30 luglio 2015

Billy ed il Clonesauro 5 - Il Trailer in Anteprima Mondiale!

Latito un poco dal blog. In questi giorni sono molto impegnato con le mie ricerche (progetti incredibilmente spettacolari) di cui spero prossimamente di poter parlare anche solo marginalmente. Sicuramente in Agosto potrò condividere con voi un primo risultato di questi lavori, ma per gli altri si dovrà attendere più tempo.
Nel frattempo, circola la notizia che nel 2018 ci sarà un quinto episodio della saga di Billy ed il Clonesauro (o sarà più corretto dire "un secondo episodio della saga di Billy World"?). Pertanto, per tutti quelli che amano leggere questo blog solamente nelle occasioni più frivole legate al Franchise ormai prossimo al Venticinquennale, ci saranno sicuramente motivi per lasciare divertenti commenti.
I realizzatori di Billy World hanno capito che per fare una montagna di soldi occorre puntare sopratutto sue due fattori: la Nostalgia del Primo Film e l'Autoreferenza dei Fanboy. Pertanto, alla luce di questi fattori, il Quinto Episodio sarà sicuramente un Reboot ed al tempo stesso Remake e Sequel del Primo Film Originario, al quale saranno tolti gli elementi inutili e superflui (ovvero, i dinosauri) per includere invece i due fattori che ho citato prima.
Grazie ai miei loschi giri nel mondo della paleontologia e della paleoarte, ho potuto vedere in anteprima mondiale il primissimo trailer del prossimo film. Grazie al beneplacito dei miei potenti amici oltreoceano, vi presento, in esclusiva, il Trailer del Quinto Episodio. Memori del colossale errore di Billy World, questo trailer spoilera pochissimo, ma invoglia una cifra ad andare al cinema:




17 commenti:

  1. ahaha grande. Temo però, che il povero Attembourg lo potranno ricreare solo con la simulazione computerizzata. Per il resto al di là di tutto, Hollywood pesca appieno a 20 anni fa. Paradossalmente è andata molto più avanti la Paleontologia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no no, niente GCI questa volta... Attenborough lo cloneranno dal fratello, magari aggiungendo un po' di DNA di altri attori a caso, giusto per rimanere coerenti!

      Elimina
    2. Con tutta probabilità ad Attenborough metteranno le piume...

      Elimina
  2. "I realizzatori di Billy World hanno capito che per fare una montagna di soldi occorre puntare sopratutto sue due fattori: la Nostalgia del Primo Film e l'Autoreferenza dei Fanboy. "

    Diciamo anche il 90% dei produttori di Hollywood, al momento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo, é un brutto trend che uccide la creatività.

      Elimina
    2. è un gatto che si morde la coda: manca creatività, bisogna produrre, si ricicla, è più facile riciclare che produrre quindi si va avanti a riciclare etc... nella storia delle arti succede quasi periodicamente :) sopratutto quando si tratta di arti strettamente legate al consumo (anche nell'opera del '700 successe qualcosa del genere)
      Emiliano

      Elimina
  3. *faccia da Homer Simpson* "mmmmmmmmmh....autorefereeeeenza" *sbava*

    Comincio a capire che l'avere l'acume cinematografico di un comodino ed essere drogato della suddetta autoreferezialità sia per me una fortuna visti i tempi che corrono :D

    Davide

    RispondiElimina
  4. Attenzione prego.Si comunica che in programmazione presso il 2018 uscirà il seguito del film "Jurassick World",terzo(per ora)
    nella Classifica Incassi Mondiali Dei Film.Dal momento che Theropoda non riesce ad avere argomenti più utili delle penne degli struzzi,
    è altresì urgente parlare per la settecentesima volta di altro,in modo da rianimare le discussioni,dato che è l'unico argomento che tira.
    Comunicazione interna:Andrea Cau al travaso di bile.


    "Non parlo mai di Jurassick Wordl,giusto qualche post isolato"

    Cit. Andrea Cau mentre rosica per la millemillesima volta del successo commerciale di Jurassick World



    Valerio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ti voglio bene.

      PS: ma farsela una risata, ogni tanto, non farebbe bene? Non mi pare sia difficile, invece di commentare sempre e solo per attaccarmi personalmente...

      Elimina
    2. Io non capisco perchè avrebbe da rosicare, ma se lo dici tu.
      E comunque si scrive Jurassic, senza la K....

      Lorenzo

      Elimina
    3. Nemmeno io capisco perché avrei da rosicare, ma se lo dice lui.

      Elimina
  5. Se si chiama Valerio anche lui cambio nome io!

    Comunque "Classifica Incassi Mondiali Dei Film", tutto maiuscolo..., santi numi.

    Non ti conosco omonimo, ma temo che sia ben difficile per te parlare di cinema (e di JW) non con Cau, ma con chiunque facca della critica cinematografica e dell'analisi filmica.

    Sul cinema che produce solo sequel (e prequel) potrebbe interessare questo saggio:
    http://www.prismomag.com/leta-del-sequel/

    Valerio P.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'analisi del link é interessante. La mia parodia difatti é una critica alla nuova illogica dei franchise. Ho nostalgia degli anni 80, quando Hollywood creava storia nuove, non ripeteva serialmente le medesime.

      Elimina
    2. Dal link di Valerio P., la frase del CEO della Universal Pictures spiega tutto: “i dinosauri sono una fonte inesauribile di merchandising”. Potrei dedicare un post a questa sola frase.

      Elimina
  6. As I have enjoyed a lot all the "Billy ed il Clonesauro" series in this blog, I think you could make some really interesting comments about this article:

    http://www.theguardian.com/science/blog/2015/jun/12/sci-fi-and-jurassic-park-have-driven-research-scientists-say

    RispondiElimina
  7. As I have enjoyed a lot all the "Billy ed il Clonesauro" series in this blog, I think you could make some really interesting comments about this article:

    http://www.theguardian.com/science/blog/2015/jun/12/sci-fi-and-jurassic-park-have-driven-research-scientists-say

    RispondiElimina
  8. Ho letto il pezzo su The Guardian. Si dovrebbe dire che più che pensare, in modo infantile, a giocare con il "de-extinction" dei mammut (prendendo il loro esempio), dovremmo preoccuparci delle estinzioni di tante specie in atto ad opera nostra. Dovremmo crescere.

    Giacomo L.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -