05 luglio 2015

A Cladistic and Disparity Analysis of the Jurassic Park Franchise

Dei film di Jurassic Park si è detto molto. Molti di coloro che detestano l'idea che questi film siano un pretesto per parlare di scienza si ripiegano nel mantra acefalo del “è solo un film”. All'estremo opposto, quelli che credono che solo i laureati in scienza della cinematografia con dottorato di ricerca in semiotica spielberghiana possano nominare il nome di Billy, ritengono che nessuno possa proferire favella in merito al gusto personale di un film, per la semplice ragione che non è possibile parlare di un film che è oggettivamente un capolavoro mondiale ed eterno.
Io me ne frego altamente di queste sciocche opinioni dinomaniacali e vi propongo un gioco.
Esiste un modo per stabilire quali siano i requisiti per essere un film del Jurassic Park Franchise? Tassonomicamente, è membro del franchise qualsiasi prodotto cinematografico bollato “Jurassic Park (c)”. Ma sul piano analitico, noi non dovremmo limitarci al semplice nome. Esattamente come il non essere parte del Franchise Originario di Dinosauria (1842) non esclude gli uccelli di essere filogeneticamente e morfologicamente dei Dinosauria, così proviamo ad analizzare i film in base alle loro caratteristiche intrinsece (elementi oggettivi presenti al loro interno) invece di argomentare in base a mere supercazzole da fanboy.
Ho stilato una lista di 28 caratteri che sono distribuiti nei quattro film. Ho analizzato la distribuzione di questi caratteri e costruito da quella una matrice. Ho incluso due film precedenti, simili a Jurassic Park ma non inclusi nel franchise (King Kong e Un Milione di Anni Fa), per avere dei gruppi esterni. Ho poi incluso un'opera teatrale molto più antica (L'Amleto), che funge da radice molto remota dell'analisi e serve a impostare la polarità dei caratteri.
L'analisi dei caratteri imponendoli tutti con ugual peso non da alcun risultato robusto: ovvero, non è possibile separare i film del franchise dagli altri film. In poche parole, se non discriminiamo tra i caratteri analizzati, il Franchise non ha delle caratteristiche proprie che in modo non-ambiguo lo distinguano da altri film precedenti. Ovvero, il Franchise è tale a posteriori, non a priori.
Ho poi svolto una seconda analisi, questa volta chiedendo al programma di abbassare il peso di quei caratteri che hanno una maggiore omoplasia nell'insieme dei film analizzati. Il risultato di questa seconda analisi è molto interessante, in quanto produce nelle sue varie iterazioni sempre la medesima topologia.
Questa:



L'analisi identifica un clade Jurassicparkia, definito come clade meno inclusivo comprendente i quattro film del franchise, e diagnosticato da un solo carattere: presenza di Velociraptor nel film. Questa è la sinapomorfia unica del franchise.
Inoltre, l'analisi identifica due sottocladi di Jurassicparkia:
Il primo è formato da The Lost World e Jurassic World, ed è battezzato Worldia, diagnosticato da due caratteri (presenza di giovani dinosauri nel film, e compresenza di motociclette e dinosauri nella stessa scena).
Il secondo è formato da Jurassic Park e Jurassic Park 3, ed è battezzato Euparkia, diagnosticato da ben sei caratteri (presenza di Alan Grant nel film, presenza di Ellie Sattler nel film, assenza di diplodocoidi nel film, presenza di Brachiosaurus nel film, assenza di scene di panico di massa nel film, presenza di letame di dinosauro nel film).
Jurassic World ha tre caratteri convergenti con Jurassic Park, la metà di quelli presenti in The Lost World, che condivide col primo film ben sei convergenze.

Inoltre, ho analizzato la disparità tra questi film per vedere se Jurassicparkia occupi una regione del morfospazio distinta dai film non del franchise, e se al suo interno i quattro film abbiano qualche disposizione caratteristica.
L'analisi delle componenti principali suggerisce che il Franchise abbia una sua collocazione nel morfospazio distinta dagli altri film. Inoltre, Jurassic World risulta il film del franchise più lontano come caratteristiche dal primo film.



Queste analisi dimostrano senza dubbio che chi ritenga Jurassic World più fedele, aderente, simile e corrispondente al film originario rispetto agli altri seguiti lo dice senza alcun fondamento empirico.

Informazioni supplementari:

  Matrix
        Hamlet                     0000000110 0000000000 00000000
        'Jurassic Park'            1011111100 0101110000 01110111
        'The Lost World'           0110101011 0110000111 00010111
        'Jurassic Park 3'          0101010011 1001101000 10101111
        'Jurassic World'           1000000111 1110111111 11001111
        'One Million Years Ago'    0000000110 1010100100 00001000
        'King Kong'                0000000001 1010001100 00001110

Character list
Character 1:'Isla Nublar'
Character 2:'Isla Sorna'
Character 3:Hammond
Character 4:Grant
Character 5:Malcolm
Character 6:Sattler
Character 7:'Hammond descendants'
Character 8:Brothers/sisters
Character 9:Sons/Daughters
Character 10:Stegosaurus
Character 11:Pterosaurs
Character 12:Gallimimus
Character 13:Diplodocoids
Character 14:Brachiosaurus
Character 15:'T-rex vs dinosaur'
Character 16:Wu
Character 17:Armored guys
Character 18:'A lot of people screaming'
Character 19:'Young dinosaurs (not in eggs)'
Character 20:'Bikers with dinosaurs'
Character 21:Ankylosaurs
Character 22:'Electric fences working'
Character 23:'Dinosaur poop'
Character 24:'Tyrannosaurus kills people'
Character 25:'Pteranodon raises people
Character 26:'Island with dinosaurs'
Character 27:Tyrannosaurus
Character 28:Velociraptor

61 commenti:

  1. grazie per il quarto d'ora di buon umore...
    Emiliano

    RispondiElimina
  2. in italiano non rende bene, te lo devo dire in veneto: te si fora come un pergoeo. 6 forte.

    RispondiElimina
  3. Molto interessante.Ma mi spieghi meglio se ti è piaciuto Jurassic World?Perché secondo me non l'hai fatto capire nel dettaglio...

    Mimmo

    RispondiElimina
  4. Se mi sia piaciuto o no, non è importante, ed alla maggioranza dei lettori del blog importa poco o nulla. Vi fissate sul dito invece che sulla luna.

    RispondiElimina
  5. Ah,ok.'E un peccato però che ai lettori del blog non interessi la tua opinione.

    Mimmo

    RispondiElimina
  6. A me non interessa la loro opinione sul film, quindi non vedo dove sia il peccato.

    RispondiElimina
  7. 'E giusto che a te non interessi niente,ma a loro dovrebbero interessare qualsiasi tua opinione,sei tu l'esperto,quello che sa molto più degli altri...Basti vedere questo splendido e laborioso grafico che fa capire alla perfezione che non ti piace per nulla JW.

    Mimmo

    RispondiElimina
  8. I've read somewhere that the diplodocoid in JP the lost world was a Mamenchisaurus.

    Tato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interesting. This would need to change the matrix/data. I've always assumed it was just a giant diplodocoid.

      Elimina
  9. E questo a te dispiace tanto, vero, Mimmo? Altrimenti non avresti commentato solo per rimarcare questo.
    Povero Mimmo, come deve essere cattivo questo blogger che usa il suo film preferito per fare un esempio di analisi cladistica e di analisi delle componenti principali usando dati oggettivi tratti da un film. Che orco cattivone che è, non è vero, che ti costringe a leggere queste cose cattive verso il tuo amato film.
    Cattivo cattivo cattivo!
    ;-P
    Ma, ti faccio notare, il grafico NON esprime i miei gusti su un film. Il grafico è semplicemente una PCA applicata alla matrice di dati che è in fondo al post. Se prendi quella matrice e la controlli, vedrai che descrive oggettivamente i caratteri che sono elencati. Non è una lista di gusti personali: se Grant è nel primo e nel terzo film, io non ci posso fare niente. Quello è un dato oggettivo, non una mia opinione. Quindi, siccome la PCA la fa un programma, e siccoma i dati sono oggettivi del film, non c'è niente in questo post che descriva i miei gusti soggettivi.
    Capito? Spero tu capisca la differenza tra soggettivo ("JW è fichissimo!") e oggettivo ("In JW non c'è Grant").

    RispondiElimina
  10. Ma scusa,io ti faccio i complimenti e tu mi attacchi?Ma chi te l'ha detto che a me è piaciuto Jurassick World?A me non piace per nulla.Anzi mi fa schifo.Ho dedotto che non ti piaceva JW perché l'ho appena visto in altri articoli e sono d'accordo con te!Come te sono un fan adorante del primo film e mi piace che lo difendi a tutti i costi con passione mistica e smisurata,ore ed ore con tutti i sistemi più intelligenti come questo.

    Mimmo

    RispondiElimina
  11. Ok, Mimmo.
    Ma... non hai capito comunque il post. Non attacco un film né difendo un altro film. Il post, ed il Santo Franchise, era solo una scusa per parlare di metodi di analisi oggettiva di dati. Ripeto, che a te il film piaccia o non piaccia, non fa differenza.
    PS: non mi servono i complimenti, non scrivo per avere "likes", ma eventualmente per suscitare in modo originale dell'interesse verso metodi scientifici. OK?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ho capito.Sono rimasto solo un po' deluso perché nell'altro articolo avevi dato 4 a JW e quindi l'avevi valutato in modo assai negativo a differenza di JP che hai lodato in ogni modo possibile,come è giusto che ogni fan faccia.Siccome questo articolo iniziava con forti critiche sarcastiche a due categorie di utenti e non con "le analisi oggettive dei dati,a dispetto del titolo,ho frainteso completamente.

      Elimina
    2. Il post sul film era l'unico che parlava del film: la mia opinione è là e si chiude là. Qui ho parlato di altro. E l'introduzione non è contro chi apprezza il film, ma contro chi pretende di dirmi cosa si può o non può dire di un film. Come se ci fossero punti di vista privilegiati. Sono due temi separati.
      Io non critico chi apprezza JW. Ci mancherebbe, sono gusti loro e non parlo certo di quello che gli altri possono pensare di un film. Io critico (e pesantemente) chi viene qui a dirmi che non posso parlare di un film o che non si può parlare di scienza traendola da quel film.

      Elimina
  12. Ok,ok finalmente ho capito.Fai solo attenzione a non fondare tutta la tua visione della vita sull'empirismo,altrimenti paradossalmente la tua scienza potrebbe divenire un qualcosa di religioso e mistico.Proprio quello che dovrebbe combattere la scienza.Il vero problema non sono i blogger molesti,secondo me.Ma chi rigetta l'evoluzione e difende il creazionismo.

    RispondiElimina
  13. Tranquillo, siccome non ho una "visione della vita" non corro certi rischi.
    Certe supercazzole le lascio a chi pensa al significato "religioso" e "mistico" delle cose.
    Io sono molto più terra terra.

    RispondiElimina
  14. Non mi sono chiari quei codici in binario. In che modo si ricollega al cladogramma?

    Mauro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vedi, ogni film ha una stringa di 28 codici, tanti quanti sono i caratteri elencati. Ogni codice dice se quel film ha o no quel particolare carattere. Il programma cerca un cladogramma che minimizzi il numero di volte in cui dobbiamo collocare la comparsa o la scomparsa di ognuno di quei caratteri nell'albero in modo da ottenere nei rami con i film esattamente le stringhe di ciascun film.

      Elimina
  15. Nice! Interesting analysis!

    RispondiElimina
  16. Tu non ci stai di testa. Ogni benedetto post jurassic qua jurassic la....ma fatti una vita..trovati una ragazza sxxxa....addirittura grafici come questi sul franchise di jw. ...mi fai solo pena a sto punto. Tu e tutti questi che ti seguono come fossi il messia...e si è il tuo blog e farò a meno di commentare. Perché uno che passa la vita a giudicare uno stupido film e come esso. A mio avviso non hai vita sociale. Buona serata a te e tutti coloro che scenderanno in tua difesa a difendere questo blog che una volta di occupava di veri dinosauri e non di cosa accade ad Hollywood. Capisco che brucia che spielberg e Co mandino nel cessò anni di ricerche...capisco che in 3 settimane jw ha superato il miliardo di dollari collocandosi come il 5 film (per ora) nella storia e che la gente non vede i Dino come voi ma ora stiamo sfiorando il ridicolo. Siccome ho visto che hai la lingua velenosa con chi non la vede come te ora spara pure il tuo veleno tu e i tuoi seguaci. Tanto non leggo nemmeno perché perdere tempo.a vedere gente che rosica non ne ho. E sai che ti dico: sono felice degli incassi del successo e che già stanno scritturando un sequel. Perché un vero.paleontologo dopo 1 2 o 3 analisi basta pensa alle cose vere. Di certo non parla mesi solo di un film e fa grafici assurdi come.questo..Arrivederci. mattia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Mattia: "Tanto non leggo nemmeno perché perdere tempo.a vedere gente che rosica non ne ho. "
      Ed hai fatto male, perché vedresti che il post non parla male del film ma solamente usa il franchise come scusa per parlare di cladistica e analisi del morfospazio.
      Il resto dei tuoi commenti è pura bile. Ma non mi sorprende. Mi stupisce che qualcuno pensi che io mi inventi persone come te. No, tu vieni qui e confermi la mia ironia su quelli come voi.
      Parli di "farmi una vita sociale" ed altro? Tranquillo, ho una vita. Ma in questi tre mesi sono in trasferta di ricerca all'estero, e buona parte della mia "vita" è in Italia. Qui sto studiando dei dinosauri in un museo straniero. In questo momento non mi pagano per farmi una vita sociale ma per fare ricerca scientifica. Ma vedo che non si può nemmeno scrivere un post senza essere insultato.
      Amen

      Elimina
  17. I bimbiminkia come te sono la piaga di qualsivoglia discorso costruttivo e sensato.

    Io stesso ritengo generalmente tendenziosa la posizione di Andrea sul jp/jw franchise (o almeno è quello che mi traspare dal mero blog), ma gli attacchi personali che hai mosso sono totalmente fuori luogo (oltre che di una grettezza rivoltante) e non fanno altro che complicare le cose a quelli che tranquillamente e pacificamente si confrontano con le idee di Andrea ed altri suoi affini.
    Ora capisco perchè Andrea vede dinomaniaci da tutte le parti....è grazie ai bei tipi come te...una vergogna per la JP/JW fandom...

    Davide

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, ma cosa significa "tendenziosa"?
      Sul serio, esiste una linea ufficiale da seguire, e che se non viene seguita è etichettata come "tendenziosa"?
      Mi pare che qui stiate tutti veramente esagerado. Signori, ripeto le parole di alcuni di voi: questo è solo un film. Perché ve la prendete se io lo uso come scusa per parlare di scienza, o per dimostrare (e Mattia ne è una dimostrazione lampante) quanto ottuso, gretto, intollerante e maleducato sia il fanboy medio?
      Ripeto: posso anche scrivere un milione di post su Jurassic Park, per qualsiasi pretesto che mi faccia comodo, e nessuno potrebbe dirmi niente, perché questo è il mio blog.

      Il problema non sono i post, il problema è il fanatismo malato dei fanboy. Se fossi io ad andare nei loro siti ad insultare, potrei capire le vostre lamentele. Ma io non vado a casa di nessuno ad insultare. Sono questi che vengono qui a insultare. E insultano SENZA NEMMENO LEGGERE IL POST. Rendetevene conto.

      Elimina
    2. Vero, "tendenziosa" non era la parola giusta perchè, come poi dici tu stesso, si usa quando si esamina "una linea ufficiale", ciò che intendevo io era "di parte", che poi non sorprende (ne è "sbagliato" sia chiaro) vista la tua professione e visto il livello di esasperazione a cui certi CRETINI ti portano.
      Voglio chiarire che non ti sto criticando per la tua opinione su JP/JW, sto solo suggerendo che le tue posizioni GENERALI (quindi non limitate a questo bel post) non sono 100% oggettive...ma considera anche che io ritengo IMPOSSIBILE essere 100% oggettivi con un prodotto di intrattenimento, i gusti personali ed altri fattori influiranno sempre.
      Capisco lo stato d'animo che ormai hai di default quando si parla dell'argomento (ci credo, con certa gente in giro), ma spero di esserti riuscito a trasmettere che le mie non sono "critiche" al tuo modo di pensare o alle tue conclusioni, semplicemente delle pacifiche opinioni al riguardo, io non dico "è così ed è sbagliato" io dico solo "secondo me è così", dopo tutto è quello che fai anche tu e quello che si suppone si faccia un un blog no? ;)
      Al di la di tutto, le critiche che tu muovi a JW sono totalmente entro il campo del "fan hardcore di jp che si aspettava di meglio"(che poi è anche l'impressione che mi hai dato di essere nella tua recensione ;D) quindi mi chiedo perchè cavolo certi individui si disturbino a venire PROPRIO qui quando ci sono tanti altri forum con tanta gente con posizioni simili alle tue dove possono sfogare la loro smania.

      Con stima e solidarietà

      Davide

      Elimina
    3. P.S. Mi dispiace di aver commentato per l'ennesima volta su un argomento estraneo al post, il fatto è che con un uscita rivoltante come quella di quel tal Mattia non ce l'ho proprio fatta a trattenermi dall'intervenire.

      Davide

      Elimina
  18. Bella questa! :D Ed è affascinante vedere come funziona il programma e l'analisi.
    Sue

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Per fortuna, qualcuno capisce.

      Elimina
    2. ma infatti! fa piacere vedere come funziona. personalmente poi, aver capito da solo come associare i caratteri alle stringhe mi ha dato una bella soddisfazione :)-
      il resto poi è estremamente spiritoso.

      Emiliano

      Elimina
    3. Spiritoso? Emiliano, ma come fai a scrivere queste cose?
      Vuoi fare la figura del "seguace" di quel degenerato bestemmiatore di Cau?
      Vuoi forse dire che il post ti ha insegnato qualcosa sul metodo scientifico ed al tempo stesso divertito?
      Guarda che non era quello il senso del post. Io volevo solo far incazzare Mattia parlando male - a sproposito - di sua sorella...
      ;-P
      ;-)

      Elimina
  19. Gabriele6/7/15 09:58

    Mamma mia, il Messia - forse, però, potrei affidare proprio al Dott. Cau la fiaccola di una mia speranza, no, di più, un miracolo (per l'appunto) - ovvero:
    - Il cinema popolare, si sa, é servo del mercato (ovvero, il primo comandamento é fare soldi, poi il resto). Ma sarà vero che per fare soldi si debba rinunciare a rappresentare la bellezza, a fornire informazioni scientifiche corrette, a non scadere in temi da soap opera e a copioni triti e ritriti? No, e questo é il punto. Sono convinto che, con le attuali possibilità tecnologiche, un film sulla storia della vita sulla Terra, realizzato secondo criteri di scientificità e arte, potrebbe disvelare un mondo di tale impatto da soggiogare qualsiasi platea, anche senza trama di alcun tipo, perfino senza commento. Che occasione sarebbe: potremmo realizzare fino a che punto siamo parte di un processo di miliardi di anni di imprevista, soverchiante creatività cosmica (perdonate il lirismo).
    - Per cui, mi sento, come naturalista, (e senza presunzione, beninteso) di affidare ad Andrea Cau questa missione, da portare a termine entro 30 anni (non di più): promuovere una mozione, trovare i fondi e partecipare in qualità di esperto con i suoi amici disegnatori, alla realizzazione di un film che rappresenti finalmente come si deve la vita sul nostro pianeta (diciamo almeno il periodo Triassico-Cretaceo) - che emozioni e insegni alle platee distratte cosa vogliano dire milioni di anni di evoluzione. Se questo é anche un suo sogno, per dirla alla Thoreau, allora ha il dovere di realizzarlo.
    Scusa l'impertinenza, ma dovevo chiedertelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hmmm... mi si chiede veramente troppo.
      Se già solo scrivere questi post in cui si accenna alla scienza fa venire fiumi di bile a certe persone, immagina proporre qualcosa di più profondo...

      Elimina
  20. Andrea,a gran voce del popolo,per la tua esilarante personalità,ti informiamo ti verrà dedicata una pagina tutta tua di Nonciclopedia:
    ecco lacuni futuri estratti:

    "Un fan-boys!" Andrea Cau sui paleontologi

    "Un dinomaniaco!" Andrea Cau su chiunque

    "E' un dinomaniaco fissato per l'analisi cladistica!" Dinosauri su Andrea Cau

    "Ma perchè mi odia così?Cosa gli avreò fatto?" Indominus Rex piangendo su Andrea Cau


    Citazioni preferite:"il mio sito non è politicamente corretto,non è un surrogato di wikipedia,non è un obiettivo per fare scuola,non è un sito di paleontologia,
    io non sono Andrea Cau."


    Comandamenti Andrea Cau :
    -Appena vedi che ti contestano,ripeti subito il mantra "nessuno capisce il senso dei miei post"

    -Appena vedi che ti contestano,ripeti subito il mantra "io baso tutto su dati scientifici,non opinioni squallide"

    -Appena vedi che ti contestano,ripeti subito il mantra "voi tutti vi lamentate e piagnucolate, io vi offro..consulenza per l'esame di statistica?"

    -Appena vedi che ti contestano,ripeti subito il mantra "i vostri commenti sono prevedibili,come ho profetizzato dal 10000 A.C."

    -Appena vedi che ti contestano ed hanno ragione,appigliati a quattro tattiche distraendo l'attenzione.

    1:affossali sulla punteggiatura.
    2:affossali su commenti troppo lunghi o troppo corti o senza spazi.
    3:rispondi solo a quello che ti fa' comodo.
    4:dai del codardo e del vigliacco immediatamente a chi non si firma

    -Appena chiunque parla anche solo in modo non neutro,dagli del dinomaniaco.Se non è dinomaniaco,dagli del fan-boys di Jurassick World.Altrimenti,dagli dell'Indominus Rex.

    -Ammetti platealmente di non essere politicamente corretto per poter abusare di sarcasmo pesante come un Brontosauro sul Papa,Michael Jakson,mia nonna,il suo cane,
    qualunque visitatore del blog,e di rimanere stupito se alla fine alcune persone si scocciano e gli lanciano le peggio bestemmie.

    -Se ti contestano,ripeti il mantra "siete superficiali,io sono profondo e voglio fare indagini interessanti,tipo se i Troodon poteva scrivere la Divina Commedia
    con una macchina da scrivere.


    Curiosità su Andrea Cau


    -Andrea Cau fu stato la reincarnazione di un teropode.Anzi no.Tutti.

    Si scherza,Andrea ;-)


    Giacomo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai descritto egregiamente come si deve reagire ai rompiballe che intasano questo blog con le loro lamentele.
      PS: Ma fatevi una vita sociale (voi che potete!) invece di trollare continuamente i poveri innocui piccoli blog altrui.

      Elimina
  21. Se fra i caratteri avessi inserito "giant non-dinosaurian animals" o magari anche "giant animals in cities" l'intreccio delle parentele con King Kong avrebbe potuto complicarsi in modo interessante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua osservazione segue l'approccio corretto al problema: si identificano ulteriori caratteri che potrebbero supportare connessioni non ipotizzate in precedenza. Il passo successivo é di ripetere le analisi includendo i caratteri che suggerisci. (Ma non penso di testarlo. L'esempio serve solo come suggestione, ma non vale la pena perdervi altro tempo).

      Elimina
  22. La prima volta che vedo un'analisi cladistica su una serie di film!
    Non avevo mai pensato si potesse fare...Effettivamente è geniale..nel caso avessi problemi futuri su questo campo posso chiederti una mano?XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente. Sicuramente rispondo con molto più interesse a te che ad altri commenti ;-)

      Elimina
  23. Scusa per la domanda ma io non ci ho mai capito molto sulle matrici etc.
    Ti volevo quindi chiedere cosa significa dare peso ad un carattere e cos'è la polarità dei caratteri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il peso di un carattere é la sua importanza nell'analisi. Ad esempio, per stimare la "Jurassicparkezza" di questi film, é più importante avere Grant o avere il Tyrannosaurus? Se dai a questi fattori pesi differenti, cambia il risultato dell'analisi.
      La polarità é la priorità che dai a diversi modi di avere quel carattere. Ad esempio, il carattere "Grant" ha solo 2 possibili condizioni: "film con Grant" e "film senza Grant". Quale di queste due é una condizione particolare (derivata) e quale é generale (primitiva)? Milioni di film sono senza Grant, quindi la condizione generale e primitiva é quella. Pertanto, la polarità del carattere Grant é il passare dalla condizione generale (senza Grant) a quella derivata (con Grant). In base a questa polarità, ed al peso dei caratteri, l'analisi ricostruisce l'albero.

      Elimina
    2. è possibile determinare il peso di un carattere in modo oggettivo? oppure è possibile solo in certi casi o è sempre frutto di un'interpretazione?
      Emiliano

      Elimina
    3. Nelle filogenesi che usano dato molecolare é possibile dare un peso in base a prioprietà del codice genetico. Nelle analisi morfologiche coi fossili, no: per questo si ripetono varie analisi impostando diversi modi di gestire il peso dei caratteri e poi si valuta il comportamento generale della filogenesi a seconda delle diverse impostazioni.

      Elimina
    4. grazie. la valutazione di fatto è un'interpretazione, giusto? ci sono dei criteri/strumenti per renderla il più oggettiva possibile o, alla fine, l'ultima parola spetta al ricercatore (quindi alla sua storia personale, intuito, capacità di non influenzare i risultati con le aspettative)?
      Emiliano

      Elimina
    5. Ci sono dei criteri per non imporre il peso a priori o in modo arbitrario: il criterio più usato è di usare l'omoplasia (quante volte un carattere compaia indipendentemente nella filogenesi): si possono impostare le analisi abbassando il peso dei caratteri che mostrano maggiore omoplasia.

      Elimina
    6. grazie
      Emiliano

      Elimina
  24. Grazie per la risposta puntuale ed esaustiva

    RispondiElimina
  25. Punto 1 mi è piaciuto molto vedere all'opera le moderne tecniche tassonomiche basate sulle matrici numeriche, vedere l'evoluzione informatica della paleontologica mi interessa molto, anche se mi deprime un po' pensare a come ciò non sia insegnato nelle università nostrane, ricordo come fu spiegata a me la cladistica numerica... mi pareva na roba da 1800... per cui trovo molto didattico il post. grazie
    Punto 2... ma come fa a girar tutti sti matti anche su un blog di Paleo? Boh. misteri della rete.
    Punto 3 si sappia, sono un adepto della chiesa di CAU.

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  27. Credo che voi non capiate una cosa: una cosa sono i contenuti pseudoscientifici presenti in questa saga, una cosa è come questa saga è girata. La prima cosa riguarda la pleontologia, l'altra la cinematografia. Cinematograficamente parlando i primi due film sono accettabili, soprattutto il primo, il terzo è una cagata e il quarto non lo ho visto e non lo vedrò credo. Tecnicamente i primi due film sono buoni perché non ci sono tempi morti, modo di girare tipico di Spielberg, il terzo invece è orribile se paragonato al primo. Poi chiaro, è un peccato, un vero peccato e un'occasione mancata che non si sia approfittato da parte degli autori del film del fatto che con una pellicola si poteva e si doveva raccontare realmente come erano i dinosauri e non come qualcuno vorrebbe che fossero, e questo si, questo è un discorso che si può trattare paleontologicamente. Poi però c'è il discorso:"prodotto cinematografico" che con la paleontologia c'entra fino ad un certo punto. Nessuno può attaccare qualcuno a cui piace questo film, nessuno può attaccare qualcuno a cui non piace. marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco, vado dicendo queste cose da anni.
      Solo che arriva qui chi commenta idiozie come: "non puoi criticare il film perché sei un paleontologo: parla solo di paleontologia"; ed é ridicolo, non solo perché la rete é piena di "critici" cinematografici improvvisati persino peggiori di me, ma sopratutto perché non devo rendere conto di quello che scrivo qui.
      Il dinomaniaco non é tanto il fan del film, ma quello che pensa che solo una ristretta cerchia di eletti dotati del magico diritto di essere fan, possa parlare di un film con dinosauri.

      Elimina
  28. Hai pienamente ragione quando dici che le persone non possano dire quello che devi scrivere sul tuo blog.
    Sacrosanto come concetto.Tantomeno possano offenderti.Se però premetti fin dalla presentazione del sito che non sarai politicamente
    corretto,aggressivo e non didattico,potresti anche fare un blog sulla pasta al pesto,ma se anticipi che i tuoi toni saranno
    sempre di questo livello,provocatori,saccenti ed aggressivi,comunque ti commenterebbero in modo pesante,
    indipendentemente da qualsiasi tua ragione.Uno che scrive che preferisce essere arrogante dato che l'umiltà non esiste,dice tutto di sé,
    ancor prima di dire quello che pensa.Le persone non sono matte che,comunque a torto,ti aggrediscono così a caso.Chiediti bene il perché.
    Ma forse già lo sai.Per quanto tu dica "non leggete i miei post se non vi piacciono",attiri l'attenzione
    ,come il vicino di casa che gira nudo per il giardino.Soprattutto andando a ricalcare la mano sempre sugli stessi argomenti.I commenti sono
    solo un output,ma l'output esiste perché rispondono ad un input.Tu sei l'input.Se gli altri ti scrivono sempre le stesse cose è perché
    tu scrivi sempre le stesse cose,non viceversa.Sei tu che parti pubblicando i post.Post sempre dello stesso stampo,che direttamente o meno
    ,gira e rigira,vanno sempre a finire in un punto.Come diceva la nonna,"non girare la merda che puzza."
    Il problema non è quello che scrivi,anzi,ma come lo spieghi e dimostri e quanto ti ci soffermi.Anzi,neanche un problema.Lo diviene solo se non accetti che poi
    ci sia gente che ti commenti i tuoi post in un certo modo.


    Alessio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessio,
      stai scherzando?
      Una domanda: questo post di cosa parla? Sapresti dirlo? Quale é il tema principale? I film, oppure dei metodi di indagine cladistica e dem morfospazio? Se pensi che il post parli di Jurassic Park, beh, forse non hai capito il post. E quindi, di cosa ti lamenti? Ti lamenti del fatto che Andrea Cau parli nel suo blog sui dinosauri di un film sui dinosauri? Ti lamenti del fatto che io parli di qualcosa in un modo che non ti piace? Ti da fastidio che io usi la categoria fittizia di "dinomaniaco" come formula retorica polemica? Se non sei un dinomaniaco non dovresti farti dei problemi. Se lo sei, beh, mi dispiace per te ma al mondo c'é chi trova la dinomania ispirazione per dei post.

      In ogni caso, se pensi che io scriva sempre le stesse cose vuol dire che tu vedi solo quello che ti piace vedere, o forse non sei in grado di notare le molte cose che scrivo.Ho persino dimostrato matematicamente che chi pensa che io scriva "sempre le stesse cose" si sbaglia di grosso (qui:http://theropoda.blogspot.be/2015/05/i-post-di-billy-ed-il-clonesauro.html ).
      E comunque, é veramente ridicolo che tu dica che io attiri l'attenzione come il vicino che gira nudo per casa. Hai forse il blog che appare forzatamente sul tuo pc contro la tua volontà? Ti costringono a visitarlo e leggerlo? Sei tu che visiti LIBERAMENTE il blog, io non ti mando certo degli avvisi di chiamata. E allora, se scrivo sempre le stesse cose perché continui a frequentarlo? Come vedi, c'é una grossa contraddizione nelle tue parole...

      Infine, c'é una bella differenza, anzi, un abisso, tra arroganza e maleducazione. Io sono arrogante perché ho il coraggio delle mie idee e uso un tono corrispondente. Ma NON INSULTO MAI.
      Mi auguro che il solo fatto di esprimere le mie idee su un film non sia considerato un insulto, perché allora dimostreresti che il fanatismo intollerante é presente in quelli che vengono qui a lamentarsi.
      Trovami un post dove abbia scritto "Tizio X non ha una vita", oppure abbia usato offese e parolacce in un post indirizzato a delle persone reali. Trovami un post dove io abbia parlato esplicitamente in modo personale di qualche persona reale. Non esiste nessun post di quel tipo.
      Sono altri che vengono qui a insultare come se avessi messo online le foto della loro mamma...

      Elimina
    2. Non mi interessa nulla né di Jurassick Park,né di paleontologia,né del tuo sito.Sono un musicista e sono ignorantissimo a riguardo.La tua risposta lunga mostra come ti accalori e scrivi in maiuscolo(equivalente ad urlare).Non ci crederai,ma sono capitato per puro caso su questo sito leggendo su come scriveva questo Andrea Cau.E confermo.Se tu scrivessi un trattato su Bugs Bunny non cambierebbe nulla.Non ho mai scritto
      che hai offeso,ho scritto che sei arrogante,saccente,aggressivo e non politicamente corretto,come tu stesso affermi,cosa che attira,indipendentemente da quello che scrivi,anzi,molto di più.Uno che si proclama arrogante dicendo nella descrizione del blog che l'umiltà non esiste,si commenta da solo.A me interessa meno di zero di cosa,come e quanto lo scrivi,fai lo stesso anche tu su quelli che ti scrivono, ma non ti lamentare né scocciare.Ti solo dico perché le persone reagiscono in un certo modo.Puoi accettarlo o meno.Fine della discussione.

      Alessio

      Elimina
    3. Ok, benissimo... ma allora perché vieni qui a commentare?
      Non ti interessa il blog, non ti interessa la paleontologia, e non ti piace nemmeno che ho l'onestà di dire subito come sono caratterialmente. Allora perché vieni qui a scrivere queste cose?
      Ti piace fare la predica agli sconosciuti? Come tu stesso scrivi, non mi conosci e nemmeno conosci il blog, eppure pensi di avere il diritto/dovere di farmi la predica.
      E poi sarei io quello che si crede chissà chi e che crea problemi agli altri.

      Boh... tutto questo solo perché parlo ogni tanto di un film.

      Elimina
    4. Alessio,
      questo é quello che scrivo nella pagina degli obiettivi del blog (http://theropoda.blogspot.be/p/gli-obiettivi-del-blog.html):

      "Infine, una nota sul tono con cui affronto i temi.
      Sono consapevole che il mio modo di scrivere ed il tono con cui posso rispondere siano quanto di meno "politicamente corretto" ci sia.
      "If you don't like me, I don't care!"

      La suscettibilità è variabile quanto i gradi di competenza, e non mi interessa risultare "gentile" o atteggiarmi ipocritamente a persona "umile". Lascio l'umiltà a coloro che hanno l'ipocrisia di autoproclamarsi umili (questo sì che è arroganza!), e preferisco esporre onestamente la ruvida aggressività del mio vero carattere.
      Come sempre, nella vana speranza di non dover ripetere sempre la stessa solfa: nessuno è obbligato a leggere o a commentare questo blog, quindi trovo ridicolo chi mi rinfaccia di non apprezzare il modo con cui gestisco temi e i commenti nel mio blog."

      Se per te é una dichiarazione di feroce arroganza, come interpretare chi, come te, fa la morale ad una persona che hai dichiarato di non conoscere e di non seguire?
      Facile fare la predica agli altri senza nemmeno leggere le loro parole.
      Io al posto tuo non avrei tale spocchia, presunzione e arroganza.

      PS: puoi darmi il link dove si parla di me? Sai, nel caso ci siano dolci parole nei miei confronti mi piacerebbe avere il diritto di controbattere.
      Fine del discorso

      Elimina
    5. Non è affatto una predica.La predica è un discorso di tono moralistico, lungo, noioso e pedante fatto per esortare al bene, per ammonire, rimproverare.Non afferri il concetto.'E una semplice risposta alla tua domanda,dato che te la poni tanto.Parli di onestà,giustissimo.Però avere l'onestà di esprimersi e dire tutto quello che si vuole e pensa,significa anche accettare senza fiatare che attirerò l'attenzione e che mi pioveranno critiche.E non ho neanche detto che non mi piace il fatto che sei schietto.Ho detto che si commenta da solo il fatto che dici che l'umiltà non esista.Tradotto,è un'affermazione che a priori attira l'attenzione in modo vistoso.E se anche un musicista sia capitato per sbaglio qui,ti fa proprio capire come non significhi nulla che parli di un film ogni tanto,ma il tuo modo di essere in generale.Che non è né giusto,né sbagliato.E neanche mi interessa.Con la morale ci impasto la pizza.

      Alessio

      Elimina
    6. @Alessio: "Ho detto che si commenta da solo il fatto che dici che l'umiltà non esista."

      Non ho mai detto che l'umiltà non esista. Io ho scritto "Lascio l'umiltà a coloro che hanno l'ipocrisia di autoproclamarsi umili (questo sì che è arroganza!)".
      Io mi riferivo a chi si autoproclama umile. Il vero umile lo é nei fatti, non nei proclami. Quelle parole erano rivolte a persone specifiche, ma se tu non sei del blog non mi perdo a fare il riassunto delle precedenti 1600 puntate.

      Quindi, per favore, non venire a rinfacciare cose che non ho scritto. Leggi bene prima di commentare, specialmente se non conosci il tuo interlocutore, come tu stesso dichiari.
      PS: il maiuscolo non lo uso per urlare, ma per sottolineare delle parole, non avendo altro modo nei commenti.

      Elimina
    7. Immaginavo mi rispondessi così.
      "Lascio l'umiltà a coloro che hanno l'ipocrisia di autoproclamarsi umili (questo sì che è arroganza!)".Tu attacchi per difenderti.
      E così facendo non sei comunque il vero umile.

      Se non eri arrogante non lo scrivevi proprio.Capisci la differenza?Ma ripeto,non ha importanza comunque.Non mi interessa un fico secco se sei umile od arrogante.
      Il nocciolo è che è un'affermazione che attira l'attenzione in modo vistoso.Punto.
      "preferisco esporre onestamente la ruvida aggressività del mio vero carattere."
      Od ancora meglio
      "Sono consapevole che il mio modo di scrivere ed il tono con cui posso rispondere siano quanto di meno "politicamente corretto" ci sia."

      Anche questa è più che sufficiente.Te lo ripeto per l'ennesima volta,non capisci quello che ti sto dicendo.
      Avere l'onestà di esprimersi e dire tutto quello che si vuole e pensa,significa anche accettare senza fiatare che attirerò l'attenzione e che mi pioveranno critiche.Io ti dico solo perché se ti comporti x ti rispondono y.O devo ancora ripetertelo se poi non ti devi seccare o stupire?

      Alessio

      Elimina
    8. Non sono seccato né stupito. Non sei il primo che commenta in questo modo: difatti quella nota serve a evitare altri inutili paternalisti come te. Peccato che non la capiate.

      Infatti, ho scritto quello perché a differenza di quelli che mi dicono di essere arrogante, io lo so bene. Il problema é che molti di quelli non sanno di essere arroganti a loro volta. Sono ipocriti che si definiscono umili ma poi vengono qui a dirmi come dovrei o non dovrei comportarmi. Quanta umiltà, non ti pare? Ho persino sentito persone dirmi che loro erano umili ed io arrogante, solo perché avevo dimostrato i loro errori su diversi punti di vista oggettivi, non su opinioni.

      Sai perché dovetti includere quel commento sul tono dei miei post?
      Perché ricevetti valanghe di attacchi pieni di bile solo per il fatto di aver ironizzato su un film. Un film evidentemente sacro e che non dovrei mai citare, pena valanghe di lamentele.

      Ora, per favore, lascia questo blog perché sono stanco di parlare all'ennesima persona saggia e umile e desiderosa di dirmi cosa sono o cosa non sono.

      Elimina
    9. Testardo eh?Non sono affatto desideroso di dirti quello che sei e quello che non sei.E Quattro.Non mi interessa nulla,meno dello zero assoluto.Né mi interessa che tu mi dica se lo sono oppure no.Non è questo l'argomento,non capisci quello che ti voglio dire..Rewind.Comportamento tuo x, comportamento di alcuni altri y.Comunque,se non ti seccherai più né ti sorprenderai che quello che dici e che preaffermi porti ad una reazione,non c'è più bisogno che ti dica nulla.

      P.S. non sono né saggio né umile.Di dico solo che a fatto A può esserci con molta probabilità fatto B.

      Alessio

      Elimina
    10. Grazie.
      Ora, per favore, chiudi qui che non voglio la casella di posta intasata.

      Elimina
  29. Ho sempre pensato che jp3 fosse più simile al Jp di quanto non lo fosse Jp2.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -