18 luglio 2012

Gli straordinari fossili di Preone

Preone, in provincia di Udine, è uno di quei gioielli paleontologici che l'Italia possiede ma che praticamente nessuno conosce, a causa di una pessima divulgazione e valorizzazione del nostro patrimonio scientifico tipica del nostro paese.
Preone infatti è sede di un giacimento fossilifero ad elevata preservazione di notevole interesse e valore, risalente al Triassico. 
Come esempio sufficiente ma non esaustivo della ricchezza paleontologica di questa località, lo pterosauro più basale noto al mondo proviene proprio da Preone: Preondactylus. Quanti di voi sapevano che un fossile così importante è proprio italiano? Non cinese, nordamericano o patagonico, bensì italiano.
Il prossimo 4 agosto, sarà presentato proprio a Preone un libro che ci parla degli straordinari fossili di Preone, scritto dal nostro inesauribile Fabio Marco Dalla Vecchia.
Io sto valutando se partecipare all'evento; in ogni caso, consiglio a tutti coloro che amano la paleontologia e che saranno in Friuli e dintorni di non mancare!

12 commenti:

  1. momento momento momento: faxinalipterus del brasile è considerato dai suoi descrittori come ancor più basale... ok, c'è chi pensa sia uno pterosauromorfo, ma era per mettere un puntino su una i. :)
    comunque spero di esserci anch'io lassù, il 4 agosto. è un'occasione come poche per valorizzare i nostri giacimenti. preone... e diamoci dentro!
    da parte mia potrei creare una pagina di wikipedia, così da accrescerne la visibilità se non altro. potrei scrivere qualcosa e poi sottoportela (o sottoporla a dalla vecchia direttamente), così da avere già tutte le correzioni del caso. che ne pensi?

    diego

    RispondiElimina
  2. Ho ben presente Faxinalipterus ma il suo status è discusso ed ambiguo.
    Se vieni potrai acquistare il libro ed avere tutte le informazioni che ti servono...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di esserci, lavoro permettendo.
      A presto, spero!

      Elimina
  3. Da qualche tempo esiste un modo in più per far conoscere i fossili italiani: preparare il materiale per fare una pagina web sul portale SPI e contattare socio@paleoitalia.org

    Stefano

    RispondiElimina
  4. Ma allora Eudimorphodon ha perso il suo status? Comunque sono tanti i fossili di arcosauri "made in Italy" ad avere un'importanza enorme: Scipionyx, Tethysadros, il carnosauro di Saltrio, e i vari rettili di Besano, e da quel che ne so sono tutti le forme (presunte) più basali dei rispettivi gruppi.

    Simone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che status aveva Eudimorphodon? In base alle più recenti analisi di Pterosauria, esso è relativamente più derivato di Preondactylus.
      Non tutti i taxa italiani sono le forme più basali dei loro rispettivi gruppi (come definiti ufficialmente).

      Elimina
  5. Nel libro "dinosauri italiani" di Dal Sasso (2004) era, se non ricordo male, presentato come lo pterosauro più basale. Certo, le cose poi cambiano nel tempo, nulla di strano che un altro genere l'abbia soppiantato (e comunque è italiano, quindi va bene lo stesso ;))

    Simone

    RispondiElimina
  6. Mister Y4/8/12 23:24

    Eccomi, sono appena tornato a casa dalla presentazione. Davvero molto interessante. Della Vecchia, l'autore, ha scritto la sua tesi di laurea sui fossili di Preone appena si cominciavano a trovare, 30 anni fa.
    Il libro è bellissimo e pieno di spettacolari fotografie, se passate per Preone ricordatevi di venire in Municipio a prendere una copia, almeno finchè ci sono io che lavoro lì, cioè fino a Dicembre 2012!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa ma io abito molto distante non potresti inviarmi una copia..pagando il dovuto ovviamente!

      Elimina
    2. Meg, ti conviene contattare direttamente il Comune di Preone:
      http://www.comune.preone.ud.gov.it/

      Elimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -