08 luglio 2008

Come intendo fare con questo blog

Abstract: some of my readers criticize the blog because it is too technical. I feel sorry for them, but this is its way of being!

Aldilà del precedente sondaggio, ho ricevuto alcune "critiche" sul fatto che questo blog sia "troppo tecnico".
Premetto che ciò rientra nei miei propositi: il web è già sufficientemente ricco di siti che parlano e straparlano di dinosauri, spesso limitandosi a copiare e incollare informazioni prese altrove, spesso divulgando errori, vecchie idee superate, "luoghi comuni" oppure puntando ad accattivare il lettore parlando esclusivamente dei risultati senza accennare ai metodi.
Io sono un paleontologo dei vertebrati e mi interesso in particolare di teropodi. Le mie fonti per i post sono sempre dirette (pubblicazioni scientifiche soggette a peer-review e, quando posso, esemplari fossili osservati direttamente). Detesto le speculazioni non motivate, e sopratutto, odio scimmiottare la zoologia: la paleontologia (sia paleobiologica, che paleoecologica, che evoluzionista) non ha bisogno di essere la brutta copia della zoologia (questo aspetto spesso è dimenticato persino dagli stessi paleontologi, i quali dimenticano che non hanno davanti ecosistemi viventi ma solo tracce litificate di frammenti dell'esistenza di mondi scomparsi).
Beh, cari lettori, il dettaglio tecnico è l'obiettivo della vera paleontologia, perché con i pochi resti a nostra diposizione dobbiamo fare di necessità virtù ed analizzare ogni minima traccia in nostro possesso.
Da questa anima profondamente paleontologica nasce l'obiettivo del blog: essere scientifico, basato sui dati, sui dettagli, spesso tecnico, forse un pò ostico e "elitario", ma sicuramente coerente con ciò che sono realmente i teropodi: organismi fossili altamente complessi, comprensibili veramente solo analizzandoli nel dettaglio. Se non amate approfondire, se non ritenete necessario per la conoscenza l'uso dei dettagli e la loro analisi, allora farete un'ottima cosa se smetterete di leggere i miei post. Sono disponibilissimo a migliorare il linguaggio per rendere i dettagli più comprensibili, per farveli apprezzare quasi come li amo io, ma non scenderò mai a compromessi con la grossolanità e la banalità.
Se vi piacciono i dinosauri ma non vi piacciono i dettagli paleontologici, il mondo è pieno di film, libri e siti apposta per voi.
Tuttavia, la vera bellezza dei teropodi sta nei dettagli reali preservati nei fossili, e la loro evoluzione è comprensibile solo studiandoli nel dettaglio. Tutto il resto è, secondo me, banale divulgazione, facile grossolanità e mistificazione... la rete è ricchissima di questi siti e non ha bisogno di un nuovo contenitore pseudo-paleontologico.
Non credo che sarebbe intelligente sminuire la complessità dei teropodi per accontentare tutti i potenziali lettori. Altrimenti si corre il rischio di diventare banali, limitati e ottusi: in tal caso allora sì che questo blog smetterà di avere senso.

Mi interesserebbe molto la vostra opinione in proposito.

3 commenti:

  1. alefrisk8/7/08 20:18

    Al di là dell'infinità discussione...da piccolino,leggendo il libro di Signore ho ricevuto uno dei tanti stimoli a perseguire per una carriera intricatissima e quasi priva di sbocchi,ma che realizza un mio profondissimo desiderio,la conoscenza del mondo mesozoico.

    In questo blog trovo quello che altrove(soprattutto in italiano)non trovo...e imparo...per quanto possa essere tecnico mi sforzo di approfondire, migliorando le mie conoscenze e i miei metodi,insieme allo sviluppo di ogni aspetto del mio essere un naturalista in erba...PUNTO.

    Alessandro Chiarenza

    RispondiElimina
  2. In Italia trovare una fonte di informazioni a questo livello di tecnicismo è impossibile, percui sono ben felice che esista un blog così. Perchè qui sto iniziando ad apprendere cose che fino ad un anno fa neanche pensavo esistessero XD.

    Di teropodi me ne intendo poco, preferisco gli ornitopodi (^^), ma per me è molto utile un posto (posso chiamarlo posto, vero? ^^) così tecnico.

    E devo dire che mi sto piano piano appassionando alla anatomia comparata...

    RispondiElimina
  3. L'anatomia comparata... esiste una materia più terribile ed affascinante? Vai avanti così Charon: l'anatomia è difficile e richiede molto studio, ma dà tantissime soddisfazioni: senza l'anatomia comparata non si può dire quasi nulla sui dinosauri fossili.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -