19 maggio 2019

Billy & il Clonesauro: Per quanto tempo devo tenere nell'incubatrice le uova del mio T. rex?

Jurassic Park (1993) 


Alla fine, ci siete riusciti.
Avete preso l'isola in concessione, costruito i laboratori, installato miglia di inutili e dispendiosi recinti elettrificati, speso metà del budget per pagare un grafico che ha realizzato un banale logo nero e rosso, e, sopratutto, avete un enorme bonus per la sospensione dell'incredulità, che vi permette di realizzare l'enorme salto di improbabilità che vi aiuta per estrarre DNA dall'ambra piena di zanzare (e qualche ammonite) e per clonare dozzine di specie di dinosauro.
Avete queste provette con grumi di cellule, e avete inventato un modo per impiantarle in uova di struzzo non fertilizzate.
Ci siamo, le uova stanno maturando. A breve, schiuderanno ed avremo i nostri dinosauri!

A breve, ma esattamente, quanto a breve? Quanto tempo passava dal momento della deposizione alla schiusa del pulcino di dinosauro?
Lee (2019) si è posto questa domanda (non in questi termini, ovviamente), ed ha utilizzato un modello biologico basato su principi generali della fisiologia e del metabolismo animale per calcolare  - per varie specie di dinosauro - quanto tempo fosse necessario per completare lo sviluppo embrionale (che, di fatto, è il tempo che va dalla deposizione alla schiusa).
Il modello parte dai tassi di crescita di vari vertebrati viventi, in particolare, mammiferi, coccodrilli, uccelli con prole precoce e uccelli con prole inetta. Il modello ha anche preso in considerazione misurazioni prese sui denti di alcuni embrioni fossili di dinosauro, misurazioni basate sul tasso di deposizione dello smalto sui denti in crescita, e curve di crescita per coccodrilli adulti ed embrioni.
Il risultato di questi calcoli indica che in generale i dinosauri non-aviani hanno la fase embrionale che dura approssimativamente come quella di mammiferi e coccodrilli di massa simile. Gli uccelli attuali hanno invece un processo di sviluppo embrionale relativamente più rapido rispetto agli altri dinosauri.
Il modello, come tutti i modelli teorici, è un insieme di formule matematiche ognuna delle quali spesso è una stima approssimata di misure, combinate assumendo una serie di condizioni. Pertanto, come sempre, il risultato di tali modelli va sempre preso con cautela e cognizione di causa, dato che solamente osservazioni dirette sui fossili possono eventualmente fornire le basi per determinare la durate di processi come la schiusa delle uova.

Ovviamente, a quelli del Reparto Commerciale di Billy World queste cautele interessano poco, perché a loro interessa solamente stabilire quale giorno sia da dedicare alla inaugurazione del parco con visita guidata alla nursery. Vogliono dei numeri netti, per fissare una data, senza troppi discorsi teorici, stime di incertezza e altre menate da biostatistico.
Voi portare i numeri a quelli del Reparto Commerciale, e questi si scandalizzano quando fate notare che, ovviamente, ogni specie di dinosauro ha il suo periodo di incubazione, e che quindi, se quelli del Reparto Commerciale vogliono fare una mega-inaugurazione con una serie di schiuse ad effetto nella nursery, occorre fertilizzare le diverse uova in periodi diversi dell'anno, per avere le schiuse sincronizzate.
Quelli del Reparto Commerciale, presi dal panico, concludono che allora basterà mostrare una sola specie, e fissare la inaugurazione per il giorno in cui schiuderanno le uova dei raptor. Si chiama raptor, giusto?
Deinonychus dite voi.
“Sì, è la stessa cosa”, replicano quelli del Commerciale: “Quando schiudono i raptor?”.
“Due mesi e due settimane”.
“Cavoli... troppo presto. Non abbiamo ancora fatto partire l'asta per i diritti TV. Avete qualcosa che impiega più tempo?”
“I sauropodi: 4 mesi e mezzo”.
“Hmm... no, sarebbe bassa stagione. Ma quanto avete detto che ci mette il T. rex?”.
“Quattro mesi”.
“Sarebbe persino peggio dei sauropodi. No, ascolta, a noi serve qualcosa che schiuda tra tre mesi esatti. Ce l'avete?”.
“Tre mesi? Sì, abbiamo la specie apposta per voi. Tre mesi ed escono dalle uova precisi che spaccano il minuto!”
“Sarebbero?”
Massospondylus carinatus”.
“Masso... spo... cosa sarebbero? Avete una foto?”
“Ecco, questo è l'adulto. Ma alla nascita è fatto così”.
“Ma... è bruttissimo”.
“...?”
“No, sentite, facciamo così. Lasciamo perdere i dinosauri veri. Chiamiamo qualcuno di Hollywood e facciamo degli animatronic che escono da uova finte. Per l'inaugurazione andrà benissimo. Li facciamo ferocissimi, che saltano fuori dalle uova e cercano di azzannare gli ospiti. Sarà una figata assoluta! Qui non si bada a spese!”.

Bibliografia:
Lee S.A. 2019. Trends in embryonic and ontogenetic growth metabolisms in nonavian dinosaurs and extant birds, mammals, and crocodylians with implications for dinosaur egg incubation. Physical Review E 99:052405.





Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -