30 dicembre 2013

Previsioni per il 2014

Cosa ci riserverà il 2014? Alcuni theropodi sono in arrivo, o almeno così sono stati annunciati in recenti congressi internazionali, e quindi non sono vere e proprie novità. 
In questo post, invece, giochiamo a prevedere cosa porterà il nuovo anno, mescolando desideri e speranze con i nostri pregiudizi relativi al record paleontologico.
Disclaimer: Prima che qualche bimbominkia dietro un nickname mi accusi di aver plagiato altri blog, siti o pagine web inesistenti, ricordo che questa non è la prima volta che pubblico un post "di fantasia" con questo tema, dato che ne scrissi uno simile quasi cinque anni fa.


Un abelisauride corazzato
Armadillovenator loricatus, è un incredibile abelisauride che verrà scoperto nel Coniaciano del Brasile. Lo scheletro, parzialmente articolato, mostra una serie di ispessimenti e rugosità nel cranio associate a ispessimenti dermici che continuano parasagittalmente lungo la colonna vertebrale. La sua scoperta porterà a rivalutare Lametasaurus, dal Maastrichtiano indiano.

L'adulto di Scipionyx
Finalmente, sarà scoperto un nuovo theropode dal Plattenkalk di Pietraroia: i resti parziali (parte del cranio e del collo, l'arto anteriore e la scapola) di un grosso tetanuro basale, apparentemente simile ad un carcharodontosauride. Si tratta del più grande vertebrato scoperto a Pietraroia. Ma la sorpresa non sarà nelle dimensioni, ma nel fatto che la combinazione di caratteri nel suo scheletro, in particolare la presenza di 5 denti premascellari, una marcata cresta frontoparietale, i carpali discoidali e le robuste lamine prezigoepipofiseali, dimostrano che è un adulto di Scipionyx. La rivalutazione di Scipionyx come allosauroide avrà implicazioni sul nostro concetto di "compsognathide".

Le ampie guance di Tyrannosaurus
Brutto colpo per i fan delle ricostruzioni "iper-feroci" di T.rex. Un eccezionale fossile di Tyrannosaurus con conservate le parti molli, viene rinvenuto alla base della formazione Hell Creek. I resti, un cranio articolato e parte delle vertebre presacrali, mostrano inequivocabilmente che i tyrannosauridi avevano ampie guance carnose, simili a quelle di certe razze di cani, che ricoprivano estesamente l'intera dentatura mascellare. La scienza non si smentisce, e continua a demolire tutti gli eroi della nostra infanzia.

La Formazione Miechów
Viene descritta una nuova formazione polacca, presso Miechów, comprendente una serie di bacini lacustri ad elevata conservazione di età Anisica, comprendente spettacolari sinapsidi non-mammaliani e archosauromorfi basali, completi di tracce del tegumento. Ribattezzato "il Jehol Triassico", questa straordinaria formazione include uno pterosauromorfo basale con un'inattesa morfologia, che rivaluta le nostre ipotesi sull'origine degli pterosauri.

Un hesperornite italiano
Nelle argille varicolori dell'Appennino Emiliano (Cretacico Superiore), viene scoperto un tarsometatarso di hesperornitiforme, il primo aviale mesozoico italiano: Cetihesperornis truncatus.

Il primo tyrannosauroide africano
Mfalmesaurus jeuri è il primo tyrannosauroide scoperto in Africa, in sedimenti di età berriasiana dal Sud Africa. Basato su neurocranio, una serie di vertebre dorsali ed un ileo associati, Mfalmesaurus conferma il legame tra megaraptori e tyrannosauridi, e suggerisce la presenza cosmopolita di Tyrannosauroidea già dalla base del Cretacico.

La scoperta dell'anno
Idolornis lazarus è la scoperta paleontologica dell'anno. Questo enantiornithe è infatti il primo dinosauro non-aviano scoperto in sedimenti di età Cenozoica. Paradossalmente, tracce del suo piumaggio erano note da molti decenni, ma non era stato rinvenuto finora alcun resto osseo, inducendo quindi a ritenere quelle piume come resti di uccelli neornithi. Lo straordinario giacimento eocenico di Bolca acquista così una rilevanza mondiale: non solo gli aviani sopravvissero all'estinzione del limite K-Pg.

Quanto - e come - di queste previsioni (alcune, lo ammetto, molto azzardate e ardite, sebbene nessuna totalmente impossibile) si avvereranno?

14 commenti:

  1. Se solo una di queste previsioni si avverasse sarei molto contento... Ah, già che ci siamo, auguri di buon anno!

    RispondiElimina
  2. Ho il sospetto, o segreta speranza, che una di queste "scoperte impossibili" sia in realtà una pubblicazione (magari anche tua) in preparazione...

    Io continuo a sperare in ceratopsidi sud-americani, dinosauriformes protopiumati, e in forme basali di Pterosauromorpha non ancora adattate al volo ed utili per capire i legami evolutivi di questo clade. Ma la pubblicazione di quanto discusso al SVP di quest'anno già mi basta, sopratutto per il gondwana e D. mirificus.

    Comunque buon anno, a te a alla paleontologia.

    Valerio

    RispondiElimina
  3. le ultime tre sembrano le più plausibili (stando alla mia ignoranza) seguite dall'adulto di scipionix...(sempre stando alla mia ignoranza).
    Emiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ultima è probabilmente la meno plausibile, per questo - se avvenisse - sarebbe la scoperta paleontologica dell'anno. Sarebbe come trovare trilobiti alla fine del Triassico...

      Elimina
    2. Se fossero pubblicazioni in uscita non penso comparirebbero i "nomi e i cognomi" delle nuove specie ;) a meno che questi riportati non siano posticci.

      HK

      Elimina
    3. "In questo post, invece, giochiamo a prevedere cosa porterà il nuovo anno, mescolando desideri e speranze con i nostri pregiudizi relativi al record paleontologico."

      Elimina
    4. dimentichi mokele 'mbembe :)
      in effetti hai ragione...ho dimenticato di fare i conti con "eocenico" ... ho pensato istintivamente all'inizio del paleocene

      Emiliano

      Elimina
  4. L'adulto di scpionyx è uno dei miei sogni!
    Ovviamente, buon anno dell' Eohippus a tutti ;)
    Simone

    RispondiElimina
  5. Dal momento in cui ho scritto la mia "segreta speranza" avrei dovuto pensare che la discussione al post avrebbe preso la piega "ecco sono anticipazioni"...

    Comunque tra quelle che hai indicato tu le mie preferite sono l'espeornite italiano (è un secolo che spero di leggere di espeorniti su questo blog) e la formazione "Miechòw", adoro i Konservat-Lagerstätten...

    Valerio

    RispondiElimina
  6. Since Scipionyx was originally said to be the sister species to Orkoraptor, number two on your list has the potential to contradict number six. ;-)


    Paul W.

    RispondiElimina
  7. "Le ampie guance di Tyrannosaurus"... ma magari!

    Enrico

    RispondiElimina
  8. Spero che esca la pubblicazione scientifica riguardante il 'saltriosauro' e che scomprano qualche altra nuova specie di dinosauro in Italia, magari nello stesso giacimento di Tethyshadros o meglio in qualche nuovo sito.

    HK

    RispondiElimina
  9. La seconda sarebbe, per me, la previsione più bella. Non tanto per la scoperta in sé, ma perché significherebbe che da quest'anno si ricomincerebbe a scavare e a studiare seriamente il lagerstatte di Pietraroia. :)
    Oh, e auguri in estremo ritardo!

    Giuseppe Mennella

    RispondiElimina
  10. "L'adulto di Scipionyx" - Si sa se in loco vengono effettuate rogolarmente spedizioni/ricerche/scavi? Se non fosse così la vedo grigia.
    "Un hesperornite italiano nelle argille varicolori dell'Appennino Emiliano" - E no eh, questo non me lo dovevi fare (è una battuta scherzosa ovviamente). E' da un bel pò di tempo che fantastico di trovare, in mezzo a qualche calanco qui nel bolognese, una lastra che invece di contenere un pesce c'è un... teropode, magari anche con tutte le penne perfettamente conservate. Il tutto a prescindere dal fatto che non ho mai trovato manco un pesce... sigh. Scherzi a parte, considerando la legislazione italiana, è da anni che non vado più a cercare qualcosa, per cui anche in questo caso, la vedo moooolto ma mooolto grigia sul come si potrebbe fare una tale scoperta.
    Alessandro (Bologna)

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
- COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O SPAM SARANNO ELIMINATI. -
- I COMMENTI ANONIMI O PRIVI DI FIRMA SARANNO ELIMINATI. -