19 aprile 2013

Dahalokely, nuovo abelisauroide malgascio

Elementi noti nell'olotipo di Dahalokely e probabile posizione lungo la colonna vertebrale (da Farke e Sertich 2013).
Le vertebre degli abelisaurodi sono tra le più complesse (e derivate) di Theropoda. Tale complessità permette di istituire nuovi taxa anche a partire da esemplari relativamente poco completi.
Farke e Sertich (2013) descrivono una serie di vertebre presacrali e frammenti di coste di un abelisauroide d taglia media dalla parte inferiore del Cretacico Superiore del Madagascar, ed istituiscono Dahalokely tokana. La forma unica delle lamine prezigoepipofiseali cervicali (convesse dorsalmente in vista laterale) e le proporzioni ampie e basse delle faccette artcolari sanciscono la validità del taxon.

Dahalokely presenta un mix di caratteri presenti sia in Noasauridae che Abelisauridae, che sommata alla frammentarietà dell'unico esemplare, pone dubbi sulla possibilità di determinarne con precisione le affinità più nel dettaglio di Abelisauroidea. Farke e Sertich (2013) collocano Dahalokely alla base di Noasauridae, mentre Megamatrice lo pone in posizione più indeterminata, sebbene una posizione alla base di Abelisauridae risulti più robusta rispetto a Noasauridae. Interessante notare che entrambe le analisi non collochino Eoabelisaurus in Abelisauridae, ma più basale lungo la linea abelisauroide.

Bibliografia:
Andrew A. Farke & Joseph J. W. Sertich (2013) An abelisauroid theropod dinosaur from the Turonian of Madagascar. PLOS ONE 8(4). doi:10.1371/journal.pone.0062047

7 commenti:

  1. So che non è il genere di domanda a cui ti fa piacere rispondere, ma, giusto per farmi un idea per sapere se era più vicino alla nicchia di Masiakasaurus o a quella di Majungasaurus, che dimensioni doveva raggiungere in grandi linee? (...non dovevo fare questa richiesta...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le dimensioni di un animale non sono sufficienti a definirne la nicchia.
      Se guardi l'immagine, c'è la scala metrica per le vertebre (non per la silhuette).
      Siccome non sappiamo se fosse più "noasauride" o più "abelisauride" o altro come proporzioni corporee, non ha senso speculare troppo sulle dimensioni totali.

      Elimina
  2. Ah già e.... prima che mi dimentichi.... quale sarebbe l'etimologia del nome Dahalokely? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, in lingua malgascia immagino...

      Elimina
  3. A tal proposito mi vien da farti una domanda che volevo farti da un po': più di una volta megamatrice da dei risultati più o meno diversi rispetto a quelli "ufficiali" (ad esempio sciurimimus, pubblicato come megalosauride ma che in megamatrice risultava un celurosauro basale), ma come mai queste differenze? Che metodi usano gli altri paleontologi per collocare i nuovi fossili? E' forse megamatrice che usa un metodo nuovo?
    Simone

    RispondiElimina
  4. Il metodo è lo stesso (analisi filogenetica di caratteri morfologici) per tutti, quello che cambia è la quantità (e a volte la qualità) dei dati utilizzati. Megamatrice tenta di usare il maggior numero di caratteri e di specie possibili, quindi si auspica che dia un risultato più robusto - che non vuol dire "più giusto", ma semplicemente quello che descrive il maggior numero di dati con il minor numero di ipotesi.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -