30 dicembre 2010

L'apparenza inganna (I Theropodi del 2010)

A meno di straordinarie pubblicazioni di domani, si chiude il 2010, un anno veramente prolifico nel numero di specie di Dinosauria Mesozoici pubblicati: ben 71, un record assoluto! Il merito principale sta nell'inflazione di ceratopsi (l'ultimissimo è in press da alcuni giorni) e ornithopodi che ha caratterizzato questo anno. Al contrario, i theropodi sono stati piuttosto deludenti, se paragonati all'incredibile 2009 che ci aveva regalato, tra gli altri, Limusaurus, Raptorex, Xiongguanlong e Anchiornis.
Con questa sensazione ho iniziato a raccogliere i dati per questo post, in modo da avere una misura quantitativa precisa delle specie descritte nel 2010 e nel 2009. 

Il risultato è stato interessante.
Nel 2009, sono state istituite 49 specie di dinosauri mesozoici. Di queste, 24 sono neotheropodi.
Nel 2010, sono state istituite 71 specie di dinosauri mesozoici. Di queste, 27 sono neotheropodi. 
Ovvero, il 2010 ha prodotto più specie di theropodi rispetto al 2009! 
Numero di specie di dinosauri mesozoici istituiti nel 2009 e 2010. In rosso, neotheropodi; in giallo, gli altri dinosauri.
Ma come? Ma se l'impressione per l'intero anno è stata di un'annata piuttosto scarsa, se paragonata alla precedente? In realtà, le due annate sono state praticamente identiche come tasso di "produzione" di theropodi. La differenza è stata la componente non-neotheropode, ovvero gli altri dinosauri. Mentre nel 2009 abbiamo avuto 25 nuovi non-neotheropodi, nel 2010 ne abbiamo avuti 44 (appunto, grazie all'inflazione ceratopsiana e ornithopodiana).
Quindi, la scarsità di theropodi nel 2010 è stata puramente apparente, e dovuta all'impressione contrastante data dall'esuberanza nel comparto dei non-neotheropodi.
Ovvero, come spesso accade, l'apparenza ha ingannato: il 2010 è stato un ottimo anno per i theropodi, solo che è stato anche un anno straordinario per altri gruppi, abbassando la quota relativa apparente per i theropodi.

4 commenti:

  1. Interessante vedere quante nuove specie vengono istituite all'anno, le conoscenze son sempre in evoluzione. Sarebbe altrettanto interessante vedere quante specie vengono invece 'accantonate'(se così si può dire) all'anno.

    RispondiElimina
  2. It may also be because the taxa described in 2010 were generally either very fragmentary or pretty similar to known taxa. The only exceptions I can think of are Concavenator, Balaur, and Haplocherius. Unsurprisingly the former two got a lot of mainstream press because they were "weird," although the latter was probably the most significant theropod find of the year.

    RispondiElimina
  3. Ritengo che la scoperta dell'anno sia comunque "teropodesca", ora infatti conosciamo il colore di alcuni teropodi (aviani e non).

    E pensare che l'unica "cosa" che credevamo impossibile per definizione era proprio stabilire il colore delle specie estinte.
    Direi che _Anchiornis_ e colleghi sono la cosa più esaltante che è accaduta in paleontologia (ed in paleoarte) nell'ultimo decennio, o giù di lì.

    Detto questo direi che, colore a parte, comunque, questo è l'anno di iganuodonti e ceratopsi. E per ceratopsidea è stato veramente esaltante, forse il migliore degli ultimi 100.

    Erodoto

    RispondiElimina
  4. Can you give us an update on what might be in store for 2011, Andrea? You don't have to give too much away. ;)


    Paul W.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -