20 dicembre 2014

Un nuovo abelisauride dalla Formazione Anacleto

Un team italo-argentino descrive i resti frammentari di un abelisauroide di taglia media dalla Formazione Anacleto, dal Campaniano inferiore della Patagonia (Gianechini et al. 2015). I resti, rinvenuti in un'area relativamente ridotta e riferibili ad un singolo individuo, includono un premascellare con denti in alveoli, alcune vertebre interpretate come dorsali posteriori, parte del sacro, le estremità prossimali degli omeri e la parte distale di un pube. Premascellare e omero presentano sinapomorfie di Abelisauridae (ornamentazione sia laterale che mediale del premascellare, forami neurovascolari a ridosso del margine alveolare, testa dell'omero semisferica e tubercolo dorsale posto distalmente al ventrale): la regione prossimale dell'omero mostra alcune differenze da Aucasaurus (anche esso dalla Formazione Anacleto) nella posizione e sviluppo dei trocanteri, che indicherebbero un nuovo taxon. L'assenza di autapomorfie nei pochi resti preclude l'istituzione di un nuovo nome.
Immesso in Megamatrice, questo esemplare è risultato un Carnotaurinae e sister-taxon di Dahalokely.

Ringrazio Mattia Baiano per la segnalazione.

Bibliografia:
Federico A. Gianechini, Sebastián Apesteguía, Walter Landini, Franco Finotti, Rubén Juárez Valieri, Fabiana Zandonai (2015) New abelisaurid remains from the Anacleto Formation (Upper Cretaceous), Patagonia, Argentina. Cretaceous Research 54: 1–16.

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -