03 giugno 2011

Billy e il Clonesauro - Reloaded: "Coprite lo scavo!"

Jurassic Park (1993)

Probabilmente, non sono la persona più adatta a scrivere questo post. L'amico Alessandro Carpana, ad esempio, ha sicuramente una competenza a riguardo molto più approfondita della mia.
Se qualcuno mi chiedesse quale sia il concetto scientifico più travisato dell'intera trilogia billyclonata, probabilmente spiazzerei il mio interlocutore. Egli, probabilmente, si aspetterebbe l'assenza di penne nei Velociraptor, o l'esagerata acustica del passo di Tyrannosaurus, capace di far vibrare l'acqua di un bicchiere come solo una chitarra saprebbe fare, oppure il petulante giovane inetto di Tyrannosaurus. No. In assoluto, quello che considero il top della bufala spacciata per "realismo" è la scena dello scavo in Montana.

Guardate l'immagine in alto. Si vede un posticcio scheletro di dromaeosauride nell'atto di essere disseppellito. L'animale è ad un grado di preservazione assurdamente perfetto! Tutte le ossa sono perfettamente articolate, tranne una bizzarra frattura a metà del collo che pare alludere ad una postura opistotomica del collo tipica di molti fossili di vertebrati a collo lungo. Per spezzare un collo in quel modo è necessaria una forza notevole... che però non ha danneggiato nessun altra parte dello scheletro. Guardate le coste: sono tutte perfettamente articolate e senza alcuna frattura! Questo è praticamente impossibile! Qualsiasi processo di decomposizione e seppellimento genera uno stress fisico che spezza in qualche modo le coste. La scapola è ancora articolata al braccio e mantiene la posizione originaria. Verrebbe da pensare che non sia un fossile di un dinosauro, ma il fossile di uno scheletro esposto in un museo...
Ma la perla assoluta è il cranio: esso è un blocco unico privo di suture tra le ossa componenti. Anche qui, un vero cranio avrebbe qualche tipo di deformazione, frattura e disarticolazione. In particolare, ciò è vero per i crani dei theropodi, che sono relativamente fragili e cavi. Bizzarro fenomeno, la finestra infratemporale è totalmente scomparsa, nonostante orbita e antorbita siano presenti. 
Il tocco di classe si ha nella scena che, zoommando sul cranio nel momento del disseppellimento, mostra una mano che letteralmente entra nell'antorbita e toglie il sedimento al suo interno! Fatemi capire: il fossile è perfettamente conservato, le ossa del cranio sono articolate e compatte come un cranio di pachycefalosauride... e questi tolgono il sedimento con le mani, come se fosse un terriccio in un vaso????? Quale processo fisico può trasformare un fossile di theropode in un blocco compatto senza alcuna disarticolazione e al tempo stesso produrre un sedimento soffice come terriccio, che si leva con le mani? Il famosissimo fossile dei Fighting Dinosaurs, che presenta un Velociraptor articolato, è talmente fragile che si sta dissolvendo (Fanti, pers. com.), e nessuno si azzarderebbe a infilare un dito nella finestra antorbitale!
Penserete che stia esagerando? Chiedete ai poveri cristi che scavano veramente nel Montana se le cose accadono così...

3 commenti:

  1. Confermo,confermo!
    Cose del genere si vedono al cinema,appunto...Anche se non ho avuto modo di scavare nei pressi di Snakewater (ma in quelli di Jordan sì),direi che nel caso dello scavo da te citato siamo in fase dui pura fantascienza.
    Bisogna però dire che la scena la si può facilmente perdonare in virtù della successiva,da me definita la scena più commovente dell'intero film.
    Sì,insomma,quella in cui Hammond,dopo aver chiesto a Grant e Sattler di visitare il parco, esclama "Io potrei ricompensarvi finanziando in toto i vostri scavi...per altri tre anni".
    Da quando ho iniziato a vivere in prima persona il lavoro sul campo e tutto quello che c'è dietro,quella è diventata la mia scena preferita di Jurassic Park...!

    RispondiElimina
  2. In effetti la scena dello scavo, da neofita quale sono, la trovai poco convincente e posticcia pure allora, quando vidi il film al cinema per la prima volta. Purtroppo pare che Holliwood non si rassegni a certe facilonerie... se vi è capitato di vedere "The dinosaur hunter" del 2000, sapete di cosa parlo.

    Andrea/GGD!

    RispondiElimina
  3. Poveri cristi? Magari poterlo fare tutto l'anno! Per quanto riguarda la scena dello scavo, è stata da sempre la parte da me preferita del film, sa di scoperta...

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -