15 giugno 2014

L'omero di "Spinosaurus gigante" appartiene a...

Nel precedente post, ho discusso le affinità di due omeri parziali dal Cenomaniano del Marocco. Un omero distale mostra caratteri in comune con Baryonyx e può essere riferito a Spinosaurus, come già ipotizzato da Russell (1996). Usando l'olotipo di Baryonyx come riferimento, l'esemplare marocchino risulta ampio circa 85% del theropode inglese.
Il tema principale del post era comunque un altro omero, di maggiori dimensioni, che alcuni anni fa ipotizzai provvisoriamente a Spinosaurus, ma che ho mostrato essere privo di caratteri diagnostici di Spinosauridae, e quindi ora escludo sia un omero di Spinosaurus. Il lettore attento ricorderà che nel post concludevo che “Esemplare B è un altro grande dinosauro le cui affinità restano incerte”. Notate che ho scritto “dinosauro” e non “theropode”. Infatti, ho buoni motivi per ritenere che l'omero in questione sia un dinosauro non-theropode.
Le grandi dimensioni e le proporzioni della cresta deltopettorale indicano un dinosauro. Russell (1996) non specifica lo spessore corticale dell'osso (a differenza dell'altro esemplare, che mostra un'ampia cavità midollare, tipica dei theropodi), quindi non possiamo escludere che sia un ornithischio o un sauropode. Le forma relativamente allungata e gracile della diafisi, la sezione ellittica ed il grado poco marcato di espansione delle parti preservate delle epifisi mi ricordano un sauropode di taglia medio-piccola. E difatti, come dimensioni stimate (superiori a 60 cm), l'esemplare è nel range dimensionale di sovrapposizione tra i massimi theropodi ed i sauropodi di taglia medio-piccola (o immaturi).
Nel Cenomaniano del Marocco abbiamo due cladi di sauropodi: titanosauri e rebbachisauridi (in particolare, proprio Rebbachisaurus). L'omero in questione ricorda molto quello del rebbachisauride Limaysaurus, la cui norma laterale si sovrappone molto bene con questo esemplare.
Pertanto, tutti gli indizi conducono a interpretare questo esemplare non come un theropode, né tanto meno come un fantomatico super-Spinosaurus, bensì come un esemplare immaturo di Rebbachisaurus.



Bibliografia:
Russell, D. A. 1996. Isolated dinosaur bones from the middle Cretaceous of the Tafilalt, Morocco. Bulletin du Muséum National d’Histoire Naturelle, Paris, Série 4 18: 349–402.

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -