28 febbraio 2020

Khinganornis Wang, Cau, Kundrát, Chiappe, Ji, Wang, Li, Wu, 2020

Il Biota Jehol è l'insieme di numerose località fossilifere di età cretacica inferiore dalla Cina nord-orientale. Dal Biota Jehol proviene la grande maggioranza dei fossili di dinosauri piumati, oltre ad una eccezionale varietà di piante, invertebrati e vertebrati fossili conservati con estremo dettaglio. Dinosauri ormai celeberrimi come Sinosauropteryx, CaudipteryxYutyrannus e Microraptor provengono da questo biota. Questo biota include alcune formazioni geologiche distribuite lungo circa una dozzina di milioni di anni, formatesi in differenti contesti ambientali: pertanto, non bisogna pensare al Biota Jehol come ad una singola comunità biologica, ma piuttosto come a vari fotogrammi di diversi ambienti presi dentro un lungo periodo di tempo. Non tutte le formazioni di questo insieme hanno le medesime specie, né la medesima abbondanza di fossili. Ad esempio, la Formazione Longjiang, esposta nella zona più settentrionale del Biota, nella Mongolia Interna posta tra la Mongolia e la Manciuria, è piuttosto avara di vertebrati terrestri, ed è nota sopratutto per i pesci e gli invertebrati acquatici. Il primo dinosauro scoperto in questa formazione è descritto oggi, da un team  internazionale di cui faccio parte (Wang et al. 2020): si tratta di un nuovo aviale ornithuromorfo, battezzato Khinganornis hulunbuirensis.
Lastra e contro-lastra dell'unico esemplare noto di Khinganornis (da Wang et al. 2020).
Khinganornis presenta una morfologia di "grado gansuide", ovvero simile a quella che osserviamo in Gansus e Iteravis, sebbene si distingua da entrambi e dagli ornithothuromorfi del Gansu per la morfologia dei denti, del bacino e del piede. In particolare, Khinganornis mostra una dentatura formata da denti presenti anche nel premascellare e tutti relativamente corti e bulbosi, un mix di caratteri unico tra gli ornithuromorfi. La morfologia del piede ricorda gli uccelli semi-acquatici odierni, ma è privo delle specializzazioni al nuoto presenti in Gansus.
Le analisi istologiche sull'esemplare confermano che era adulto al momento della morte e che era caratterizzato da un modello di crescita abbastanza simile a quello degli uccelli moderni, privo di fasi di interruzione della crescita fino al raggiungimento dello stadio adulto.


Bibliografia:
Wang, X., Cau, A., Kundrát, M., Chiappe, M.L., Ji, Q., Wang, Y., Li, T., Wu, W. 2020 - A new advanced ornithuromorph bird from Inner Mongolia documents the northernmost geographic distribution of the Jehol paleornithofauna in China. 

6 commenti:

  1. Sembra che il nome Cau diventi sempre più frequente fra i nuovi dinosauri classificati.
    Se posso permettermi una domanda da profano: il suo contributo in un articolo a cui hanno lavorato così tanti studiosi ha riguardato un aspetto preciso (ad esempio l'analisi della posizione sistematica dell'esemplare), oppure tutto lo studio è stato condiviso?

    In ogni caso complimenti per la pubblicazione!
    Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, io ho svolo l'analisi filogenetica, ed ho contribuito alla scrittura del manoscritto.

      Elimina
  2. Mi associo alle congratualzioni

    Valerio

    RispondiElimina
  3. Si, ma ora vogliamo l'approfondimento.
    Sennò uno che ci viene a fare su Theropoda. ;-)
    Ovviamente complimenti per la pubblicazione.

    Emanuele

    RispondiElimina
  4. Molto interessante, ho una curiosità pero', una dentatura del genere a che tipo di dieta è associata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Denti bassi e robusti sono indice di durofagia. Forse si nutriva di piccoli crostacei e piccoli molluschi.

      Elimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -