17 ottobre 2008

Il più grande teropode di tutti i tempi

L’estrapolazione è una procedura interessante per determinare i limiti di una distribuzione. Tuttavia, i suoi risultati vanno sempre presi con estrema cautela. Essendo elaborazioni di valori numerici di un ambito per speculare su ambiti privi di dati, potrebbero essere corretti nella forma ma completamente inesistenti nella sostanza. Ciò è particolarmente vero quando si vuole determinare l’esistenza di un essere complesso dall’estrapolazione di pochi dati semplici.

Questo post parla di un mio gioco mentale, un calcolo volto ad estrapolare la possibile taglia di un teropode inventato, ma che potrebbe essere realmente esistito, Laeviatanus imperator, il più grande teropode di tutti i tempi.

Ecco, in breve, come ho estrapolato le dimensioni di Laeviatanus (tranquilli, poi dirò pure quanto è grande).

Nel mio database ho le misure di circa 160 femori di specie di teropodi mesozoici (uccelli compresi). Se raggruppiamo le loro lunghezze in “classi di taglia” intervallate di 10cm l’una, vediamo che esse si distribuiscono secondo un classico schema animale, con i picchi di distribuzione verso le taglie piccole e una lunga coda destra delle taglie forti. Come previsto, si nota una tendenza delle taglie maggiori ad avere una minore frequenza nel totale dei dati. Questo dato ci mostra che i teropodi sono animali come tutti gli altri, e che non sono particolarmente aberranti verso dimensioni elevate. Ciò che rende i teropodi un gruppo di successo è l’ampiezza della loro distribuzione, che copre mirabili creature da pochi grammi (i colibrì) a spettacolari giganti di circa 7-8 tonnellate (i grandi tetanuri cretacici). La frequenza sembra seguire una curva logaritmica, ricavabile dalla curva di regressione dei dati. Tale curva logaritmica ha un R2 abbastanza significativo di 0.86 (considerando i dati usati) e potrebbe indicare che, effettivamente, esistono vincoli biomeccanici ed ecosistemici al raggiungimento di taglie elevate. Ma qual è tale limite superiore? Per trovarlo, basta porre il valore della frequenza uguale a zero, e ricavare a quale classe di taglia corrisponda una frequenza nulla. Tale valore sarà il limite massimo di classe di taglia previsto dalla distribuzione. I calcoli pongono tale valore di classe di taglia a 17,5. Dato che le classi di taglia sono numeri naturali, possiamo interpretare tale valore dicendo che non esiste una classe di taglia 18. Quindi, la classe di taglia massima prevista dalla curva è la 17, che corrisponde ad un femore lungo 160 cm. Attualmente, il femore di teropode più grande noto appartiene a Carcharodontosaurus, con 145 cm (classe di taglia = 15), che ci dà una massa stimata sulle 8 t. Un ipotetico femore di 160 cm ci dà una stima della massa (usando la solita formula usata in precedenti post sulle masse) di ben 11 tonnellate!

Questa è l’estrapolazione dei dati numerici sulla base del modello utilizzato.

La domanda è: può esistere un teropode di tale massa? Ed anche ammesso che esso sia teoricamente possibile all’interno delle potenzialità del bauplan teropode, si è mai evoluto effettivamente un tale gigante, che in vita avrebbe dovuto essere lungo tra i 15 ed i 17 metri (a seconda di quale sia il clade al quale lo attribuite)?

So a chi state pensando...

19 commenti:

  1. Fabrizio2/8/09 12:08

    Andrea, che ne pensi di Kelmayisaurus petrolicus e Kelmayisaurus giganticus/gigantus?
    Presumendo che mi sembra che eccessivo un teropode di 22 m, alcuni avevan detto però che potesse comunque esser leggermente più grande di Allosaurus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quanto ho letto io, la colonna vertebrale di K. gigantus (anche se non descritta ufficialmente) sembrerebbe appartenere ad un Sauropode, i resti di K. gigantus NON sono confrontabili con quelli della specie tipo (K. petrolicus) che consiste in frammenti mandibolari, i quali, sono appunto leggermente più grandi della mandibola di Allosaurus. I due taxa non hanno nulla a che vedere l'uno con l'altro, se ti interessa ho scritto tutto in un post del mio blog (non vorrei fare pubblicità nè fare il saputello) http://dennonychus.blogspot.it/2013/05/amphicoelias-fragilimus-e-kelmayisaurus.html

      Elimina
    2. "non vorrei fare pubblicità nè fare il saputello"
      Però poi fai entrambe le cose...

      Elimina
  2. I resti sono talmente scarsi e mal descritti, che non si può nemmeno dire se sia un theropode. Non ho l'articolo, quindi non so dire altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che sulle dimensioni "gargantuesche", dibattito tedioso, mi sarebbe piacituo sapere dove cadeva in megamatrice, carcarodontosauride? megalosauride? neovenatoride? sinoraptoride? qualcosa di completamente diverso... peccato che non sia stato ridescritto.

      Sono sempre ammirato dalla completezza di megamatrice, veramente un lavoro eccezionale, mi spiace sempre quando manca qualcosa alla sua gargantuesca (davvero) completezza.

      Valerio

      Elimina
    2. Sempre in QUESTO BLOG mi pare di aver visto Kelmayisaurus nell'articolo che parla della convergenza tra Yutyrannus e Concavenator
      http://theropoda.blogspot.it/2012/04/yutyrannus-huali-xu-et-al-2012-un_06.html

      Elimina
    3. Sì, ma è K. petrolicus, non certo 'K. gigantus', che, se non lo sapeste, è un nomen nudum, e quindi non ha alcun senso stare a parlare di quel nome, dato che non è associato ad alcun esemplare.
      Dal punto di vista scientifico, non esiste nessun animale chiamato Kelmayisaurus gigantus/giganticus. Nè come theropode né come sauropode.
      Fine della storia.

      Elimina
    4. Quidni _K. petrolicus_ è in megamatrice, sospiro di solievo del fan...

      Valerio

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. Ciao io sono Filippo,ti voglio dire che il più grande teropode (secondo me) è lo Spinosurus Aegypticus,perchè si dice che abbia raggiunto i 18 metri di lunghezza,le 9 tonnellate di peso e i 6 metri di lunghezza.Un vero mostro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il seguente è solo il mio parere...

      Secondo me, non esiste il Teropode più grande. Spinosaurus, Giganotosaurus, Carcharodontosaurus, Mapusaurus e altri Teropodi giganti sono tutti fra i più grandi, ma nessuno di loro è realmente il più grande. Per assegnare questo titolo bisognerebbe avere uno scheletro completo di ognuno (che poi le taglie variavano di esemplare in esemplare, come fra gli umani varia l'altezza), ma per il momento, è più saggio dire che tutti questi Teropodi sono fra i più grandi.

      Elimina
  6. @Filippo
    In effetti l'ultima frase lascia pensare allo Spinosaurus , poi potremmo sbagliarci , se questo nome Laeviatanus è valido fa pensare ad un rettile marino , magari un plesiosauro , non so....

    Cristian

    RispondiElimina
  7. Andrea , curiosità , di quanti altri theropodi giganti si conosce il femore ?


    Cristian

    RispondiElimina
  8. "Laeviathanus" è solo un'ipotesi matematica, un gioco. Per puro caso, da quest'anno un nome tratto dal mitico leviatano è usato per un cetaceo fossile.

    Theropodi giganti di cui si conosce il femore sono Carcharodontosaurus, Giganotosaurus, Tyrannosaurus, Tyrannotitan, Acrocanthosaurus, Deltadromeus, Mapusaurus.

    RispondiElimina
  9. Ok , grazie per la risposta. In quanto al Laeviathanus devo dire proprio "che coincidenza"
    Cristian

    RispondiElimina
  10. Okay, ho paura di farti questa domanda:

    Ma da dove viene la stima di 145 centimetri per il femore di Carcharodontosaurus? Il più grande in nostro possesso (almeno lo era) è quello di IPHG, che, se non sbaglio, era lungo 131 centimetri.

    RispondiElimina
  11. Il più grande teropode mai esistito dovrebbe essere lo Spinosaurus Aegypticus, si stima che misurasse 17 metri di lunghezza, 6 di altezza (compresa la vela) e dalle 7 alle 20 tonnellate. Anche se secondo le mie stime non poteva pesare più di 12-13 tonnellate.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -