other explanations. But this is only my personal consideration.

    RispondiElimina
  8. Ringrazio tutti, a prescindere che questo sia solo uno schizzo, e il lavoro per la Giunti sia stato effettuato in meno di un mese, ma soprattutto Andrea per l'inserzione del disegno. Per i miei lavori in rete..bhè, dovrete aspettare il sito e il blog che sto ideando, ma su questo non dirò di più. Per vedere i lavori tecnici a cui sto dedicando buona parte del mio tempo dovrete invece attendere il 2009, e vi assicuro che ne vedrete delle belle (per chi ama i cerapodi)!

    P.s E' interessante notare che nell'articolo Zhang descriva le penne caudali come una struttura 'membranosa', con il solo margine esterno avente una condizione simile a delle vere penne...

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -